Come scegliere le padelle in alluminio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'alluminio, essendo leggero e dotato di eccellenti capacità di conduzione del calore (è secondo solo al rame), permette di risparmiare tempo e consumi energetici quando si tratta di cucinare. Il pentolame in alluminio consente di distribuire rapidamente il calore fornito dal fondo di alluminio ai lati, cosicché il cibo viene riscaldato in modo uniforme. Questa distribuzione uniforme del calore garantisce che il cibo non venga bruciato e non è necessario girarlo durante la cottura. Le padelle in alluminio possono essere utilizzate su fornelli a gas, elettrici e su piani di cottura in ceramica. Poiché la sensibilità dell'alluminio al calore è molto elevata, le padelle possono essere utilizzate anche per friggere e brasare gli alimenti. Vediamo allora come scegliere le padelle in alluminio.

25

Lo spessore

La cosa più importante da considerare nella scelta delle padelle in alluminio è lo spessore. Quelle più spesse hanno una maggiore capacità di conduzione e distribuzione del calore, pertanto migliorano il processo di cottura e fanno risparmiare tempo e gas. Se il nostro stile di cottura comporta il trasferimento diretto della padella al forno dopo averla usata sul fornello, possiamo orientarci sulle padelle in alluminio per il forno. Tali utensili possono resistere alle alte temperature e ci risparmieranno il problema di trasferire il cibo caldo in un altra padella per la cottura in forno.

35

Il manico

Il tipo di manico richiede una menzione speciale quando acquistiamo le padelle in alluminio. In questo caso è necessario controllare sempre che non sia in plastica e che non sia attaccato alla padella con le viti in quanto può bruciare o staccarsi facilmente. I manici che si mantengono freschi su recipienti caldi e che sono progettati ergonomicamente per una presa migliore sono indubbiamente la scelta migliore per questo tipo di padelle. Questi dovrebbero essere saldamente attaccati all'utensile mediante rivettatura o saldatura.

Continua la lettura
45

Il coperchio

Scegliamo delle padelle che abbiano un coperchio di metallo o di vetro che si adatti correttamente lungo il bordo della padella stessa. I coperchi di vetro ci permettono di vedere il cibo mentre viene cotto senza dispersioni di calore sotto forma di vapore. Per quanto riguarda invece i coperchi di metallo, essi non ci permettono di vedere il cibo all'interno della padella, ma rispetto a quelli in vetro trattengono di più il calore e ci permettono di ottenere una cottura più uniforme.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come scegliere le padelle in rame

Se per la vostra cucina intendete optare per un set di padelle in rame che magari si adattano perfettamente ad un arredamento rustico dell'ambiente, prima di sceglierle è importante conoscerne alcune caratteristiche e nel contempo valutare l'uso a cui...
Economia Domestica

Come usare le padelle in pietra

Per cuocere al meglio i cibi, la pietra è un materiale davvero perfetto. Molte padelle in commercio sono difatti disponibili in questo materiale che resiste alle alte temperature. Una buona padella in pietra consente di portare a termine una cottura...
Economia Domestica

Come proteggere il rivestimento delle padelle

Ogni tipo di padella è provvista di uno speciale strato protettivo in grado di garantirne l'affidabilità per molti anni. Pur tuttavia, a causa dell'usura o di un assiduo utilizzo, può risultare utile effettuare un intervento di manutenzione periodico...
Economia Domestica

Termosifoni in alluminio: pro e contro

La modalità di riscaldamento con radiatore rappresenta la soluzione che le famiglie italiane maggiormente utilizzano per riscaldare gli ambienti delle loro abitazioni. I radiatori, comunemente detti termosifoni, possono essere costituiti di differenti...
Economia Domestica

Come mantenere al meglio le pentole di alluminio

Le pentole di alluminio sono tra gli utensili da cucina da privilegiare per le sue qualità, al tempo stesso però bisogna fare molta attenzione durante l'uso soprattutto per la prima volta. Nella seguente guida sarà spiegato come mantenere al meglio...
Economia Domestica

Come coibentare un tetto in alluminio

L'alluminio sta diventando una soluzione sempre più popolare nel campo dell'edilizia urbana: è altamente resistente alla corrosione e non richiede particolare manutenzione. I tetti realizzati con questo materiale, presentano costi piuttosto contenuti,...
Economia Domestica

Come proteggere i serramenti in alluminio

Se in casa avete installato dei serramenti in alluminio come porte e finestre, ed intendete proteggerle dalla pioggia e dal fango rendendole idrorepellenti e durature nel tempo, potete adoperare un prodotto molto efficiente. Si tratta infatti di un silicone...
Economia Domestica

Batteria di pentole: 5 consigli per scegliere bene

Una batteria di pentole può essere l'acquisto della vita o trasformarsi in un peso incredibile se non si sceglie con oculatezza. Ovviamente in commercio ci sono le offerte più disparate dalle batterie superaccessoriate a quelle ultraeconomiche, passando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.