Come sgombrare il giardino da tronchi morti e radici

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Finito l'inverno è tempo di dedicare qualche cura al nostro giardino, trascurato fin troppo durante le fredde giornate nei mesi passati. Occorre quindi ricominciare a curare gli spazi verdi della nostra casa iniziando, purtroppo, dai lavori più pesanti, come può essere la rimozione di tronchi morti e radici che fuoriescono dal terreno. Prepariamoci innanzitutto ad eseguire un lavoro molto faticoso, perciò prendiamo coraggio, rimbocchiamoci le maniche ed iniziamo la pulizia del nostro giardino. In questa guida vi forniremo tutti i consigli ed i procedimenti per sgombrare i tronchi e le radici dal nostro giardino, leggiamo insieme e vediamo come fare.

26

Occorrente

  • trattore
  • catene
  • argano
  • trita-ceppi
36

Le radici degli alberi possono incunearsi molto profondamente nel terreno, oppure allungarsi in superficie, appena sotto il livello del suolo rendendo così, piuttosto difficoltosa la loro estrazione. Se c'è sufficiente spazio intorno, possiamo estrarre un ceppo residuo con aiutandoci con un trattore e di alcune catene, oppure potremo usare un piccolo argano manovrato a mano. In alternativa abbiamo la possibilità di usare una macchina trita-ceppi a motore che potremo tranquillamente prendere a noleggio in un centro specializzato nella manutenzione dei giardini.

46

Dovremo sospendere l'argano su di un cavo metallico affrancato al ceppo per un capo, mentre l'altro capo dovremo legarlo ben saldo ad un tronco d'albero vicino. Prima di procedere con la tensione, dobbiamo controllare accuratamente il percorso seguito dalle radici più grosse. Questo perché il loro sviluppo superficiale, subito sotto un prato o una piccola costruzione, potrebbe causare danni piuttosto seri, rendendo quindi necessario l'operazione di estrazione, anche se potremo solo segarle via.

Continua la lettura
56

Parliamo ora del trita-ceppi, è questa una macchina a forma di cilindro molto robusto, dotata di lame forti e molto affilate che, ruotando ad una velocità altissima, tagliano il legno da parte a parte e lo frantumano in piccolissimi pezzetti. Questa macchina penetra nel terreno ad una profondità di circa 15-40 cm. Durante l'utilizzo di questo arnese da giardino, è importante prestare molta attenzione, poiché, come si capisce, è una macchina molto pericolosa. Tuttavia non rinunciamo al suo utilizzo, noteremo che ne varrà la pena perché ci consentirà di eseguire un lavoro altrimenti molto difficile. Il trita-ceppi è forse l'attrezzatura più efficiente in commercio per questo tipo di lavori.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nell'utilizzo del trita-ceppi osserviamo tutte le norme di sicurezza

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come sistemare la legna nella legnaia

In questa bella guida, che abbiamo pensato di proporre, vogliamo parlarvi di un argomento che è alquanto al passo con la stagione che stiamo per vivere e cioè quello della legna. Proprio così, cercheremo di parlare insieme di come poter sistemare la...
Ristrutturazione

Come costruire un muro di legno

Per diversi motivi di utilità ed estetica può capitare di dover modificare l'aspetto esterno della propria abitazione, ad esempio per costruire un portico innalzando una parete oppure per formare un muro in legno più che altro di sostegno per rinforzare...
Pulizia della Casa

Come pulire una scrivania

Le scrivanie oltre ad essere molto comode sia per il lavoro che per lo studio, sono anche dei mobili che completano l'arredo. Per questo motivo è importante cercare di mantenere la propria scrivania in ordine ed evitare che si accumulino carte inutili....
Ristrutturazione

Come abbattere un muro

I muri vengono classificati in base alla loro natura ed alla loro collocazione. Esistono muri che sono utilizzati per la recinzione esterna delle abitazioni e quelli interni agli edifici. Questi ultimi, a loro volta, si suddividono in muri maestri e...
Arredamento

Come Preparare la Sala per il Compleanno

Quando si pianifica una festa di compleanno in una sala oppure a casa propria anche se si pulisce perfettamente resta sempre il dubbio che si sarebbe potuto fare qualcosa in più. Per preparare la sala in modo efficace quando si deve organizzare una festa...
Economia Domestica

Come pulire le trombette dei morti

Le trombette dei morti sono una specie di funghi che vivono nei boschi di latifoglie italiani. Il loro nome deriva dalla caratteristica forma che ricorda molto una trombetta e perché sono reperibili in natura a partire dal mese di novembre. Vengono utilizzate...
Ristrutturazione

Come scegliere una casa prefabbricata in legno

Economiche, ecologiche ed originali, le protagoniste di questo tutorial sono loro: le case in legno. Per chi avesse scarsa conoscenza in materia, si tratta di abitazioni non convenzionali che grazie ai loro standard abitativi si stanno imponendo con successo...
Ristrutturazione

Come ristrutturare una casa in legno

Se abbiamo una casa di legno ed intendiamo ristrutturala in modo adeguato per renderla più vivibile e soprattutto per lunghi periodi, quindi non solo per dei week end, è possibile intervenire con alcune tecniche atte ad ottimizzare il risultato e rendere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.