Come sbiancare un mobile con candeggina

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il passare del tempo e l'uso possono rovinare gli strati di pittura o macchiare la superficie naturale del legno. Nel primo caso il lavoro da svolgere è duplice: innanzitutto si deve eliminare lo/gli strati di vernice che coprono il legno, detta sverniciatura, con carta vetrata, soda caustica o con uno sverniciatore chimico come il decapante. Dopo aver tolto tutta la vernice si arriva al legno e talvolta potrebbe capitare che proprio il legno del mobile, specialmente se di abete, possa apparire macchiato e non omogeneo. È certamente in questo caso che entra in gioco la candeggina. Se volete avere maggiori informazioni in merito a tale argomento, seguendo i consigli presenti all'interno della seguente guida, vedrete come sia possibile sbiancare un mobile con la candeggina.

26

Occorrente

  • guanti, abiti da lavoro e mascherina
  • acqua
  • candeggina
  • spugna
  • spazzola
  • alcol etilico
  • acido ossalico
  • carta vetrata
  • varechina bicomponente
36

Come prima cosa salvaguardate le vostre mani, indossando un paio di guanti, e gli abiti, utilizzando quelli da lavoro. Posizionatevi successivamente in un ambiente ben ventilato, perché le esalazioni del prodotto sono molto irritanti e dannose per la vostra salute. Se il liquido dovesse cadere accidentalmente sul vostro corpo, lavatevi la pelle e seguite alla lettera le istruzioni del produttore indicate sul prodotto. Preparate quindi una soluzione con acqua e candeggina al 30% e tamponate la superficie con una spugna passandola sul mobile nel senso della venatura, facendo dei passaggi lunghi e regolari.

46

Terminato questo trattamento su tutta la superficie, lasciate agire la soluzione appena passata sul mobile per qualche ora. Trascorso il tempo necessario sciacquate tutto con acqua corrente e spazzola, fino a quando non avvertite più l'effetto viscido caratteristico della candeggina. Catalizzate infine con alcol etilico o acido ossalico e, sulle macchie particolarmente scure, versatene alcune gocce direttamente sul legno.

Continua la lettura
56

Un'alternativa a questa metodologia può essere la smacchiatura con varechina bi-componente, prodotto molto potente, quindi da utilizzare con molta cautela per non provocare scolorimento al legno. Anche questo è un procedimento molto semplice: inizialmente applicate il primo componente e lasciatelo penetrare, poi stendete anche il secondo ed il legno si schiarirà. Neutralizzate seguendo le istruzioni sulle confezioni dei componenti. Arrivati a questo punto potete decidere di dare una mano di vernice sul legno o, in alternativa, lasciarlo grezzo.  

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come sbiancare il nylon

Il nylon è un tessuto che tende a diventare giallo nel tempo, anche quando viene trattato con cura. Questo tessuto, soprattutto quando è bianco è un vero e proprio magnete in grado di attirare salsa, caffè e qualsiasi altro materiale liquido. Se si...
Pulizia della Casa

Come lavare i capi bianchi con la candeggina

Il lavaggio di un capo di biancheria è una cosa molto seria. Un errore di valutazione può compromettere irrimediabilmente il colore e la qualità del tessuto. Per garantire il candore ai capi bianchi si ricorre alla candeggina. Si tratta di una soluzione...
Pulizia della Casa

Come Smacchiare Con La Candeggina

Il buon risultato della smacchiatura dipende spesso dalla rapidità con cui si procede ad eliminare le macchie: infatti, una macchia vecchia diventa molto più difficile da togliere. In questa guida ci occupiamo quindi, di come smacchiare con la candeggina,...
Pulizia della Casa

Come rimuovere le macchie di candeggina dai tessuti

Durante le pulizie e le faccende domestiche capita spesso di utilizzare una moltitudine di prodotti. Ognuno di essi svolge una funzione diversa ed è utile ad uno o più scopi. Nel trattamento di capi e indumenti possiamo fare affidamento su diversi agenti...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore della candeggina dalle mani

C'era urgenza di fare alcune pulizie in casa, usando la candeggina, e ti sei accorta all'ultimo momento di aver finito il pacco dei guanti in lattice? A fine lavoro, purtroppo, su esse ti sarà rimasto sicuramente un odore di molto intenso e pungente....
Pulizia della Casa

Come sbiancare i contenitori di plastica ingialliti

I contenitori in plastica sono ideali per poter conservare gli alimenti. Col passar del tempo e con l'utilizzo essi tendono a macchiarsi; infatti, assumono una tonalità di giallo poco gradevole a vedersi. Per evitare di gettarli e per cercare di risparmiare...
Pulizia della Casa

Come sbiancare le tende gialle

Perché la nostra casa risulti sempre in ordine e confortevole dobbiamo dedicarle tante cure. La pulizia e l'igiene sono quindi prioritarie. Per goderci davvero l'ambiente domestico non possiamo prescindere da questo. La salubrità di salotto, camera...
Pulizia della Casa

Come sbiancare la parte bianca di un vestito colorato

Quando arriva il momento di fare il bucato solitamente si smistano i capi da lavare separando i bianchi dai colorati. Alcuni indumenti tuttavia presentano zone bianche miste ad altre colorate, ed in questo caso il lavaggio diventa un po' più elaborato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.