Come ristrutturare un seminterrato

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ci sono davvero tantissime abitazioni dove è presente una cantina abbastanza grande al di sotto, oppure, come nella maggior parte dei casi è presente un seminterrato. Risulta molto raro che il seminterrato venga adibito per l'uso incorporato all'abitazione, in quanto quasi sempre non riceve luce, e quindi gli si preferisce mettere al suo interno oggetti che per esempio non possono essere tenuti in casa, come oggetti rotti, oppure vecchi ricordi magari un poco ingombranti. Anche se non dovete vivere nel vostro seminterrato non significa che non dobbiate tenerlo con ordine e pulizia. In seguito in questa guida vedremo nel modo più semplice e chiaro possibile come ristrutturare un seminterrato.

26

Occorrente

  • vernice, stucco, pennelli, carta vetrata.
36

La carteggiatura

Come prima cosa potrete preparare una camicia di stucco. Successivamente carteggiate per bene il muro privandolo di qualsiasi protuberanza. Una volta fatto questo primo passo, potrete proseguire tinteggiando il tutto con la vernice del colore che preferite. È consigliabile dipingere le pareti di bianco per dare più luminosità al locale.

46

Perlustrazione e controllo


Quando avrete completato il lavoro elencato nel passo numero uno, ossia quando avrete terminato di tinteggiato le pareti del vostro seminterrato, dovrete procedere ad una fase di perlustrazione ed eventuale sostituzione. Isolerete le finestre con del nastro. Ideale per sigillature ermetiche dei raccordi alle finestre. Non dimenticate di dare un occhiata anche al bagno. In particolar modo la base dei sanitari. Nel caso ci fossero delle piccole perdite d’acqua, con una siringa lasciate una invisibile striscia di silicone. Per sicurezza cambiate anche i flessibili dei sanitari.

Continua la lettura
56

Controllo impianto e arredo

Come terzo ed ultimo passo, dovrete procedere controllando anche l’impianto elettrico. Ricordatevi di verificare che sia tutto a norma di legge. Prima di mettere i mobili, fate passare una macchina levigatrice sul pavimento che lo renderà lucido. Se le porte del vostro seminterrato sono di legno, allora potrete provvedere a ridipingerle con della vernice lucida. A questo punto, potrete passare all'ultima fase della ristrutturazione, ossia la fase di arredo, potrete scegliere se acquistare i mobili, oppure in alternativa, acquistarli in parte mantenendo quelli che più vi convincono. Ricordatevi che risulterà importante che il seminterrato risulta gradevole alla vista. A questo punto avrete finalmente terminato la ristrutturazione del vostro seminterrato, se non sapete come arredarlo e avete poca fantasia, potrete benissimo chiedere consigli ad amici o famigliari.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dipingere le pareti di bianco, da più luminosità al locale
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Seminterrato: 5 modi per utilizzarlo

Un locale seminterrato rappresenta spesso un ambiente che va utilizzato con intelligenza e praticità. Occorrerà solo avere le idee giuste su come sistemarlo e su quale utilizzo farne esattamente. A tal proposito, le possibilità sono davvero molte:...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un trullo

Entrando nel vivo di questa guida nell'immediato, specifichiamo la tematica che svilupperemo: la ristrutturazione. Non saranno delle indicazioni classiche, però, in quanto proveremo a farvi qualche dritta su come ristrutturare un trullo, ovvero una costruzione...
Ristrutturazione

Come ristrutturare una cascina

Sempre più persone non tollerano lo stress e lo smog di città. Si rivaluta così la campagna. Oltre ai vantaggi economici, migliora la qualità della vita. Se possiedi già una vecchia cascina potrai trasformarla in un luogo abitabile ed accogliente....
Ristrutturazione

Come ristrutturare la cucina

Se abbiamo un ambiente cucina da ristrutturare, è importante adottare alcuni accorgimenti atti a renderla funzionale, elegante ed adeguata al design e allo stile impostato. Per ottimizzare il risultato, si può intervenire con piccoli e grandi lavori,...
Ristrutturazione

Come ristrutturare il pavimento di un cortile

Ristrutturare il pavimento di un cortile richiede alcune piccole accortezze. A seconda del materiale di rivestimento, bisogna seguire tecniche differenti. In questo tutorial, vi aiuteremo nell'intento. Vi mostreremo come ristrutturare un cortile in cemento....
Ristrutturazione

Come ristrutturare il soffitto

Quando si acquista un appartamento già esistente, nella maggior parte dei casi si procede alla sua ristrutturazione (dei pavimenti, delle pareti, dei sanitari e dei soffitti) e, precisamente, si potrebbe scegliere di rivestirlo, trasformarlo in legno,...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un soppalco in legno

Quando i soffitti di un'abitazione sono parecchio altri, spesso si amplia lo spazio della casa costruendo un comodo soppalco. Il soppalco non è assolutamente una costruzione moderna, perché anche anticamente, venivano costruiti soppalchi in ferro battuto...
Ristrutturazione

Come ristrutturare le finestre

"Il tempo sovrano scalfisce la pietra". È inevitabile: il tempo che passa, l'usura dovuta all'utilizzo, la lotta contro gli agenti atmosferici, non fanno altro che far apparire vecchie e malandate le nostre care finestre composte da un elegante (almeno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.