Come sgomberare la cantina

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nel corso degli anni, si giunge ad accumulare numerosi oggetti che apparentemente potrebbero sembrare veramente utili, ma con il passare del tempo vengono collocati negli angoli maggiormente nascosti della vostra cantina.
Questo accumulo di oggetti finisce con il formare un intasamento del locale stesso e, pertanto, si rende necessaria una pulizia accurata: nella seguente pratica ed informativa guida che potrete seguire nei passaggi successivi, vi fornirò alcuni utili consigli su come bisogna sgomberare correttamente una cantina piena.

26

Occorrente

  • Scala
  • Scopa
  • Sacchetti di plastica
  • Contenitori
36

Solitamente, la decisione di ripulire la propria cantina viene presa quando si comincia a faticare abbastanza ad aprire la sua porta di ingresso: in questa situazione, però, non si calcola che il caos regna sovrano e sgomberare l'ambiente potrebbe risultare molto difficoltoso.
Pertanto, la prima cosa da fare è quella di armarsi di tanta pazienza e buona volontà, ma specialmente di obiettività, la quale vi consentirà di valutare se un oggetto può essere davvero utile oppure deve essere scartato.

46

Se la vostra cantina è abbastanza piena, avrete certamente bisogno di almeno un'altra persona che possa darvi una mano.
Innanzitutto, dovrete occuparvi della parte alta degli scaffali, rimuovendo tutto quello che è presente: se per raggiungere la parte superiore vi occorre una scala, cercate d'aprirla in una posizione che non sia d'intralcio durante l'esecuzione dello sgombero.
Pertanto, salite sulla scala e passate gli oggetti all'individuo che vi sta aiutando, il quale dovrà cercare d'accatastarli il più possibile vicino all'uscita dalla cantina, ma senza ostruire il passaggio.
Quando la parte alta è stata completamente sgombrata, scendete dalla scala e iniziate a selezionare gli oggetti che desiderate tenere e quello che volete scartare: mi raccomando di non fare mai l'errore di svuotare totalmente la cantina in un unico momento, altrimenti intaserete il passaggio e non arriverete a niente di buono.

Continua la lettura
56

Quando la selezione è conclusa, dovrete portare gli oggetti che avete deciso di scartare fuori dalla vostra cantina e poi controllare se si tratta di cose praticamente non utilizzabili (e, in questo caso, potrete buttarle direttamente nei rifiuti) oppure ancora in buono stato (e, in questa situazione, si potranno vendere ad uno dei numerosi mercatini dell'usato ormai prosperanti in tutte le città italiane).
Successivamente, riposizionate tutti gli oggetti sulla scansia ovviamente ripulita dalla polvere e continuate con le parti rimanenti comportandovi nella stessa maniera, ovvero sezionando un pezzo alla volta.
Quando il lavoro sarà oramai terminato, dovrete verificare il materiale che avete conservato e, allo scopo di risparmiare posto, potrete pensare di sistemarlo dentro dei sacchetti o contenitori di plastica.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per svolgere correttamente questo lavoro di sgombero, avrete bisogno dell'ausilio di un'altra persona.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come ristrutturare la cantina

Quando si ha una cantina e si intende utilizzarla per la conservazione dei vini e dei salumi stagionati, conviene mantenerla sempre pulita e ristrutturata. Come è noto, si tratta di un ambiente piuttosto umido, appositamente sfruttato per la conservazione...
Ristrutturazione

Come si crea una cantina per i propri vini

Uno delle tanti possibilità per avere più conoscenza della grande quantità di vini esistenti è quella di creare una cantina. Questa offrirà la possibilità di disporre di una preziosa riserva di vini con cui poter iniziare le proprie esperienze da...
Ristrutturazione

Come trasformare la tua cantina in una taverna

Il desiderio di molte persone è quello di avere un ambiente da poter utilizzare per le cene con gli amici, o come sala giochi e palestra, senza mettere a soqquadro la casa. Questa possibilità diventa realizzabile nel caso in cui la tua casa disponga...
Ristrutturazione

Come impermealizzare una cantina

Le cantine sono ambienti predisposti all’umidità e a possibili infiltrazioni d’acqua, dal momento che, di solito, si trovano a diretto contatto con il terreno. Se notate ristagni d’acqua lungo le pareti o sul pavimento della vostra cantina, il...
Ristrutturazione

Come rivestire i tubi sul soffitto della cantina

La guida che andremo a sviluppare nei prossimi quattro passi, andrà a concentrarsi sul fai da te. Entrando più nello specifico, cercheremo di spiegarvi in modo molto semplice Come rivestire i tubi sul soffitto della cantina.La cantina, normalmente,...
Ristrutturazione

Come realizzare una cantina in casa

Se vi piace collezionare dei vini e magari utilizzarli in occasione di qualche pranzo o cena in compagnia di amici, non c'è niente di meglio che realizzare in casa una cantina sfruttando dei ripostigli e riciclando delle cassette della frutta. In tutti...
Ristrutturazione

Come proteggere la cantina dall'umidità

Se abbiamo una cantina, e sappiamo che è umida, come del resto lo sono tutte quelle che si trovano nei piani seminterrati, è importante adottare degli accorgimenti che consistono in alcuni interventi semplici ma funzionali. In riferimento a ciò, ecco...
Ristrutturazione

Come trasformare una cantina in taverna

Le cantine generalmente sono dei luoghi chiusi, bui, non adatti per fare abitazione, ma solo per depositare delle cose, magari cibo o bottiglie di vino, queste sono le cantine che, fungono da ripostigli. Tuttavia, noi siamo abituati a vederli in questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.