Come smacchiare i gioielli

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

I gioielli, con il tempo, tendono a perdere la loro lucentezza ed è necessario quindi smacchiare i vostri preziosi con delicatezza. Non tutti i gioielli però possono avere lo stesso trattamento pulente e bisogna prestare attenzione per non danneggiarli, soprattutto se si tratta di gioielli antichi. Vediamo quindi come smacchiare sia i gioielli in oro che quelli con pietre preziose.

27

Occorrente

  • panno morbido e asciutto
  • acqua
  • bicarbonato di sodio, limone
  • detersivo per i piatti
37

Anelli, orecchini, collane e bracciali in oro che non presentano pietre preziose possono essere ripuliti con la cosiddetta "saponata", un metodo usato dagli orafi stessi. Prendete un pentolino in alluminio, riempitelo di acqua e versate un po' di detersivo che di solito usate per lavare i piatti. Portate l'acqua ad ebollizione e appena vedrete le bolle spegnete il fuoco e attendete che si intiepidisca leggermente. Posizionate quindi tutto l'oro da pulire sul fondo del pentolino e muovetelo in modo che l'acqua con il detersivo passi tra le maglie, lasciate riposare per circa mezz'ora. Usate quindi un vecchio spazzolino, o quello che si usa per pettinare le sopracciglia, per strofinare delicatamente la superficie, senza indugiare troppo, per evitare di provocare dei graffi o di danneggiarli.

47

Togliete l'oro con l'aiuto di una forchetta o di una pinzetta lunga e adagiatelo su un panno morbido di cotone, evitando si usare un panno di spugna. Asciugate tutti i ninnoli e noterete subito che torneranno a essere brillanti e vivi come un tempo. Ricordate che i gioielli si opacizzano e si sporcano non solo per la polvere, ma anche e soprattutto per residui organici come sudore, grasso, pelle morta. Un altro metodo è quello di immergere gli ori in acqua, bicarbonato e qualche goccia di limone. Potete posizionare il tutto in un recipiente, come una ciotola in coccio, e versare prima l'acqua tiepida, poi un cucchiaio di bicarbonato.

Continua la lettura
57

A questo punto posate tutto l'oro da pulire nella ciotola e solo dopo spremete circa 10 gocce di limone: vedrete subito il formarsi di una spuma bianca e un ribollire dell'acqua. Appena sarà finita questa reazione potete togliere l'oro e asciugatelo, splenderà come se fosse nuovo. I gioielli invece in cui sono incastonate pietre come i diamanti, gli smeraldi o le perle non vanno sottoposti ai trattamenti sopra menzionati perché risulterebbero troppo aggressivi. Solo le perle possono sopportare pochi secondi in acqua tiepida: non mischiate gioielli con pietre diverse, perché per esempio i diamanti potrebbero scheggiare quelli circostanti e i brillanti potrebbero cadere per lo sbalzo di temperatura.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come smacchiare i tessuti

Il bucato è un'incombenza diffusa e anche la persona più attenta sulla faccia della terra ha dovuto affrontare il dilemma delle macchie: come smacchiare i nostri tessuti sporchi di olio, caffè o cioccolato?Niente paura: bastano piccoli accorgimenti,...
Pulizia della Casa

Come smacchiare vari oggetti

Oggetti di ogni sorta, origine e provenienza pretendono di essere puliti e rimessi a nuovo. Ma sono così tanti e i materiali sono così diversi. Per non parlare poi della forma, vero cruccio delle casalinghe di tutto il mondo. Com'è possibile smacchiare...
Pulizia della Casa

Come Smacchiare Con La Candeggina

Il buon risultato della smacchiatura dipende spesso dalla rapidità con cui si procede ad eliminare le macchie: infatti, una macchia vecchia diventa molto più difficile da togliere. In questa guida ci occupiamo quindi, di come smacchiare con la candeggina,...
Pulizia della Casa

Come smacchiare la moquette

Quando si parla di moquette si fa riferimento ad un complemento d'arredo molto utilizzato, soprattutto nelle zone anglosassoni. Al giorno d'oggi, la moquette ha assunto un ruolo importante anche nel resto d'Europa. Si tratta di un pavimento alternativo...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i pavimenti di piastrelle o cotto

Ogni tipologia di pavimentazione presente all'interno delle nostre abitazioni ha un bisogno costante di essere pulita in maniera specifica, oltre ad avere la necessità di una manutenzione efficiente per fare in modo che essa venga salvaguardata nel corso...
Pulizia della Casa

Come smacchiare la caffettiera

La caffettiera è un oggetto caro a tanti amanti del caffè, che nonostante le tante macchine inventate di recente e ormai in commercio, continuano ad essere legati al classico gorgoglio del liquido della caffettiera e al suo sapore intenso. Spesso, però,...
Pulizia della Casa

Come smacchiare poltrone e divani

Le operazioni di pulizia della propria casa si possono complicare nel momento in cui dobbiamo concentrare i nostri sforzi su determinate aree delicate della nostra abitazione. Per cui è fondamentale prendere le giuste precauzione onde evitare possibili...
Pulizia della Casa

Come smacchiare il divano di tessuto

Arredare la casa in base ai propri gusti personali e con i giusti complementi, dona grandi soddisfazioni e rende l'ambiente in cui si vive perfetto e rilassante. I divani in tessuto sono molto belli e sicuramente di più facile manutenzione rispetto a...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.