Come risparmiare soldi con il riscaldamento elettrico

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il riscaldamento è certamente uno dei bisogni di cui necessitiamo durante l'inverno, ma spesso le bollette che giungono a casa sono salate e proibitive, per questo bisogna trovare un modo per risparmiare sul riscaldamento. In questa guida illustrerò dettagliatamente come risparmiare soldi con il riscaldamento elettrico. Questi suggerimenti non solo sono utili a ridurre l'entità delle bollette, ma daranno una mano anche alla natura, in quanto si ridurranno i fumi e le dispersioni di gas dannosi per l'ambiente e l'ecosistema.

25

Ispezionare l'impianto di riscaldamento

Innanzitutto inizia a fare una ispezione dettagliata agli impianti della tua casa per controllare che siano funzionanti e in perfetto stato, in modo da pensare poi a una effettiva opera di risparmio energetico e godere dei conseguenti miglioramenti. Comincia ad isolare le pareti dell'abitazione e i soffitti, e ad installare finestre con doppi vetri, per evitare dispersioni di calore. Successivamente, tampona le perdite d'aria intorno alle porte e finestre con adeguati paraspifferi per aiutare a mantenere il calore all'interno degli ambienti. Pulisci inoltre i filtri e i condotti d'aria regolarmente, seguendo le istruzioni fornite in dotazione.

35

Abbassare il termostato durante la notte

Abbassa il termostato durante la notte anche in inverno, e se puoi spegnilo. Invece di aumentare in maniera eccessiva la temperatura all'interno dell'abitazione, che oltretutto non è molto benefico per la salute, indossa abiti caldi e attiva i termosifoni solamente nelle stanze che utilizzi maggiormente. A tale scopo, invece di utilizzare un sistema di riscaldamento centralizzato in ogni ambiente singolo, chiudi i condotti nelle stanze che usi raramente, come ad esempio il ripostiglio o la camera degli ospiti. Inoltre, sarebbe bene installare un timer per il termostato in modo che sia regolabile accendendosi solo a orari prestabiliti e alla giusta temperatura.

Continua la lettura
45

Stufa a pellte

Considera l'utilizzo di una stufa a pellet se hai una abitazione di grandi dimensioni e non vuoi sfruttare per tutte le stanze l'impianto tradizionale elettrico. Un singolo dispositivo, anche di piccole dimensioni, è in grado di riscaldare adeguatamente ben cinquanta-sessanta metri quadri, in maniera ecologica e con una minima spesa per il materiale. È consigliabile, inoltre, evitare assolutamente di accendere stufe e stufette a corrente elettrica, perché sono molto dispendiose e non forniscono una quantità di calore tale da giustificare il prezzo della bolletta. Se vuoi fare un investimento a lungo termine, adotta dei pannelli fotovoltaici, che riscaldano efficacemente senza sprechi di denaro e in maniera assolutamente ecologica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come risparmiare con il riscaldamento autonomo

A causa della crisi economica che imperversa in Europa e soprattutto in Italia, negli ultimi anni, molte famiglie cercano di risparmiare in vari modi. Una delle voci che incide maggiormente sul bilancio economico, è quella relativa alle bollette di luce...
Economia Domestica

Come risparmiare con una stufa a petrolio

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una crescita esponenziale la preferenza per i sistemi di riscaldamento con una stufa a petrolio rispetto a quello tradizionale. Il riscaldamento con stufa a petrolio ha delle limitazioni che influiscono molto sulla...
Economia Domestica

Vantaggi e svantaggi del riscaldamento a battiscopa

Se la tua abitazione non è dotata di un sistema di riscaldamento centrale, mantenerla adeguatamente calda durante i mesi invernali potrebbe richiedere l'uso di soluzioni supplementari, tra cui l'innovativo riscaldamento a battiscopa. I caloriferi tradizionali...
Economia Domestica

Come risparmiare con le stufe a pellet e o termo camini

In vista dell'inverno e per contrastare i consumi che riguardano le modalità di riscaldamento delle vostre case è bene pensare a quelle più convenienti e che vi diano anche la possibilità di tutelare l'ambiente. Ne esistono tuttavia di diversi generi,...
Economia Domestica

Riscaldamento autonomo o centralizzato: il più conveniente

Avere il riscaldamento in casa è divenuto un comfort ormai indispensabile per ciascuna abitazione, seppure si tratta di uno degli elementi offerto non da molto dagli studi della scienza e della tecnologia. La nostra Italia, seppure molto estesa e con...
Economia Domestica

Come risparmiare con lo scaldabagno a gas

Lo scaldabagno è un elettrodomestico utilizzato per la produzione di acqua calda, può essere alimentato ad energia elettrica o a gas. Vediamo insieme le caratteristiche dello scaldabagno a gas. Senza dubbio questa tipologia è in assoluto la migliore...
Economia Domestica

Come risparmiare sul gas propano

Il gas propano è un idrocarburo derivato dalla distillazione del petrolio che, miscelato con altri gas come butene, propene e butano, dà origine a quello che noi chiamiamo comunemente GPL, acronimo di Gas di Petrolio Liquefatto, molto utilizzato come...
Economia Domestica

Come eliminare l'aria in un impianto di riscaldamento

Per avere una maggiore efficienza energetica, le nostre abitazioni necessitano di costante manutenzione. L'impianto di riscaldamento viene utilizzato per lunghi periodi, ogni anno. L'utilizzo comporta l'accumulo di aria nelle condotte. Essa, espandendosi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.