Come risparmiare acqua con un timer doccia

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

C'è una notevole differenza per quanto concerne i consumi d’acqua ed i risparmi tra il bagno e la doccia. Con quest'ultima si ha un risparmio d’acqua e di energia in quanto non bisogna riempire la vasca da bagno. Se però si trascorre abbastanza tempo sotto la calda “cascata” questo beneficio viene annullato. Per ottenere relax e distensione mentale, benessere e pulizia del corpo, costi e salvaguardia dell’ambiente bisogna lasciarsi guidare dalle rigide regole che si adottano sulle navi della marina militare americana in tema di utilizzo dell’acqua. In questo tutorial vengono date delle corrette informazioni su come risparmiare utilizzando come accorgimento un timer doccia.

24

Le forme

Le forme che esistono in commercio sono tante ed innovative: a goccia, anatra o rana e si acquistano anche online a prezzi molto contenuti. I modelli costano dai 7 ai 30 euro; questi ultimi sono i più “accessoriati”. Sono semplici da installare in quanto si applicano con una ventosa. Le modalità di attivazione sono facili: prima di entrare nella doccia bisogna impostare i minuti ed secondi che si vogliono dedicare alla doccia. Quando si entra nella cabina è necessario avviare il timer con l’apposito pulsante e quando il tempo è terminato un segnale acustico avvisa di chiudere l’erogazione dell’acqua.

34

Il timer digitale

Un timer digitale doccia ha la stessa funzione di un cronometro e rappresenta un countdown per non perdere tempo tra i vapori dell’acqua che scorre. Esso è un allarme, una sorta di sveglia che segnala il tempo trascorso dopo che si è impostata la durata. Questo metodo permette di regolare il consumo idrico e di ridurre i costi dell’energia elettrica. È una sorta di diario di bordo per le informazioni che dà; infatti, indica sia la quantità di tempo che si trascorre sotto l’acqua che i consumi in litri. Agisce come deterrente al trastullo e dà una mano all'ottimizzazione dei tempi; inoltre fa spendere di meno.

Continua la lettura
44

In conclusione

Si possono utilizzare altri accorgimenti da mettere in atto nell'ottica del risparmio, cioè l’uso di detergenti 2 in 1: corpo e capelli per gli sportivi oppure per la doccia maschile, invece shampoo e balsamo 2 in 1 per la doccia femminile. In questo modo si riduce l’erogazione. Un altro consiglio è quello di chiudere il rubinetto fra l'insaponata e la sciacquata ed impostare la temperatura dell’acqua senza modificarla durante la doccia. Inoltre, è consigliabile evitare il triplo passaggio di sapone: pulizia e profumo sono assicurati anche con un'unica lavata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

10 modi per risparmiare l'acqua

Molto spesso capita che in una casa grande, oltre ai consumi energetici ci sono anche quelli legati all'acqua, specie se abbiamo degli animali domestici o strutture come ad esempio un giardino da annaffiare ogni giorno. Risparmiare questo prezioso liquido...
Economia Domestica

5 semplici regole per risparmiare sulla bolletta dell'acqua

Risparmiare dell’acqua è molto importante sia per il nostro budget, che per evitare sprechi, per cui se abbiamo la costanza di rispettare alcune semplici regole, il risultato può essere soddisfacente sotto entrambi gli aspetti. Nei passi successivi...
Economia Domestica

10 errori da non fare quando si fa la doccia

Fare la doccia, è un momento di relax, di benessere e di estremo piacere. Non sempre però, quando si fa la doccia, si eseguono passi corretti e spesso infatti si commettono errori anche rischiosi che possono mostrarsi pericolosi se non si sta ben attenti....
Economia Domestica

10 consigli per risparmiare sul riscaldamento

Se nella nostra casa in inverno il freddo è eccessivo, non possiamo fare a meno dei termosifoni e dello scaldabagno. Si tratta infatti di due fondamentali opzioni, per godere di un ambiente riscaldato e di acqua calda. Per questo motivo, i costi energetici...
Economia Domestica

5 consigli per tenere il box doccia pulito

Tra tutti gli ambienti della casa, il bagno è forse quello di cui dobbiamo avere più cura ed attenzione. È il posto più utilizzato da chi vive in casa, ma è al servizio anche degli ospiti. Per questo motivo deve essere ben pulito. Il box doccia,...
Economia Domestica

Consigli per la scelta di una cabina doccia in vetroresina

Se per la nostra stanza da bagno abbiamo intenzione di montare una cabina doccia, ed intendiamo optare per quella in vetroresina, è importante valutare diversi fattori che ne determinano la praticità, la funzionalità e il design. In rifermento a ciò,...
Economia Domestica

Come scegliere una doccia multifunzione

Per chi ha fretta e vuole rilassarsi la doccia è l'ideale. Pratica e veloce, specialmente nei periodi caldi, si usa più frequentemente della vasca da bagno. La doccia inoltre è igienica soprattutto se ci si trova fuori casa, in hotel oppure si è ospiti...
Economia Domestica

Come risparmiare con lo scaldabagno a gas

Lo scaldabagno è un elettrodomestico utilizzato per la produzione di acqua calda, può essere alimentato ad energia elettrica o a gas. Vediamo insieme le caratteristiche dello scaldabagno a gas. Senza dubbio questa tipologia è in assoluto la migliore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.