Come smacchiare il bucato

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Sul mercato è ormai presente un'infinità di detersivi per la pulizia del bucato, la scelta è cosi vasta che ci si trova spesso in difficoltà nello scegliere il prodotto adatto alle proprie esigente. Ciononostante esistono tuttora delle tecniche naturali che si prestano utili ed efficaci tanto quanto i migliori prodotti del supermercato. Semplici trucchi e classici metodi della nonna consentiranno una pulizia ottimale del bucato agendo in maniera specifica e mirata.
Vediamo dunque, con questa guida, come smacchiare il bucato.

26

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio
  • Succo di limone
  • Amido di Mais
  • Aceto
  • Acqua gasata
36

Per smacchiare il bucato, di qualunque entità siano le macchie questa vanno tempestivamente tamponate. Dovete agire rapidamente perché tendono a legarsi con il tessuto e a penetrare in profondità; così facendo rischierete di dover strofinare troppo e rovinare il tessuto o, nella peggiore delle ipotesi, non riuscirete ad eliminare del tutto la macchia. Ricordatevi sempre di agire in fretta sul bucato per evitare che lo sporco si fissi sul tessuto.

46

Se si tratta di una macchia di sugo o comunque un liquido che improvvisamente viene a contatto con il vostro indumento, con della carta assorbente o una spugna fate assorbire il liquido tamponando sulla macchia. Versate dell’acqua frizzante sopra e con dei movimenti delicati e rotatori strofinate fino a quando la macchia non desisterà dal tessuto. Sciacquate con acqua corrente e, se necessario, ripetete la procedura. Sulle macchi più difficili e ostinate, lasciate agire una poltiglia di bicarbonato di sodio per 2-3 ore e poi risciacquare abbondantemente. Anche il succo di limone e l’aceto hanno un forte potere sgrassante sulle macchie persistenti. È sufficiente lasciarli agire per un’ora e risciacquare con acqua tiepida.

Continua la lettura
56

Le macchie di sangue, invece, possono essere rimosse applicando una “crema” composta da acqua fredda, amido di mais e un pizzico di sale. Il tutto va lasciato agire 20 minuti, per poi risciacquare abbondantemente. Alcune macchie, come quelle dell’uovo, possono essere trattate con ottimi risultati con acqua fredda e acqua ossigenata, strofinando delicatamente, rispettando sempre il tipo di tessuto che state pulendo. Fate attenzione, quasi tutti i tessuti possono essere trattati con prodotti naturali, ma ci sono delle eccezioni che è bene teniate a mente: lana e seta sono molto delicati, se dovete agire tempestivamente fate una prova su una piccola parte del tessuto interna per vedere la reazione e solo poi procedete all'eventuale pulizia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come smacchiare con la candeggina

Il buon risultato della smacchiatura dipende spesso dalla rapidità con cui si procede ad eliminare le macchie: infatti, una macchia vecchia diventa molto più difficile da togliere. In questa guida ci occupiamo quindi, di come smacchiare con la candeggina,...
Pulizia della Casa

Trucchi per candeggiare il bucato

Capita spesso dover smacchiare il bucato, in particolarmente modo i capi bianchi. Questi di solito vengono trattati con candeggina e smacchianti. Ma molti non sanno che la candeggina elimina solo le macchie ossidabili. Ossia macchie di caffè, vino,...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i capi di seta

La seta è una delle fibre tessili maggiormente impiegate nella realizzazione di capi pregiati. Oggigiorno, molti tessuti vengono composti da una mescolanza di seta vergine con altri materiali, organici od artificiali. Smacchiare questa tipologia di filati...
Pulizia della Casa

Consigli per un bucato sempre morbido

Quando si fa il bucato, può succedere che il risultato non ci soddisfi. Avere capi grigi, non perfettamente bianchi, ma anche troppo rigidi possono farci andare storta la giornata. A questo punto quindi dobbiamo fare qualcosa per il nostro bucato. L'ideale...
Pulizia della Casa

Come Smacchiare A Secco

Smacchiare un capo è un'operazione comune, ma non del tutto semplice. Spesso infatti, presi magari dalla foga di ripulire un capo d'abbigliamento amato, o un arredo, si effettuano operazioni controproducenti, capaci anche di rovinare irrimediabilmente...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i pavimenti di piastrelle o cotto

Ogni tipologia di pavimentazione presente all'interno delle nostre abitazioni ha un bisogno costante di essere pulita in maniera specifica, oltre ad avere la necessità di una manutenzione efficiente per fare in modo che essa venga salvaguardata nel corso...
Pulizia della Casa

Come smacchiare le tende

È risaputo che la casa va mantenuto pulita e ordinata. Come si suol dire, con l'arrivo della stagione in fiore, l'ideale sarebbe di attuare le cosiddette pulizie di primavera. Per farlo però è necessaria molta delicatezza, poiché essendo troppo aggressivi...
Pulizia della Casa

Come sbiancare il bucato in modo ecologico

Il bucato è ormai diventato un appuntamento quotidiano a cui non possiamo esimerci. È sufficiente infatti caricare le nostre lavatrici e aggiungere il prodotto che preferiamo, per ottenere della biancheria profumata e pulita. Purtroppo, molto spesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.