Come smacchiare le tazzine da the o caffe'

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il caffè e il the sono bevande che molto spesso macchiano le tazzine, soprattutto quelle in porcellana e peggio ancora quelle in plastica. Spesso non si utilizza il miglior servizio che si ha in casa per paura che possa macchiarsi e rovinarsi completamente a causa dell'acidità di queste due bevande gustose ma altamente pericolose per le macchie. In questa guida vi mostreremo dei piccoli consigli che potrete seguire con pochi gesti e finalmente riuscirete a rendere splendenti le vostre tazzine. Non vi resta che continuare la lettura per scoprire come smacchiare le tazzine sporche di caffe' e di the.

27

Occorrente

  • Panno morbido, spugna abrasiva, varechina, acqua calda.
37

Come detto nell'introduzione, il caffè e il the hanno un’elevato potere macchiante. Il the è anche leggermente corrosivo vista la presenza del limone. Questo comporta che mantenere le tazzine bianche non è un compito assolutamente facile. Prendete dunque una bacinella e riempitela quasi completamente di acqua calda senza aggiungere saponi o altri prodotti che potrebbero danneggiare la porcellana della tazzina da pulire.

47

Prendete adesso un bicchiere di dimensioni normali e dopo averlo riempito con la varechina, versate il suo contenuto nella bacinella con l’acqua calda appena preparata. Lasciate per circa un'ora le tazzine a mollo nella bacinella con l’acqua calda e la varechina, così da permettere a quest’ultima di agire sulle macchie, scrostandole. Trascorso il tempo indicato, prendete le tazzine di caffè e utilizzando una spugna leggermente abrasiva, passatela sulla superficie di porcellana eseguendo movimenti circolari e senza fare pressione eccessiva. Vedrete subito che le macchie che sembravano impossibili da pulire, inizieranno a scomparire e che la tazzina riacquisterà il suo originale colore bianco.

Continua la lettura
57

Una volta lucidate le tazzine con la spugna rimettetele nella bacinella colma di acqua pulita, cosi da rimuovere la varechina e gli eventuali residui rimasti.
Sciacquate molto bene le tazzine per evitare che rimanga qualche residuo di varechina e usate del comune detersivo per piatti per renderle pulitissime. Mettetele a scolare per qualche minuto e asciugatele bene con un panno morbido. Le tazzine ritroveranno così il loro colore originale e finalmente, potrete usare ogni tazza anche di un buon servizio senza preoccupazioni e senza alcuna paura di macchiare la porcellana con l'utilizzo del caffè o di altre sostanze in grado di macchiare il vostro servizio preferito.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitate di pulire le tazze con lo sgrassatore.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come smacchiare i tessuti

Il bucato è un'incombenza diffusa e anche la persona più attenta sulla faccia della terra ha dovuto affrontare il dilemma delle macchie: come smacchiare i nostri tessuti sporchi di olio, caffè o cioccolato?Niente paura: bastano piccoli accorgimenti,...
Pulizia della Casa

Come smacchiare la caffettiera

La caffettiera è un oggetto caro a tanti amanti del caffè, che nonostante le tante macchine inventate di recente e ormai in commercio, continuano ad essere legati al classico gorgoglio del liquido della caffettiera e al suo sapore intenso. Spesso, però,...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i capi di seta

La seta è una delle fibre tessili maggiormente impiegate nella realizzazione di capi pregiati. Oggigiorno, molti tessuti vengono composti da una mescolanza di seta vergine con altri materiali, organici od artificiali. Smacchiare questa tipologia di filati...
Pulizia della Casa

Come smacchiare con la candeggina

Il buon risultato della smacchiatura dipende spesso dalla rapidità con cui si procede ad eliminare le macchie: infatti, una macchia vecchia diventa molto più difficile da togliere. In questa guida ci occupiamo quindi, di come smacchiare con la candeggina,...
Pulizia della Casa

Come Smacchiare A Secco

Smacchiare un capo è un'operazione comune, ma non del tutto semplice. Spesso infatti, presi magari dalla foga di ripulire un capo d'abbigliamento amato, o un arredo, si effettuano operazioni controproducenti, capaci anche di rovinare irrimediabilmente...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i pavimenti di piastrelle o cotto

Ogni tipologia di pavimentazione presente all'interno delle nostre abitazioni ha un bisogno costante di essere pulita in maniera specifica, oltre ad avere la necessità di una manutenzione efficiente per fare in modo che essa venga salvaguardata nel corso...
Pulizia della Casa

Come smacchiare le tovaglie in lavatrice

Le tovaglie sono soggette a sporcarsi continuamente a causa della caduta accidentale di svariati prodotti; infatti, in tavola capita sempre che si rovesci il vino, il caffè, il sugo di pomodoro e condimenti in genere. In queste condizioni, si vengono...
Pulizia della Casa

Come smacchiare poltrone e divani

Le operazioni di pulizia della nostra casa si possono complicare soprattutto nel momento in cui dobbiamo concentrare tutti i nostri sforzi su determinate aree delicate della nostra abitazione. Per questo motivo, è di fondamentale importanza prendere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.