Come scegliere la legna da ardere

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Se in casa abbiamo un camino tradizionale, è importante sapere su quale tipo di legna optare; infatti, ce ne sono alcune tipologie che fanno soltanto molto fumo e ardono poco, mentre altre durano più a lungo e sono anche profumate. In riferimento a ciò, ecco una guida in cui viene spiegato come scegliere la legna da ardere.

24

Utilizzare la legna di faggio

Per esser sicuri di fare una scelta giusta bisogna sapere cosa si vuole ottenere con la legna. Non tutti sono al corrente che la resa differisce in base alla tipologia la legna che si utilizza. Per questo motivo dobbiamo sapere di che tipo di legna abbiamo bisogno. Una legna che brucia rapidamente e che spigiona molto calore oppure di una più dura che fa delle braci che durano a lungo. Se ci occorre una legna che arde velocemente è consigliabile utilizzare quella di faggio. Essa infatti, brucia molto rapidamente e produce immediatamente calore. Tuttavia è importante sottolineare che non fa brace e quindi non è conveniente utilizzarla se vogliamo ottenere un calore prolungato anche dopo che la legna ha smesso di ardere.

34

Optare per la quercia

Se invece vogliamo una legna a lunga durata possiamo optare per quella di quercia oppure di carpino. È un tipo di legna pesante che viene usata nelle stufe per produrre calore per molte ore. Siccome è una legna dura fatica a prender fuoco e quindi deve essere utilizzata solo quando la stufa o il camino sono accesi. A volte si usa anche per accendere dei falò, fuochi per scaldarsi oppure per cuocere della carne. Il suo costo è superiore rispetto all'altro tipo di legna, ma la resa che dà ripaga pienamente per l'investimento. La quercia inoltre deve essere stagionata e soprattutto non umida, poiché si corre il rischio che generi tantissimo fumo nel momento in cui la si fa ardere nella bocca del camino. In riferimento a ciò, è inoltre fondamentale stoccare la legna acquistata in un luogo non troppo umido e ben riparato dalla pioggia.

Continua la lettura
44

Acquistare legna di taglio misto

Se vogliamo ottenere delle ottime prestazioni è consigliabile non acquistare la legna che viene venduta nei negozi di bricolage. Si corre il rischio di spendere molto e di non avere poi la qualità che vogliamo. È opportuno quindi acquistare legna di taglio misto, quindi sottile e a monconi, direttamente dalle persone che vivono in cascinali, o aziende preposte alla vendita. Bisogna inoltre prestare molta attenzione anche se decidiamo di acquistare la legna privatamente, specialmente se è di una certa qualità; infatti, generalmente vengono mischiati pezzi di qualità inferiore a quelli di qualità superiore facendoci pagare il tutto a prezzo pieno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come sistemare la legna nel garage

Con l'arrivo dell'inverno comincia il desiderio di accendere il proprio caminetto, a causa delle basse temperature che cominciano a farsi sentire. Chi ha la fortuna di avere un bel camino in casa, deve però provvedere a conservare bene tutta la legna...
Economia Domestica

Come risparmiare sulla legna del camino

Forse non tutti sanno che l'uso del camino risale a tempi antichissimi. Ormai siamo entrati nell'era della tecnologia, tuttavia il camino rimane il sistema di riscaldamento più ecologico e con il miglior rendimento termico. Esso ha ovviamente bisogno...
Economia Domestica

Come scegliere uno scaldabagno a legna

Se l'inverno si avvicina e state pensando di rimodernare il vostro sistema di riscaldamento dell'acqua potreste pensare di adoperare uno scaldabagno a legna. Lo scaldabagno a legna se ben scelto e dimensionato rispetto all'impianto idraulico della casa,...
Economia Domestica

Come scegliere la legna per il termocamino

Oggi l'uso in ambito domestico di un termocamino è sempre più frequente, dati i numerosi vantaggi che quest'ultimo comporta. Il termocamino, è in grado di diffondere un calore omogeneo e di asciugare l'umidità in eccesso. Se avete poco tempo a disposizione,...
Economia Domestica

Come accendere il fuoco in una stufa a legna

Le stufe a legna, come tutti sapete utilizzano il legno come combustibile. Esse possono essere realizzate in ghisa, in ceramica o in acciaio e possono diventare un vero e proprio oggetto di design. Attraverso il loro utilizzo si può ottenere una resa...
Economia Domestica

Come utilizzare il forno a legna

Chi ha un forno a legna in casa, ha una miniera. Prepararvi pane, pizze o dolci, assicura una qualità superiore ai cibi, conferendo aromi e profumi del tutto particolari. Avere delle buone ricette però, non è sufficiente per ottenere dei risultati...
Economia Domestica

Come installare una caldaia combinata

Con l'arrivo dell'inverno non si può fare a meno di accendere i riscaldamenti. Anche i consumatori più attenti, sanno che l'accensione della caldaia comporta dei costi notevoli, specialmente se si utilizza il gas metano. Un notevole risparmio sulla...
Economia Domestica

Come scegliere il pellet giusto

Negli ultimi anni, il pellet è diventato di uso comune per i nostri sistemi di riscaldamento come stufe, termocaldaie e termocamini; la sua resa calorica, che risulta essere molto alta, lo rende paragonabile ad altri combustibili utilizzati in questi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.