Come smacchiare i tessuti di lino

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il lino è un tessuto di origine naturale, si ricava infatti dalla corteccia della pianta del lino e si tratta di un prodotto molto apprezzato, che viene utilizzato per biancheria e capi di abbigliamento di qualità. È una fibra piuttosto resistente, tuttavia è necessario conoscere alcuni "trucchi" per pulirlo quando sono presenti quelle macchie particolarmente difficili. Ecco come smacchiare i tessuti di lino.

26

Occorrente

  • sapone di Marsiglia
  • ammoniaca
  • alcol
  • aceto
36

Premesso che per tovaglie e tovaglioli in lino bianco o in tinta grezza, di solito non si hanno problemi con il lavaggio in lavatrice, aggiungendo magari degli additivi, se si desidera ottenere un bucato davvero candido. Se però sono presenti delle macchie particolari, è necessario pretrattare, oppure ricorrere al candeggio. Il candeggio però inevitabilmente consuma le fibre e allora, è bene che segui lo stesso procedimento adottato per i colorati.

46

Le tovaglie di lino vengono spesso macchiate di vino rosso. La rimozione di queste macchi può essere fatta con del vino bianco, oppure si deve versare il sale sulla macchia e attendere che assorba il vino, quindi si sciacqua, si insapona e si sciacqua nuovamente. L'uovo invece molto difficile da rimuovere e ha bisogno di diversi lavaggi. Il trattamento deve essere effettuato dapprima con abbondante acqua fredda, quindi insaponatura e poi si deve strofinare energicamente con la spazzola da bucato.

Continua la lettura
56

Se invece i tuoi capi di lino sono rimasti molto tempo nell'armadio, può darsi che li ritrovi ingialliti. A questo punto non ti resta che metterli in ammollo nel latte, quindi devi risciacquare la biancheria e poi procedere a lavarla con sapone di Marsiglia. Quando devi far fronte a macchie di escrementi di volatili, dopo averla raschiata bene, devi passarla con acqua e aceto e quindi procedi con il lavaggio. Per le macchie di caffè, è necessario agire subito con abbondante acqua corrente. Se invece la macchia è vecchia la situazione è più complicata e si deve dapprima tamponare con alcol quindi trattare con acqua calda e sapone di Marsiglia. Sciacquare poi con abbondante acqua calda. Per la cioccolata invece, ci si deve limitare a insaponare e, dopo aver lasciato agire per mezzora, risciacquare. Le macchie di unto andrebbero tamponate subito con del borotalco che assorbe il grasso. Una volta asciugato, dopo almeno un paio d'ore, si deve spazzolare, quindi sciacquare. Insaponare poi con il sapone di Marsiglia sciacquare nuovamente. Il sangue va bagnato subito con abbondante acqua fredda, a cui eventualmente aggiungere un po' di ammoniaca.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come smacchiare abiti, poltrone, tessuti macchiati dall'inchiostro della penna biro

Quante volte ci capita di vedere i nostri amati jeans, le magliette, o anche le nostre poltrone del salotto e persino le tende macchiate dall'inchiostro della penna biro. Certamente a chi ha bambini, questo problema lo vive più spesso. Tuttavia, può...
Pulizia della Casa

Come smacchiare le lenzuola di lino ingiallite

Nell'arco di una vita accumuleremo tantissimi elementi che costituiscono il cosiddetto "corredo", per cui avremo a disposizione molte lenzuola, tovaglie, copriletti, copripiumini e chi più ne ha più ne metta. Il corredo è fondamentale per poter creare...
Pulizia della Casa

Come lavare ed asciugare i capi di lino

In genere i tessuti pregiati in commercio sono di raso e lino, e quest'ultimo in particolare è una fibra tessile molto morbida, flessibile e resistente. Dato il suo alto prezzo spesso le persone preferiscono altri tessuti più economici come ad esempio...
Pulizia della Casa

Come smacchiare con la candeggina

Il buon risultato della smacchiatura dipende spesso dalla rapidità con cui si procede ad eliminare le macchie: infatti, una macchia vecchia diventa molto più difficile da togliere. In questa guida ci occupiamo quindi, di come smacchiare con la candeggina,...
Pulizia della Casa

Come Smacchiare A Secco

Smacchiare un capo è un'operazione comune, ma non del tutto semplice. Spesso infatti, presi magari dalla foga di ripulire un capo d'abbigliamento amato, o un arredo, si effettuano operazioni controproducenti, capaci anche di rovinare irrimediabilmente...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i capi di seta

La seta è una delle fibre tessili maggiormente impiegate nella realizzazione di capi pregiati. Oggigiorno, molti tessuti vengono composti da una mescolanza di seta vergine con altri materiali, organici od artificiali. Smacchiare questa tipologia di filati...
Pulizia della Casa

Consigli per stirare le tende di lino

È risaputo. Il lino è fra i tessuti più complessi durante lo stiraggio poiché ha la tendenza di stropicciarsi anche solo toccandolo. Nonostante sia una fibra 100% naturale e fresca se utilizzata nell'abbigliamento, per le massaie rimane il cruccio...
Pulizia della Casa

Come lavare il lino

Il lino è una fibra tessile naturale già conosciuta ai tempi degli Antichi Egizi. Il suo campo d'impiego riguarda sia il vestiario, soprattutto leggero e da sfoggiare in estate, che una grande varierà di accessori tessili per la casa come le tovaglie,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.