Come scegliere la legna per il termocamino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Oggi l'uso in ambito domestico di un termocamino è sempre più frequente, dati i numerosi vantaggi che quest'ultimo comporta. Il termocamino, è in grado di diffondere un calore omogeneo e di asciugare l'umidità in eccesso. Se avete poco tempo a disposizione, leggete questa semplice guida in cui vi indicheremo come scegliere i tipi di legna più indicati per caricare perfettamente un termocamino, suddividendo la legna in due parti: quella che userete per accendere il camino e quella che userete per mantenere la fiamma forte e durevole.

26

Occorrente

  • Legna secca e asciutta.
36

Un termocamino per chi non ne fosse ancora a conoscenza, è un sistema di riscaldamento nettamente economico, gradevole dal punto di vista estetico, a bassissimo impatto ambientale e normalmente sortisce risultati davvero eccellenti. Una tipologia di legname che prende subito fuoco, è il pino o l'abete, tuttavia, è indicato farne un uso moderato per via della tendenza del pino a sporcare la canna fumaria, essendo un legno spesso ricco di resina. Per conservare la temperatura interna abbastanza alta, chiudete ermeticamente il vetro del termocamino, se invece volete semplicemente alzare la fiamma, lasciate uno spiraglio libero, anche se per un tempo massimo di due tre minuti. Infine, ricordate che una maggiore quantità di legna non equivale a una migliore fiamma, infatti in breve tempo, vi accorgerete che è meglio lasciare degli spazi tra i vari ciocchi, così da creare un maggiore afflusso d'aria. Questo e i precedenti erano dei semplici suggerimenti per migliorare la vostra esperienza con il termocamino e, di conseguenza, con il forte freddo.

46

La legna migliore per accendere un camino è senza dubbio quella di castagno, che è allo stesso tempo molto sensibile alla fiamma e più o meno economica. Per produrre molto calore e mantenere forte la fiamma del vostro termocamino, usate il legno di faggio o di quercia. Entrambe le specie di legname hanno un costo relativamente discreto, ma, il risultato finale sarà tale da ripagare appieno le vostre spese, infatti queste due tipologie di legno generano una fiamma che in certi casi può durare anche il doppio di quella data da un tipo di legno qualsiasi.

Continua la lettura
56

Per accendere un termocamino, inizialmente avviate la fiamma in modo che questa si propaghi uniformemente. La legna che dovrete usare all'inizio dovrà essere secca, pertanto, è consigliabile farvi una discreta scorta in estate, in modo da non ritrovarvi alle porte dell'inverno con a disposizione solo del legname umido e bagnato.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate legna molto asciutta di abete o di castagno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come sistemare la legna nella legnaia

In questa bella guida, che abbiamo pensato di proporre, vogliamo parlarvi di un argomento che è alquanto al passo con la stagione che stiamo per vivere e cioè quello della legna. Proprio così, cercheremo di parlare insieme di come poter sistemare la...
Economia Domestica

Come scegliere la legna da ardere

Se in casa abbiamo un camino tradizionale, è importante sapere su quale tipo di legna optare; infatti, ce ne sono alcune tipologie che fanno soltanto molto fumo e ardono poco, mentre altre durano più a lungo e sono anche profumate. In riferimento a...
Economia Domestica

Come sistemare la legna nel garage

Con l'arrivo dell'inverno comincia il desiderio di accendere il proprio caminetto, a causa delle basse temperature che cominciano a farsi sentire. Chi ha la fortuna di avere un bel camino in casa, deve però provvedere a conservare bene tutta la legna...
Economia Domestica

Come scegliere uno scaldabagno a legna

Se l'inverno si avvicina e state pensando di rimodernare il vostro sistema di riscaldamento dell'acqua potreste pensare di adoperare uno scaldabagno a legna. Lo scaldabagno a legna se ben scelto e dimensionato rispetto all'impianto idraulico della casa,...
Economia Domestica

Come risparmiare sulla legna del camino

Forse non tutti sanno che l'uso del camino risale a tempi antichissimi. Ormai siamo entrati nell'era della tecnologia, tuttavia il camino rimane il sistema di riscaldamento più ecologico e con il miglior rendimento termico. Esso ha ovviamente bisogno...
Economia Domestica

Come accendere il fuoco in una stufa a legna

Le stufe a legna, come tutti sapete utilizzano il legno come combustibile. Esse possono essere realizzate in ghisa, in ceramica o in acciaio e possono diventare un vero e proprio oggetto di design. Attraverso il loro utilizzo si può ottenere una resa...
Economia Domestica

Come utilizzare il forno a legna

Chi ha un forno a legna in casa, ha una miniera. Prepararvi pane, pizze o dolci, assicura una qualità superiore ai cibi, conferendo aromi e profumi del tutto particolari. Avere delle buone ricette però, non è sufficiente per ottenere dei risultati...
Economia Domestica

Come accendere il caminetto

Con l'arrivo della stagione fredda, si cominciano ad utilizzare indumenti più pesanti e in casa si iniziano ad accendere i riscaldamenti. Se nella propria abitazione è presente un caminetto, è necessario recuperare la legna necessaria al suo funzionamento....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.