Come scegliere e usare il termometro per alimenti

Tramite: O2O 13/11/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Non possiamo sapere se un cibo è stato cucinato in modo sicuro dalla vista, dall'odore o persino dal sapore. L'uso di un termometro per alimenti è l'unico modo sicuro per sapere se il cibo ha raggiunto una temperatura abbastanza alta da distruggere i batteri trasportati dagli alimenti. Questi termometri sono altamente tecnologici ma, allo stesso tempo, sono anche abbastanza semplice da utilizzare. Vediamo allora come scegliere e usare il termometro per alimenti.

27

Occorrente

  • Termometro per alimenti
37

Scegliere il termometro

La scelta del giusto termometro da cucina dipende soprattutto dai cibi, ma in generale si raccomanda ai consumatori di sceglierne uno digitale poiché è più sensibile. Un termometro analogico va bene per chi non cucina molta carne cruda e pollame, mentre i termometri digitali durano di più, sono più veloci, si connettono a internet e sono lavabili anche in lavastoviglie.
I termometri analogici non possono stare a contatto col cibo durante la cottura; vanno inseriti per 2,5 cm nella parte più spessa del cibo e forniscono la temperatura in 1-2 minuti. Possiamo utilizzare questo tipo di termometro per arrosti e zuppe, mentre non sono adatti per cibi sottili. I termometri digitali a lettura istantanea rimangono nel cibo durante la cottura, vanno inseriti a circa 1 cm di profondità e bisogna attendere solo 10 secondi per la temperatura; pertanto sono ottimi per misurare la temperatura di alimenti sottili e densi.

47

Calibrare il termometro

Se stiamo utilizzando per la prima volta un termometro per alimenti, è necessario effettuare la calibratura per assicurarci che ci fornisca una temperatura reale. Per calibrare un termometro da cucina, dobbiamo metterlo in acqua ghiacciata o acqua bollente e regolare il quadrante. È consigliabile eseguire la calibratura almeno una volta al mese, o prima di preparare pietanze abbondanti, oppure se ha subito un urto. Ad ogni modo, un termometro per alimenti deve essere calibrato più spesso se lo utilizziamo frequentemente.

Continua la lettura
57

Usare il termometro

Se stiamo cucinando carne cruda o pollame, cerchiamo di far entrare il sensore del termometro nella parte più spessa del muscolo, lontano dalle ossa. Nella maggior parte dei termometri digitali il sensore dista 2-3 mm dalla punta, mentre quelli analogici lo portano ad un centimetro di distanza. Se notiamo che la temperatura rilevata è inferiore a quella minima del cibo che stiamo preparando, laviamo bene il termometro prima di prendere un'altra lettura. Se il cibo è contaminato, il lavaggio della sonda aiuta a evitare di reintrodurre eventuali agenti patogeni sulla carne. A tal proposito, è bene prendere la temperatura in più punti del prodotto alimentare poiché il calore potrebbe essere distribuito in modo non uniforme, specialmente quando si cucinano alimenti a base di carne al microonde.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare correttamente gli alimenti nel freezer

Il freezer è un elettrodomestico che permette di conservare i cibi che si prevede di consumare in tempi medio lunghi. Il congelamento infatti, è un processo grazie al quale è possibile conservare i cibi il congelamento infatti, è un processo grazie...
Economia Domestica

Come congelare, scongelare e consumare gli alimenti

La conservazione dei cibi è fondamentale per garantirne la durata. Esistono moltissime tecniche che permettono agli alimenti di conservarsi nel tempo. Una delle più moderne, oramai irrinunciabile, è quella della congelazione. Surgelare i cibi permette...
Economia Domestica

Guida agli alimenti da tenere sempre in dispensa

Chi possiede una dispensa conosce bene la sua utilità e funzionalità; infatti, permette di tenere sempre a portata di mano tutti quei cibi che serviranno poi alla preparazione delle varie pietanze, oltre che alcuni prodotti indispensabili per il loro...
Economia Domestica

5 alimenti da non scaldare al microonde

In ogni cucina è ormai presente il tanto utilizzato forno a microonde. Questo pratico accessorio permette di scaldare le pietanze, scongelarle e cuocerle. Viene utilizzato anche in alcune ricette per qualche cottura particolare, ma l'uso più diffuso...
Economia Domestica

Come conservare gli alimenti in salamoia

Molti hanno la passione di preservare gli alimenti in salamoia, che possono essere olive, oppure peperoni, o ancora dei buonissimi funghi e così via dicendo. Ma prima di tutto, bisogna sapere cos'è la salamoia e sopratutto come la si può creare. La...
Economia Domestica

10 consigli per conservare gli alimenti nel frigorifero

Una volta acquistato un prodotto, è fondamentale il modo in cui esso va conservato. Regole precise e buone norme igieniche rivestono davvero un'importanza notevole. In questa guida vogliamo illustrarvi 10 consigli per conservare gli alimenti nel frigorifero....
Economia Domestica

Come cucinare col wok

Il wok è un tegame molto usato nei paesi asiatici con una forma arrotondata ed i lati lunghi inclinati, la cui superficie può essere riscaldata a temperature molto elevate e utilizzando poco gas. Il wok è comunemente associato alla tecnica di frittura,...
Economia Domestica

Come conservare i cibi in frigorifero con i contenitori

Siete stanchi di gettare alimenti andati a male in frigorifero? Sapevate che le modalità di conservazione nei moderni frigoriferi influenzano (e di molto) i tempi di mantenimento?I refrigeratori no-frost (come la quasi totalità dei dispositivi moderni)...