Come ristrutturare un lampadario in ferro battuto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'arredamento di casa è sottoposto a vari processi nel tempo. Può infatti accadere che ci venga a noia, e che vogliamo modificarne alcune parti. Oppure ancora potrebbe rovinarsi o assumere un aspetto vecchio, e questo vale anche per il lampadario in ferro battuto. Questo particolare elemento d'arredo impreziosisce differenti tipi di abitazione. Si adatta bene allo stile classico, rustico, ma se scelto con cura, addirittura ad uno stile più moderno. Per questo spieghiamo come ristrutturare un lampadario in ferro battuto, per trarre da esso nuovi spunti. Un processo non complicato che ridarà fantasia alla nostra casa.

26

Occorrente

  • Prodotto antiruggine
  • Carta vetrata
  • Vernice nera
  • Filo elettrico
36

Staccare il lampadario

Per prima cosa, bisogna staccare la luce nel caso in cui il lampadario sia ancora attaccato. Si tratta di un passo importantissimo per evitare malfunzionamenti e scosse. Smontate poi il lampadario dal soffitto. Dopodiché staccate delicatamente i fili elettrici, con molta attenzione. Per questo procedimento è bene ricordare la posizione del filo e i suoi passaggi. Potete scattare una fotografia di come sono i fili al momento, per averla ben presente dopo. Molto probabilmente i fili passeranno all'esterno del ferro. Questo accade a meno che non vi sia un disegno che prevede alcuni portalampada particolari sempre in ferro battuto. Terminata questa fase preliminare, possiamo procedere a ristrutturare davvero il lampadario.

46

Opportunità per ristrutturare il lampadario

Il metodo più veloce e pulito per ristrutturare è quello della sabbiatura. Si tratta di un procedimento molto accurato. Esso consente la pulizia della superficie del ferro da eventuali incrostazioni e ruggini. Si realizza per mezzo della pressione della sabbia che gli viene scagliata contro. Ovviamente per fare questa operazione è necessario avere la strumentazione adatta. Se non ne siete in possesso o non sapete come utilizzarla, potete procedere con la tradizionale carta vetrata e tanta pazienza. Eliminate ogni tipo di scorie e portate a vivo il ferro.

Continua la lettura
56

Come riportare a nuovo il lampadario

Passate un panno con dell'acqua raggia per eliminare ogni frammento di polvere. A questo punto, iniziate passando la prima mano di antiruggine. Una volta asciutto, passate una seconda volta il prodotto antiruggine. Aspettate che l'asciugatura sia completa e perfetta. A questo punto siete pronti per dare la prima mano di vernice colore nero opaco o lucido, per donare l'antico splendore al ferro. Se necessario potete procedere con una seconda mano. In tal caso, state sempre molto attenti a non abbondare con la vernice sul pennello, per evitare le scolature. Ora potete montare l'impianto elettrico nuovo, esattamente come quello originario. Appendetelo nella stanza di destinazione e godetevi tutto il suo splendore.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se necessario potete procedere con una seconda mano, stando sempre molto attenti a non abbondare con la vernice sul pennello per evitare le scolature.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come scegliere le ringhiere in ferro battuto

Quando si deve selezionare una ringhiera per il terrazzo, si hanno numerose opzioni da considerare. Il legno rappresenta uno dei materiali più adoperati per le ringhiere tradizionali. Le alternative vinile o alluminio (più economiche) sono capaci di...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un soppalco in legno

Quando i soffitti di un'abitazione sono parecchio altri, spesso si amplia lo spazio della casa costruendo un comodo soppalco. Il soppalco non è assolutamente una costruzione moderna, perché anche anticamente, venivano costruiti soppalchi in ferro battuto...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un soppalco

Quando si acquista una abitazione con i soffitti molto alti, molto spesso è sicuramente consigliato installare dei soppalchi, per creare un secondo livello utile da sfruttare in qualsiasi maniera. Il soppalco però non può sicuramente mantenersi per...
Ristrutturazione

Come ristrutturare il cemento armato

Il cemento armato è una particolare tipologia di calcestruzzo, ed è utile per far sì che le strutture si mantengano molto più solide e resistenti nel tempo. Contrariamente al comune cemento, il cemento armato contiene al suo interno delle parti di...
Ristrutturazione

Come restaurare una ringhiera in ferro

Le ringhiere in ferro, specie se battuto, sono molto belle e robuste e tendono quindi a vivere molto più a lungo rispetto ad altri tipi di ringhiere. Queste vengono utilizzate ">non solo per proteggere, ma anche per abbellire scale, terrazze e balconi,...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un edificio storico

Abitare in un centro storico è sicuramente un grande vantaggio. Il centro storico è infatti composto da moltissimi edifici antichi di grande valore, caratterizzati da architetture originali antiche e molto particolari. Ogni centro storico di qualsiasi...
Ristrutturazione

5 idee per ristrutturare un monolocale

Il monolocale è da sempre uno spazio abitativo sinonimo di ambiente piccolo e a volte angusto. Grazioso sì, ma pur sempre difficile da abitare e da vivere. Ma questa idea è da sfatare. Soprattutto se si ha l'arte e il buon gusto di intervenire in modo...
Ristrutturazione

10 idee per ristrutturare il bagno

Avete da poco provveduto all'acquisto di un appartamento e desiderate procedere alla sua ristrutturazione (in modo da poterla rendere maggiormente adeguata alle vostre necessità) oppure intendete fornire un tocco davvero nuovo ad una vecchia stanza,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.