Come scegliere il materiale per i piani di lavoro in cucina

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il piano cucina, o il top cucina, è sicuramente la parte esposta maggiormente all'uso quotidiano. Tagliare i cibi, appoggiare le pentole bollenti o preparare degli impasti sono tutte attività che possono facilmente danneggiare il nostro top cucina. Proprio per questo, il materiale del piano di lavoro dev'essere robusto e resistente, adatto all'uso quotidiano e piuttosto facile da pulire. Ma non dimentichiamoci che il piano di lavoro deve rispondere anche a delle esigenze estetiche. Ci si accorge presto, quindi, che la scelta del materiale per il piano di lavoro è piuttosto ardua e bisogna assolutamente mettere delle priorità. O si vuole privilegiare la resistenza o l'estetica o il fattore economico oppure l'igiene. Ecco come scegliere il materiale per i piani di lavoro in cucina.

25

Un piano cucina in legno è molto costoso, ma viene solitamente preferito dalle persone che sono attente all'aspetto ecologico. Il piano di lavoro in legno è molto piacevole al tatto ed offre davvero un aspetto unico, conferendo alla cucina un tocco di natura. In compenso, il legno è un materiale estremamente sensibile e che richiede molte cure, anche se preventivamente è stato trattato. È poco resistente ai graffi, all'umidità e al calore. In più, i graffi apportati al piano di lavoro in legno sono l'habitat perfetto per i batteri.

35

Tra le pietre naturali sono il marmo e il granito i materiali più utilizzati per i piani cucina. Tutti e due sono abbastanza costosi, ma il marmo, con le sue variazioni cromatiche, è ancora più pregiato e quindi richiede un investimento ancora maggiore. Il punto forte di questi top cucina, e specie di quello in marmo, è la loro estetica e infatti, vengono scelti soprattutto per questo. Per quanto riguarda le altre caratteristiche, le pietre naturali sono decisamente svantaggiate rispetto ad altri materiali per il piano cucina. Sono porosi, fanno penetrare facilmente liquidi e sono dunque poco resistenti alle macchie. Se, però, il granito si distingue per una maggiore resistenza e longevità, il marmo è anche poco resistente all'umidità.

Continua la lettura
45

l top cucina in acciaio inox rappresenta una delle soluzioni migliori. Il materiale più igienico che si possa trovare, l'acciaio inox è inoltre resistente al calore, agli urti e alle macchie. Presenta il vantaggio che il lavello e il piano cottura possono essere saldati senza lasciare punti di giunzione visibile e che possano trattener lo sporco e gli batteri. I piani cucina in acciaio inox si prestano particolarmente ad arredare le cucine moderne e dall'aspetto minimalista. L'unico difetto dell'acciaio inox è la sua resistenza minima ai graffi. Richiede anche una pulizia scrupolosa con dei prodotti particolari per l'acciaio, per evitare che si vedano impronte o strisce.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il granito e l'ardesia sono comunque adatti per stendere la pasta
  • Procurati sempre e comunque dei taglieri di legno di grandezza diversa

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Consigli nell’arredare una casa a due piani

Le case a sue piani, sono sicuramente più spaziose, più affascinanti ma non sono così facili da arredare e gestire. Se avete acquistato da pochissimo una casa nuova e non avete idea di dove posizionare tutti mobili per un bel salotto o per una comoda...
Arredamento

Piani di cottura in vetroceramica: guida alle caratteristiche

Ad oggi i piani di cottura in vetroceramica sono sempre più utilizzati, ma è bene conoscere tutte le caratteristiche prima dell'acquisto. Naturalmente, la scelta più semplice e veloce risulta essere quella di rivolgersi ad un professionista, ma questa...
Arredamento

5 errori da non commettere nell'arredo della tua cucina

La cucina è probabilmente la stanza più difficile da arredare in una casa, per svariati motivi. Innanzitutto, specialmente per noi italiani amanti della cucina, rappresenta un luogo da vivere tutti i giorni più volte al giorno. Di fondamentale importanza...
Arredamento

Come arredare la cameretta con materiale di riciclo

Arredare casa non è sempre facile. Le difficoltà aumentano specie quando si hanno pochi soldi e poco spazio. Bisogna ottimizzare gli ambienti a disposizione con poche risorse. Tuttavia, con un pizzico di buon gusto e di fantasia potrai ottenere dei...
Arredamento

Come illuminare la cucina

L'illuminazione è sicuramente una parte integrante ed essenziale di qualunque arredamento. Che si tratti di un corridoio, una stanza da pranzo, una camera da letto oppure una cucina, possedere delle lampade adeguate e una luce favorevole allo svolgimento...
Arredamento

Realizzare mobili con materiale di recupero

Nell'arredare casa spesso si sente la necessità di dare un'impronta personale ai propri mobili. Utilizzando degli arredi acquistati e creati in serie la cosa è abbastanza complicata, anche se non impossibile. Un'originale alternativa è creare dei mobili...
Arredamento

Come arredare la cucina con il pallet

Il pallet rappresenta un materiale di recupero che negli ultimi anni sta prendendo piede in maniera prepotente. La sua versatilità ci consente di utilizzarlo in molteplici forme nell'ambito dell'arredamento della nostra casa, offrendo soluzioni sempre...
Arredamento

Come scegliere un leggio da cucina

Numerosi sono gli accessori da cucina necessari per impreziosire da un punto di vista estetico questo importante ambiente della casa. Tra questi vi è anche il leggio, un elemento che può rappresentare non solo un oggetto d'ornamento, ma anche un supporto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.