Come scegliere lo schema cromatico per la casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'estate è la stagione giusta per dare un tocco di colore diverso alle pareti della propria casa, ma decidere lo schema cromatico, per i più indecisi, può essere un'impresa alquanto ardua, poiché la scelta è veramente ricca: le possibili varietà di colore sono praticamente infinite così come le loro combinazioni. Chiaramente non esiste uno schema unico, ma molteplici possibilità che danno luogo a risultati eccellenti, così come le possibilità di "sbagliare" sono altrettanto numerose. Vediamo quindi alcune regole generali da considerare quando si deve scegliere il colore da dare alle pareti interne della casa, tenendo presente però che anche il colore di mobili, tappeti, tende ed elementi di arredo.

27

Occorrente

  • Schema monocromatico
37

Disco cromatico di Itten

Innanzitutto consideriamo il cosiddetto disco o cerchio cromatico di Itten, un metodo che aiuta ad abbinare i colori. In questo disco i colori "primari", cioè il rosso, il giallo e il blu, sono accoppiati ai colori secondari (viola, verde e arancione) secondo una sequenza che mette in evidenza i vari aspetti dei colori. Innanzitutto nella metà a destra, abbiamo i cosiddetti "colori caldi", mentre la metà a sinistra comprende i "colori freddi". Inoltre, i colori degli spicchi adiacenti sono composti da tonalità affini mente gli spicchi opposti al cerchio sono formati da colori "complementari", come ad esempio il verde e il rosso.

47

Luminosità della stanza

La prima considerazione da fare riguarda la luminosità della stanza che dobbiamo arredare e dipingere. Se è molto buia, le tonalità scure non sono molto indicate, per cui si sceglieranno tonalità chiare, naturalmente non escludendo il classico bianco. Se invece la stanza è molto luminosa, per rendere l'ambiente più accogliente sono indicati i colori un po' più carichi. In generale, i colori caldi e neutri sono orientativamente più riposanti, adatti quindi alla zona notte, mentre i colori freddi e vivaci tendono a essere stimolanti, adatti di conseguenza alla zona giorno.

Continua la lettura
57

Accoppiamenti di colore

Una volta scelta la tonalità generale più o meno scura e il colore di base, occorre definire gli accoppiamenti di colore. Agli estremi abbiamo due possibilità: il primo è uno schema tendenzialmente monocromatico, giocato sulle diverse tonalità di un colore o colori molto affini, appartenenti quindi a spicchi adiacenti del disco cromatico. L'ambiente creato sarà armonioso, equilibrato ma, normalmente, poco vivace. Viceversa, pareti e mobili dove si azzardano colori complementari, appartenenti quindi a spicchi opposti del disco cromatico, generano ambienti vivaci, con elementi che si esaltano l'un l'altro. Naturalmente, in questi casi, occorre misura e gusto per evitare ambienti troppo colorati che, alla fine, potrebbero stancare.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come arredare con il verde e il giallo

Se hai intenzione di dare alla tua casa un tocco di allegria e vivacità, arredare con l'accostamento cromatico giallo e verde è proprio quello che fa per te. Ricordati che è un abbinamento sconsigliato per appartamenti di grandi dimensioni, perché...
Arredamento

Come arredare con il verde e il bianco

Il verde ed il bianco rappresentano un abbinamento cromatico luminoso e di classe. Esso, infatti, conferisce personalità ed appeal anche alle stanze più anonime e banali. Proprio per questo motivo, arredare la nostra casa con il verde e con il bianco...
Arredamento

Come arredare con i colori

I colori non solo rappresentano un piacere legato all'estetica visiva, ma soprattutto creano benefici per la psiche. Dotati di capacità curative sono anche portatori di stimoli mentali, di conseguenza la scelta nel preferire una tonalità piuttosto che...
Arredamento

Come decorare la casa con le ortensie

Le ortensie sono piante molto ornamentali ed il fiore reciso resiste per lungo tempo; la sua grandezza e i suoi colori si prestano molto bene per decorare tutta la casa, donando agli ambienti aria di primavera e creando atmosfere romantiche. Queste piante...
Arredamento

Come arredare la propria casa con l'aerografia

L'aerografia è una tecnica pittorica che viene eseguita con l'aerografo, un apparecchio polverizzatore che proietta inchiostro o colore liquido attraverso un tubo a sezione variabile, utilizzando un getto di aria compressa. In questo modo il colore si...
Arredamento

Come scegliere una piastrella decorativa

Quando si deve arredare casa, sono tantissime le faccende ed i particolari a cui bisogna prestare attenzione. Considerato che la mole di lavoro è notevole, si rischia di tralasciare alcuni dettagli importanti. Scegliere una piastrella decorativa rientra...
Arredamento

Come scegliere le piastrelle di cemento per la cucina

La cucina è un luogo molto difficile da rendere piacevole per la sua caratteristica di essere un luogo dedicato al lavoro prativo. Infatti data la stra grande maggioranza degli utensili e elettrodomestici presenti all’interno di una cucina danno poca...
Arredamento

Come abbinare le sedie a un tavolo di marmo

Abbinare un tavolo a delle sedie, non è semplice, come non è semplice abbinare le sedie ad un tavolo, anche perché è molto importante prima vedere lo stile a cui appartengono e poi, rendersi conto se l'accostamento è indovinato o meno. Se avete acquistato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.