Come smacchiare gli Ugg

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tutti noi conosciamo gli stivali UGG: dagli anni 2000 in poi sono diventati molto alla moda, sia grazie al talk show di Oprah Winfrey in cui ella li citava molto spesso, sia perché tantissime celebrità sono state immortalate con questi stivali made in U. S. A. Ai piedi. E così, dopo che star del cinema del calibro di Sarah Jessica Parker, Cameron Diaz e Jennifer Aniston li hanno indossati, è subito diventato boom commerciale e di vendite, tanto che alla UGG è stato conferito il premio di "Marchio dell'anno" 2009 dalla Footwear News. Se, malauguratamente, questi preziosi stivali dovessero macchiarsi, in questa guida vi illustreremo come smacchiare completamente gli UGG.

27

Occorrente

  • Prodotti specifici per camoscio e nabuk
  • sapone di Marsiglia
  • panno morbido e spugna
  • spazzolino da denti
37

Procurarsi dei detergenti specifici

La prima cosa da fare è procurarsi dei detergenti specifici per nabuk o camoscio, dato che gli stivali sono composti da questo materiale; se dovessimo avere qualche problema di reperibilità, rechiamoci da un buon calzolaio e non potremo sbagliare. Quest'ultimo vi proporrà diverse tipologie di prodotti: uno shampoo liquido perfetto nei casi di macchie insistenti; uno più delicato, in schiuma, ideale per pulirli fra un cambio di stagione e l'altro; una spazzola adeguata per il trattamento del camoscio che utilizzeremo soltanto in casi di sporco asciutto e superficiale ed infine una polvere per profumare l'interno della calzatura.

47

Acquistare uno spray protettivo

Altra cosa molto utile è l'acquisto di uno spray protettivo che li sigillerà proteggendoli da ogni possibile macchia di umido o ingiallimento dovuto alla conservazione. Ma attenzione! Questo genere di spray, ad ogni modo, va ritenuto efficace soltanto se lo spruzziamo sui nostri stivali appena acquistati al contrario, rischieremmo di fissare ancora di più lo sporco. Contro le macchie è efficace anche il sapone di Marsiglia: dovremo strofinarlo sulla zona interessata finché non la vedremo interamente ricoperta dallo strato di sapone; fatto questo, utilizziamo lo shampoo specifico che andremo a diluire in una bacinella d'acqua e, con un panno, strofiniamo facendo attenzione a seguire un'unica direzione.

Continua la lettura
57

Pulire le cuciture con lo spazzolino da denti

È necessario che strizziamo molto bene il panno in modo che non rischi di bagnare eccessivamente i nostri UGG; quando vedremo che la macchia sarà ormai andata via, sostituiamo il panno con una spugna sempre imbevuta di detergente e ben strizzata ed eseguiamo dei movimenti circolari. Per quanto riguarda le zone più difficili da pulire, possiamo aiutarci con uno spazzolino da denti che rimuoverà facilmente lo sporco sulle cuciture.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come smacchiare poltrone e divani

Le operazioni di pulizia della propria casa si possono complicare nel momento in cui dobbiamo concentrare i nostri sforzi su determinate aree delicate della nostra abitazione. Per cui è fondamentale prendere le giuste precauzione onde evitare possibili...
Pulizia della Casa

Come pulire e smacchiare i cappelli

I cappelli rappresentano uno degli accessori che non possono mancare nel nostro guardaroba, dal momento che sono indossati da tutti: bambini, uomini e donne. Attirano le nostre simpatie per le loro forme e colori, conferendoci molto spesso un'aria più...
Pulizia della Casa

Come smacchiare vari oggetti

Oggetti di ogni sorta, origine e provenienza pretendono di essere puliti e rimessi a nuovo. Ma sono così tanti e i materiali sono così diversi. Per non parlare poi della forma, vero cruccio delle casalinghe di tutto il mondo. Com'è possibile smacchiare...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i tessuti

Il bucato è un'incombenza diffusa e anche la persona più attenta sulla faccia della terra ha dovuto affrontare il dilemma delle macchie: come smacchiare i nostri tessuti sporchi di olio, caffè o cioccolato?Niente paura: bastano piccoli accorgimenti,...
Pulizia della Casa

Come Smacchiare Con La Candeggina

Il buon risultato della smacchiatura dipende spesso dalla rapidità con cui si procede ad eliminare le macchie: infatti, una macchia vecchia diventa molto più difficile da togliere. In questa guida ci occupiamo quindi, di come smacchiare con la candeggina,...
Pulizia della Casa

Come smacchiare la moquette

Quando si parla di moquette si fa riferimento ad un complemento d'arredo molto utilizzato, soprattutto nelle zone anglosassoni. Al giorno d'oggi, la moquette ha assunto un ruolo importante anche nel resto d'Europa. Si tratta di un pavimento alternativo...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i capi di seta

La seta è una delle fibre tessili maggiormente impiegate nella realizzazione di capi pregiati. Oggigiorno, molti tessuti vengono composti da una mescolanza di seta vergine con altri materiali, organici od artificiali. Smacchiare questa tipologia di filati...
Economia Domestica

Come smacchiare i tessuti delicati

Le macchie sono una minaccia terribile per i nostri capi, specialmente se nuovi di zecca oppure appena indossati per un'occasione importante. Quelli più a rischio sono i delicati: seta, pizzo, organza, chiffon, bisso e batista di lino. Questi ultimi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.