Come riutilizzare gli scarti delle verdure in cucina

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Ridurre gli sprechi è da sempre pratica buona e giusta, riducendo rifiuti e massimizzandone l'utilizzo.
Così facendo si andrebbe inevitabilmente a ridurre le spese, sfruttando al massimo ciò che si ha già in casa. La cucina, ad esempio, è il luogo in cui gli sprechi sono all'ordine del giorno; avanzi di pranzi, cene, cibo scaduto, pane avanzato, rubinetti aperti oltremodo durante le faccende "culinarie". Insomma una fabbrica "imperfetta" di pasti e pietanze gustose e ricche. Successivamente vedremo come riutilizzare gli scarti delle verdure in cucina, attraverso metodi semplici ma efficaci che consentiranno, tra l'altro, di ridurre anche la produzione di rifiuti.

25

Un primo metodo per riutilizzare gli scarti delle verdure è quello di impiegarli per creare un dado granulare da cucina, assolutamente naturale perché privo delle sostanze e conservanti con i quali vengono arricchiti i dadi che troviamo in commercio. La preparazione di questo dado prevede l'utilizzo di diversi scarti di verdure come le bucce di carota, le radici e le foglie esterne della cipolla, le bucce di pomodori e dei peperoni. Oltre a questi ingredienti servirà del rosmarino, del prezzemolo, uno spicchio d'aglio e del sale. Dopo aver stufato lentamente in una pentola le verdure assieme alle erbe e al sale (ogni 100 gr di verdure aggiungere 50 gr di sale) aggiungere mezzo bicchiere scarso di vino e pari quantità di acqua.

35

Cuocere il tutto fino a che l'acqua non evapora completamente. Nel caso non si disponga di un essiccatore, disporre le verdure su una teglia essiccandole in forno per circa 3 ore e ad una temperatura di 100 gradi.
Trascorso questo tempo, versare il composto in un frullatore e macinare il tutto molto finemente, raccogliendo infine il composto ottenuto in un barattolo di vetro in cui potrà essere conservato tranquillamente per qualche mese a temperatura ambiente.

Continua la lettura
45

Gli scarti delle verdure in cucina possono essere riutilizzati anche per creare nuove ricette.
Con la buccia delle patate biologiche, ad esempio, si possono utilizzare per ottenere delle ottime patatine, simili a quelle fritte. In pratica si tratta di cuocere nel forno le bucce disposte su una teglia rivestita da carta forno, oppure direttamente in padella con un po' di olio.

55

I numerosi scarti derivati dal carciofo sono ottimi per realizzare dei decotti depurativi, utili per contrastare il colesterolo. Sempre i carciofi, questa volta interi e sminuzzati con un frullatore ad immersione, consentono di ottenere una crema ideale per condire diversi primi piatti di pasta.
Tra i vari condimenti per i primi piatti troviamo i gambi degli asparagi che devono essere cotti assieme alla cipolla e a due noci di burro per qualche minuto. Con la scorza delle carote, assieme a due cucchiai di miele (sostanzialmente per togliere l'amaro) è possibile creare una salsa dolce ottima per condire il pesce. Infine gli avanzi delle verdure "verdi" (insalata, spinaci) se lessati sono un'ottima pietanza gustosa se condita con olio e aceto.

Ora non avete più scuse per non riutilizzare gli scarti delle verdure in cucina!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

5 consigli per non buttare gli scarti delle verdure

Scartare e buttare il cibo è uno degli errori più comuni commessi da tutte le persone che amano cucinare in abbondanza, ma anche da chi non ha la minima sensibilità nel buttare qualsiasi tipologia di alimento. Esistono svariati modi di poter salvare...
Economia Domestica

10 consigli contro lo spreco alimentare

I dati sono davvero allarmanti: secondo quanto affermato dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO), nei paesi più sviluppati si sprecano ogni anno circa 220 milioni di tonnellate di generi alimentari. Una cifra...
Pulizia della Casa

Come prevenire e combattere la tignola nelle dispense

La tignola è un piccolo insetto che infesta le dispense alimentari all'interno delle quali vengono conservati gli alimenti secchi, come ad esempio: cereali, legumi, frutta secca, farine, biscotti, pasta, ecc... In questa guida saranno illustrati diversi...
Pulizia della Casa

Come differenziare correttamente l'immondizia

In molte zone d'Italia, la raccolta differenziata è una realtà in continua espansione; pensate che in alcuni paesi questo tipo di raccolta ha raggiunto l'80% sul totale dei rifiuti prodotti. Differenziare correttamente l'immondizia, significa non solo...
Economia Domestica

Come riciclare i rifiuti della cucina

In ogni casa l'ambiente riservato alla cucina è quello dove si vive di più e pertanto è il luogo dove si producono molti rifiuti, soprattutto se si tratta di una famiglia numerosa. Ormai da diversi anni i vari comuni italiani si stanno attrezzando...
Pulizia della Casa

Come smaltire i rifiuti della cucina e del giardino

La gestione dei rifiuti, diventa assai importante per salvaguardare l'ambiente e per contribuire quindi alla lotta del rispetto del nostro pianeta; per smaltire i rifiuti della cucina, come il cibo e nel caso in cui abbiate un giardino, del fogliame,...
Ristrutturazione

Guida alle stufe ecologiche

Con il prezzo dell'energia che continua a salire, così come quello del gas, si può pensare di utilizzare delle fonte energetiche alternative, magari più ecocompatibili. Quando dobbiamo decidere come riscaldare la nostra casa, è fondamentale scegliere...
Economia Domestica

Come riutilizzare gli avanzi di cibo in cucina

Una caratteristica della cucina casalinga di un tempo, soprattutto di quella contadina e del dopoguerra, era la capacità di riutilizzare gli avanzi di pranzi e cene, per creare saporite e prelibate pietanze. In quelle condizioni ed a quel tempo l’imperativo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.