Come ristrutturare un edificio tutelato dalla sopraintendenza

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se vivi in un edificio di oltre duecento anni fa, questo potrebbe essere tutelato dalla sopraintendenza della tua città di appartenenza. Cosa significa che un edificio è tutelato dalla sopraintendenza? Significa che è un importante patrimonio artistico del comune in cui abiti. Un edificio magari di una particolare bellezza artistica, architettonica o di un importantissimo valore storico. Fin qui nessun problema, anzi non puoi che sentirti un privilegiato nell'abitare o essere addirittura proprietario di un edificio così. I problemi iniziano se e quando deciderai di ristrutturarlo. Infatti questi edifici sottostanno a tutta una serie di vincoli e procedure specifici. In questa breve guida ti forniremo qualche utile consiglio su come ristrutturare un edificio tutelato dalla sopraintendenza. Buona lettura!

27

Occorrente

  • pratiche burocratiche
37

Se la casa è considerata immobile di pregio viene sottoposta a dei vincoli artistici, in questo caso non è possibile iniziare i lavori di ristrutturazione senza aver chiesto l'autorizzazione alla sopraintendenza. Per ottenere il via libera ai lavori bisogna presentare un progetto di ristrutturazione stilato da un professionista abilitato, e in seguito portarlo prima al comune che si occupa dei controlli tecnici e poi alla sopraintendenza per quelli artistici.

47

Se il progetto viene giudicato idoneo si possono iniziare i lavori, spesso però le normali imprese edili non sono autorizzate a compiere questo tipo di opere, per cui è necessario affidare i lavori al personale che ti verrà segnalato dal comune. Come è prevedibile i costi dei lavori possono essere molto più alti rispetto a una normale ristrutturazione e inoltre ogni piccolo errore potrebbe costare la sospensione dei lavori. Per questo motivo è utile provvedere ad una attenta valutazione della cosa prima di procedere con i lavori.

Continua la lettura
57

In conclusione ricorda che la legge attuale prevede che tutti gli edifici di civile abitazione siano considerati antichi dopo i 50 anni di età, se però oltre all'anzianità si aggiunge anche il valore storico artistico la casa è legata alla sopraintendenza. Bisogna innanzitutto verificare se la casa in questione è soggetta a dei vincoli di natura storico, culturale o artistica che la mettano in condizione si essere considerata come edificio di pregio. Per farlo è necessario rivolgersi agli uffici comunali competenti del comune nel quale si trova l'immobile; a seguito di questa verifica è possibile conoscere la valutazione catastale dell'immobile e l'esistenza di eventuali tutele storiche.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Seguite tutte le procedure, eviterete multe anche salate!!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come scegliere l’isolante per coibentare termicamente un edificio

Se si isola termicamente un'abitazione si ha sicuramente un'inferiore dispersione di calore. Così facendo si riesce a ridurre notevolmente il dispendio energetico necessario per riscaldare l'appartamento durante la stagione invernale e per mantenerla...
Ristrutturazione

Come migliorare la classe energetica dell'edificio

Negli ultimi anni il risparmio di energia è diventato un problema ma anche un'esigenza di molte persone. Difatti in molti tendono a cercare di rendere la propria casa molto più efficiente a livello energetico, riducendone i consumi e di conseguenza...
Ristrutturazione

Come ristrutturare una cascina

Sempre più persone non tollerano lo stress e lo smog di città. Si rivaluta così la campagna. Oltre ai vantaggi economici, migliora la qualità della vita. Se possiedi già una vecchia cascina potrai trasformarla in un luogo abitabile ed accogliente....
Ristrutturazione

Come ristrutturare un villino

Con l'arrivo dell'estate, ma anche con la primavera, ci si sente maggiormente inclini a prendere in considerazione la messa in cantiere di alcuni interventi, modifiche e variazioni di sorta sulle proprie proprietà. Questo magari perché l'inverno ha...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un vecchio casale

Delle volte, passeggiando per graziose strade di campagna, capita di scorgere dei tipici casali e fantasticare su di essi, pensando di acquistarne uno per viverci in tranquillità con tutta la famiglia. Queste strutture spesso appartengono a contadini...
Ristrutturazione

Come trovare un immobile da ristrutturare

Il momento in cui si trova un immobile da ristrutturare è importante osservare non solo lo stato effettivo dell'appartamento ma, prestare molta attenzione ai piccoli ma fondamentali dettagli come: i pavimenti, le murature, gli infissi, molto importanti...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un muro in sasso

La pietra, come elemento da costruzione, ha tradizioni davvero remote. Per questo uso è perfetta: dura, compatta e resistente. Al giorno d'oggi la pietra si adopera in blocchi di sassi, congiunti da grassello di calce. Un muro esterno per un edificio,...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un rustico

La ristrutturazione di un rustico richiede diversi investimenti, poiché potrebbe interessare la struttura in sé che nel tempo accusa "acciacchi" da invecchiamento oppure richiedere un adeguamento degli impianti alla normativa vigente o ancora riguardare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.