Come scegliere il piatto doccia

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

Qualora aveste ristrutturato il vostro bagno e voleste inserire nella stanza un angolo doccia, dovrete decidere con estrema attenzione dove andrete a posizionarla e di quali materiali vorrete che essa sia. La doccia è composta da varie parti, ma quella più difficile da scegliere è sicuramente il piatto doccia, dal momento che ne esistono di tantissime varietà, forme e materiali. La maggior parte delle persone è alla ricerca di un piatto doccia che sia, prima di tutto, facile da pulire ed elegante ma che, allo stesso tempo, non si rovini eccessivamente con il passare degli anni. Nella guida che segue, in pochi e semplici passi, vi spiegherò come scegliere il piatto doccia che fa al caso vostro.

24

Innanzitutto dovete sapere che esistono tantissimi tipi di piatti doccia. I più "famosi" sono quelli in resina che hanno la capacità di resistere al tempo e agli urti, ma soprattutto ai prodotti acidi che solitamente vengono utilizzati per rimuovere lo sporco dal piatto doccia. Ci sono quelli composti da minerali e resine la cui principale caratteristica è la facilità con cui possono essere puliti. Altra caratteristica fondamentale è quella di essere antiscivolo. Rispetto a quelli in resina questi sono molto più delicati.

34

Qualora voleste avere un piatto doccia molto "fine ed elegante", che si adatti allo stile del vostro bagno, sappiate che sul mercato, da diversi anni, esistono anche dei piatti doccia composti da materiali molto leggeri e delicati, come quelli in pietra naturale o quelli zigrinati, che però sono più difficili da pulire e possono rovinarsi facilmente per due motivi: il primo è che se utilizzaste prodotti estremamente corrosivi ed acidi, questi piatti, ovviamente, si corroderebbero. Il secondo motivo è legato alla loro leggerezza: anche la caduta di un oggetto, ovviamente piuttosto pesante, potrebbe rovinarli in maniera irreparabile. Ve lo sconsiglio qualora doveste avere dei bambini piccoli in casa.

Continua la lettura
44

Un piatto doccia può, infine, essere di tre tipologie: ad incasso (il piatto doccia viene inserito nel pavimento ma non è allineato con lo stesso pavimento), appoggiato (sono i classici piatti doccia che vengono inseriti nel pavimento e hanno un bordo piuttosto alto) ed infine a filo con il pavimento (sono inseriti nel pavimento e sono a filo con lo stesso, dunque privi di bordo). Ovviamente un piatto doccia può essere di qualsiasi forma, rettangolare, quadrato, rotondo oppure ad angolo. La forma varierà in base alle vostre esigenze ma soprattutto in base alla posizione della doccia stessa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come realizzare un piatto doccia in mosaico

Un piatto doccia in mosaico è un ottimo compromesso fra eleganza e funzionalità.Il bagno è forse la stanza più importante di una casa: riflette infatti la personalità delle persone che la abitano. Utilizzare un motivo a mosaico per riprendere i colori...
Ristrutturazione

Come scegliere la doccia adatta al bagno

Per un effetto bello ed elegante, è indispensabile sapere come scegliere la doccia adatta al bagno. Esistono molti fattori da considerare, tra cui la quantità dello spezio a disposizione, la forma della stanza e il suo stile. Inoltre, dovrete esaminare...
Ristrutturazione

Come costruire una parete in vetrocemento per doccia

Se nella vostra stanza da bagno intendete posare un piatto doccia come recinzione, potete optare per una parete in vetrocemento anziché quella in plexiglas, peraltro soggetta ad opacizzarsi e a graffiarsi. Il lavoro non è difficile, e richiede soltanto...
Ristrutturazione

Come rinnovare la doccia di casa

Se decidiamo di ristrutturare la doccia di casa bisogna cambiare i pannelli, il piatto doccia, ma specialmente le piastrelle. Questa operazione è abbastanza difficile da eseguire, ma se disponiamo di un'attrezzatura adatta ed abbiamo una buona dose di...
Ristrutturazione

Come installare un box doccia idromassaggio

Al giorno d'oggi, in commercio, esistono box doccia con idromassaggio di varie forme e dimensioni, in modo da poterle adattare correttamente alle proprie esigenze. I modelli sono infatti singoli, quadrati, ad angolo, con pareti in cristallo temperato...
Ristrutturazione

Come sostituire la vasca con un box doccia

All'interno della presente guida, come avrete facilmente compreso attraverso la lettura del titolo che l'accompagna, andremo a spiegarvi, passo dopo passo, come sostituire la vasca con un box doccia. Cominciamo il percorso. Se dovete ristrutturare il...
Ristrutturazione

Come realizzare un doccia in muratura

Le docce in muratura normalmente vengono installate quando la casa è di proprietà, poiché una volta fissate non possono essere rimosse a meno che non si vogliano sostituire. Le docce in muratura possono essere realizzate con i materiali che più si...
Ristrutturazione

Come installare una doccia da giardino

Chi possiede un giardino, può sentire l'esigenza soprattutto in estate di installare una doccia esterna. Essa risulta particolarmente utile durante la bella stagione per rinfrescarsi, oppure quando si effettuano dei lavoretti in giardino e non si vuole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.