Come separare gli ambienti di casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Negli appartamenti di piccole dimensioni come nelle abitazioni con progetto open space, solitamente erigere delle pareti divisorie per separare i differenti spazi significa sacrificare preziosissima luce naturale, oltre che privarsi di preziose metrature. Premettendo che non è sempre possibile alzare muri divisori al centro di ambienti progettati inizialmente come “unici”, è fondamentale considerare la necessità di riservare un piccolo angolo dove possiamo lasciare anche tutto in disordine se lo desideriamo, sopratutto quando non abbiamo tempo e ci fa comunque piacere ospitare famigliari o amici in casa. Quali sono però i sistemi più indicati e intelligenti per preservare sia la nostra privacy che i metri a disposizione? In questa breve guida vi mostrerò dunque come dividere gli spazi in casa, senza l’innalzamento di pareti e senza costi proibitivi.

29

Occorrente

  • Separé
  • Vetrocemento
  • Pavimentazione differente
  • Porte scorrevoli
39

Le porte scorrevoli per interni rappresentano una perfetta soluzione salvaspazio per l’abitazione, occupano meno spazio di una porta classica ma scindono perfettamente le differenti camere della casa. Questo sistema consente la chiusura e divisione totale dei due ambienti, proprietà utilissima quando intendete isolare gli spazi dagli odori e rumori (es. Isolare l'angolo cottura dal soggiorno). In base alla tipologia, le porte scorrevoli possono muoversi lungo la parete, all'interno del muro o sovrapporsi su se stesse. Naturalmente il mercato ne offre numerosissimi modelli, contraddistinti da dimensioni, materiali e finiture atti a ogni bisogno ed a qualsiasi stile d’arredamento.

49

Diversificare la pavimentazione è un’ottima strategia per dividere razionalmente le varie stanze della casa in base alla loro funzione, difatti offre la possibilità di suddividere in modo netto gli spazi, pur lasciando ampia libertà visiva. Questo espediente tuttavia rischia di dar origine ad un’eccessiva frammentazione degli ambienti, ancor più se pensiamo che queste separazioni sono nette e ben visibili. È importante quindi prestare particolare attenzione ad azzeccare i giusti accostamenti, ma soprattutto ad impiegare questo metodo di separazione esclusivamente per le stanze che realmente ne necessitano.

Continua la lettura
59

Per quel che concerne la pavimentazione potete osservare qualche esempio qui di seguito:
- Una prima opzione può essere quella di impiegare una pavimentazione neutra per la zona cucina. Il cotto è l’ideale, sia perché le sue molteplici sfumature si accostano perfettamente con ogni tipo di cucina, sia perché richiede poca manutenzione;
- Nella zona notte una valida soluzione può essere quella della pavimentazione in legno, con nuance da adattare all'arredo e alla tinta della pittura. Il parquet dona infatti un senso di intimità e accoglienza;
- Nella zona giorno, potete scegliere di adoperare un pavimento in cotto o una resina. La nuance può variare anche qui in relazione ai mobili, ma un ottimo suggerimento è quello di azzardare con tinte allegre e luminose.

69

Un altro escamotage adoperato per circoscrivere e distaccare i vari ambienti è quello di impiegare un elemento pratico e discreto: il separé. Solitamente viene usato per creare un piccolo spazio, riservato e intimo che può essere destinato a spogliatoio, sgabuzzino o angolo dove poter restare soli. Il separé è un elemento che crea una divisione parziale e consente di non intaccare affatto la luminosità dei due spazi interessati. Diversi sono i modelli presenti in commercio (ad esempio quelli in carta, bambù o carta variopinta), e alcuni sono facilmente trasportabili grazie alla presenza di ruote, in questo modo potete conservarli anche in uno stanzino senza creare ingombro o fastidio.

79

Il vetromattone è sicuramente un'ottima alternativa alle pareti tradizionali, poiché consente di sfruttare la luce solare per illuminare gli spazi interni ed esterni, ma soprattutto non deve obbligatoriamente essere innalzato fino al soffitto. Il vetrocemento è perfetto per pareti divisorie nella zona living o ufficio, per dividere la cucina dal soggiorno, per creare la zona doccia in bagno e per valorizzare i luoghi ciechi. Questo fantastico materiale combina una straordinaria facilità d'utilizzo ad un’altrettanta facilità di intervento: infatti potete tranquillamente applicarlo senza l'ausilio di personale qualificato, ed è all'occorrenza anche facilmente rimovibile. Inoltre potete optare per diverse sfumature e tinte, anche in base al luogo su cui state operando.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Perché non usare le tende! Questo sistema di divisione si presta a diverse esigenze: i tendaggi possono infatti separare un ripostiglio, una cucina, realizzare una cabina armadio, oppure possono essere adoperate per chiudere un soppalco e creare maggiore privacy, specialmente se sul soppalco è collocata la stanza da letto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come dividere gli ambienti con il cartongesso

Il cartongesso, è una soluzione ideale per tutte le situazioni in cui si vuole separare una zona della casa da altre, senza spendere molto e in pochissimo tempo. Dividere gli ambienti di un piccolo appartamento oppure di un open space, grazie alla praticità...
Ristrutturazione

Come creare ambienti con pareti attrezzate in cartongesso

Se la nostra casa è abbastanza grande tale da avere delle stanze piuttosto ampie, vale la pena sfruttarle ognuna in modo diverso, separandole elegantemente e rendendole nel contempo funzionali. In riferimento a ciò, si possono creare degli ambienti...
Ristrutturazione

Come dividere gli ambienti con mobili autoportanti

Le case di ultima costruzione sono diverse da quelle lasciate in eredità nei decenni precedenti. Ambienti open space all'interno del quale accorpare più vani è l'idea di base per una casa di ultima generazione. Loft, cucine ingresso - soggiorno, soppalchi,...
Ristrutturazione

Come ricavare tanti ambienti in poco spazio

Capita spesso di dover affrontare un problema comune all'interno della progettazione o della ristrutturazione di case di dimensioni ridotte, si tratta della divisione degli ambienti. Tutti infatti vogliono il doppio bagno oppure una camera da letto in...
Ristrutturazione

Come dividere la zona notte dalla zona giorno

La zona notte serve per rilassarsi dopo una dura giornata di stress mentre la zona giorno serve per mangiare, cucinare ed accogliere amici e parenti. Sono entrambi spazi importanti nella quotidianità di una persona, ma in maniera diversa. Per questo...
Ristrutturazione

Come progettare una zona giorno

La zona giorno è il cuore pulsante di ogni casa, quello spazio che in cui si passa la maggior parte della giornata e in cui ci si sente liberi di fare quello che più ci aggrada: leggere, guardare la tv, ecc. Senza dubbio uno spazio condiviso con gli...
Ristrutturazione

Come arredare un loft in stile moderno

La configurazione di un loft ben si sposa con uno stile moderno di arredamento. Questi ampi spazi abitativi, molto simili a dei veri e propri open-space, possono dunque essere molto funzionali se arredati nel modo più appropriato, sfruttando in particolar...
Ristrutturazione

Come installare uno ionizzatore d'aria

Vivere in una casa areata in modo insufficiente può recare danni alla salute. Sappiamo tutti che, una corretta areazione permette un ricambio d'aria tale da ottenere una buona aerazione. Non purificare l'aria all'interno degli ambienti favorisce la formazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.