Come risparmiare con lo scaldabagno a gas

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Lo scaldabagno è un elettrodomestico utilizzato per la produzione di acqua calda, può essere alimentato ad energia elettrica o a gas. Vediamo insieme le caratteristiche dello scaldabagno a gas. Senza dubbio questa tipologia è in assoluto la migliore per distribuire acqua calda in casa. L'impianto consente di ottenere un flusso costantemente riscaldato, senza problemi di improvvisi raffreddamenti e con apposite regolazioni, è possibile personalizzarne l'uso secondo le proprio preferenze. Per risparmiare, evitando quindi bollette particolarmente salate, c'è bisogno di informazioni particolari, soprattutto in famiglie numerose dove le docce e gli usi quotidiani sono maggiori rispetto a quelle con poche persone. In questa guida potrete trovare alcuni consigli su come risparmiare con lo scaldabagno a gas.

24

Evitare lo scaldabagno elettrico

Lo scaldabagno elettrico è sicuramente il più diffuso ma anche il meno economico a causa della grande quantità di energia elettrica che assorbe. Infatti, dopo aver riscaldato l'acqua la mantiene all'interno di un serbatoio ad una temperatura compresa tra i 35 e i 60 gradi, per far si che l'acqua non si raffreddi lo scaldabagno rimane costantemente acceso consumando moltissima energia. Il modello a gas invece, si attiva nel momento in cui apriamo il rubinetto dell'acqua riscaldandola e permettendo quindi di risparmiare energia.

34

Installazione e funzionamento

Dopo l'installazione della caldaia, occorrerà assicurarsi che la fiamma pilota sia costantemente accesa e libera da intoppi. La manutenzione è quindi fondamentale, infatti il mal funzionamento dell'intero impianto è la prima causa di elevato consumo. Per quanto riguarda la taratura del bruciatore essa può essere media, alta e ovviamente bassa, ogni posizione ha una funzione specifica. Se per esempio il riscaldamento a gas serve per usi non personali, ma ad esempio per la cucina, la taratura è bene che sia impostata sul valore medio. Per la vasca da bagno e per la doccia, un consiglio è regolare la taratura invece sulla posizione alta, ricordatevi successivamente di cambiare posizione appena dopo l'uso. Un consiglio consiste nel fare installare un temporizzatore per l'accensione e lo spegnimento programmato nel caso in cui alla caldaia siano collegati impianti di riscaldamento ad acqua.

Continua la lettura
44

Quanto si risparmia

Generalmente il consumo medio di una famiglia composta da 2/3 persone è di 60 litri. Utilizzando uno scaldabagno elettrico la bolletta della luce raggiungerebbe cifre esorbitanti. Un scaldabagno a gas seppur con un costo elevato, sia di acquisto che di manutenzione, permette a lungo andare di risparmiare notevolmente sulla bolletta con una diminuzione di circa 200/300 euro. È consigliabile dunque l'utilizzo di uno scaldabagno a gas l'unico che ci permetterà un risparmio energetico notevole sul lungo periodo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Vantaggi e svantaggi di uno scaldabagno a pompa di calore

Con l'avanzare dell'inverno inevitabilmente dobbiamo pensare a rendere più confortevole e calda la nostra abitazione. Sappiamo bene come un momento rilassante, come un buon bagno o una buona doccia, possa trasformarsi, durante il periodo invernale, in...
Economia Domestica

Come scegliere lo scaldabagno elettrico

Per la scelta del sistema per riscaldare l'acqua, senza dubbio, si consiglia, il più delle volte, di munirsi di un impianto con caldaia a metano, sia perché i consumi sono ridotti, sia perché abbiamo a disposizione acqua calda senza limiti per soddisfare...
Economia Domestica

Come scegliere uno scaldabagno a legna

A volte la nostra casa necessita di alcuni piccoli lavori che servono a migliorare determinati ambiti. Ad esempio l'impianto di riscaldamento dell'acqua a volte è troppo obsoleto e necessita di una svecchiata, magari adoperando degli strumenti che ci...
Economia Domestica

Guida agli elettrodomestici che consumano di più

Fare economia domestica, soprattutto in questi tempi di crisi, è molto importante.In una casa moderna gli elettrodomestici sono davvero tanti: svariati televisori, pc, scaldabagno, lavatrice, lavastoviglie, ecc.  Si tratta di elettrodomestici il cui...
Economia Domestica

10 consigli per risparmiare sul riscaldamento

Se nella nostra casa in inverno il freddo è eccessivo, non possiamo fare a meno dei termosifoni e dello scaldabagno. Si tratta infatti di due fondamentali opzioni, per godere di un ambiente riscaldato e di acqua calda. Per questo motivo, i costi energetici...
Pulizia della Casa

10 rimedi anticalcare fai da te

La presenza del calcare in ambienti domestici si riscontra soprattutto in quelle zone in cui cade o scorre acqua. Si tratta di un elemento naturale che rischia di interferire con il normale funzionamento degli elettrodomestici casalinghi e di creare problemi...
Economia Domestica

Come stimare il consumo elettrico

Senza dubbio è importante conoscere la stima del proprio consumo di elettricità, per capire meglio quanto si dovrà spendere per la bolletta elettrica e, soprattutto rilevare se ci potrebbero essere degli errori da parte dell'Ente che ci fornisce energia...
Economia Domestica

Come risparmiare con l'energia ecosostenibile

Un modo per risparmiare denaro ed essere eco-friendly, è quello di utilizzare le cosiddette energie rinnovabili. Ci sono infatti, vari modi per usarle nella vita di tutti i giorni, e mentre alcune sono più complicate, altre invece sono facili e possono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.