Come riparare un soffitto danneggiato

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Le vecchie case hanno sicuramente il loro fascino ma anche le loro magagne, che molto spesso sono però ben nascoste. Può capitare, ad esempio, di trovare delle soffittature che sono state realizzate inchiodando dei sottili listelli di legno ai travetti soprastanti, dopodiché è stato aggiunto uno strato di intonaco fine che viene inserito attraverso i piccoli spazi tra i listelli, a cui resta comunque fissato. Non è affatto raro che un soffitto di questo tipo possa danneggiarsi col passare del tempo, essendo soprattutto incline a lesioni e crepe di per sé abbastanza facili da riparare. Per porre rimedio a questo problema, occorre innanzitutto verificare il buono stato del legno e, una volta assodato questo punto fondamentale, la tecnica di riparazione dipende dalle dimensioni e dall'entità del danno. Ad ogni modo, seguendo alcuni semplici passaggi è possibile raggiungere un risultato soddisfacente. Vediamo allora come riparare un soffitto danneggiato.

28

Occorrente

  • Riparare un soffitto a intonaco e listelli di legno:
  • occhiali di protezione
  • mascherina
  • pennello vecchio
  • cesoie per tagliare il metallo (se necessario)
  • scalpello a spatola
  • mazzetta
  • spatola d'acciaio
  • Materiali:
  • rete metallica o PVA
  • stucco per intonaco
38

Verificare l'entità del danno

Prima di tutto è necessario verificare che la causa delle lesioni al soffitto non sia dovuta ad eventuali perdite o infiltrazioni d’acqua e che i danni non siano strutturali. In quest'ultimo caso, è meglio non metterci mano; piuttosto è opportuno contattare del personale esperto per fare un sopralluogo. Dopo esserci accertati che il danno non è di tipo strutturale, controlliamo la tenuta del fondo raschiando la superficie da risanare con una spatola, in modo tale da eliminare qualsiasi residuo di verniciatura, rasatura e strato di finitura dell’intonaco. Se durante l'esecuzione di questa prima operazione dovessimo riscontrare una certa resistenza, il danno dovrebbe essere soltanto superficiale e non strutturale, pertanto un semplice ripristino dell’intonaco potrebbe essere sufficiente a ripararlo.

48

Pulire il soffitto

Utilizzando un vecchio pennello, rimuoviamo qualsiasi traccia di polvere, muffa, detriti o sporcizia dalle zone interessate dal danno, indossando una mascherina ed un paio di occhiali di protezione. Rimuoviamo per bene tutto l’intonaco dall'intera area lesionata con lo scalpello, la spatola e la mazzetta, procedendo con estrema delicatezza onde evitare di causare ulteriori danni al soffitto. Quindi utilizziamo nuovamente il vecchio pennello per rimuovere i residui di intonaco e bagniamo la zona da risanare con dell'acqua prima di iniziare ad applicare l’intonaco. Possiamo anche utilizzare della malta pre-miscelata, che è abbastanza facile da reperire in commercio. Carichiamo una spatola con una quantità di stucco superiore al necessario e premiamola sulla zona da riparare fino ad appiattirla completamente contro la superficie del soffitto. Facciamo scorrere la spatola sulla superficie per spianare bene eventuali sporgenze o irregolarità ed integriamo la malta fresca all'intonaco già esistente. Raschiamo via quanto più stucco possibile e, quando sarà completamente asciutto, levighiamo la zona se necessario.

Continua la lettura
58

Installare la rete metallica

Qualora il danno dovesse risultare più esteso ed i listelli fossero danneggiati, una possibile soluzione potrebbe essere la posa in opera ed il fissaggio di una rete metallica con cui ricoprire tutta la superficie danneggiata. Dopo che avremo pulito l’intera area, rimosso il vecchio intonaco ed aver misurato la zona da riparare, utilizziamo delle apposite cesoie per ritagliare la rete metallica delle giuste dimensioni. Sistemiamola e fissiamola piegandone i bordi tutt'intorno al retro dei listelli (essendo flessibile, dovrebbe essere un'operazione abbastanza facile).

68

Applicare lo stucco

Procediamo infine con l’applicazione dello stucco, come precedentemente spiegato, spingendo quest'ultimo attraverso i fori della rete. Per terminare, provvediamo alla rasatura di pareggiamento con la spatola, la cazzuola o la macchina intonacatrice. Infine, è consigliabile applicare un prodotto sigillante ed adesivo sull'intonaco preesistente intorno alla zona riparata per consolidarne la tenuta.

78

Guarda il video

88

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come riparare il cartongesso risparmiando

Se nella nostra abitazione abbiamo un soffitto oppure una parete realizzata in cartongesso a volte si potrebbero verificare dei danneggiamenti dovuti a perdite di acqua oppure colpi incidentali. Prima di rivolgerci ad un esperto però possiamo riparare...
Ristrutturazione

Come realizzare un soffitto a specchio

Se siete dei tipi vanitosi, gli specchi per voi non saranno mai abbastanza! Allora perché non averli anche sul soffitto? Scherzi a parte, il soffitto a specchio è una soluzione elegante e molto originale per la vostra casa. Avrete dei bellissimi effetti...
Ristrutturazione

Come realizzare un soffitto a volta

La realizzazione di un soffitto non è un lavoro facile, soprattutto se non si è addetti a certi tipi di lavoro. Capita a volte di considerare la propria abitazione piuttosto monotona e noiosa. Ecco che si ricorre generalmente alla ristrutturazione,...
Ristrutturazione

Come montare un soffitto in cartongesso

L'installazione di controsoffittature è una prassi molto comune ed utilizzata spesso per ribassare un soffitto, oppure per creare dei punti luce aggiuntivi in qualche zona particolare della casa. Il soffitto in cartongesso tra l'altro è una soluzione...
Ristrutturazione

Come montare il cartongesso sul soffitto

Se avete deciso di rinnovare una stanza della vostra casa, magari per darle un tocco di stile, una delle idee è certamente quella di montare il cartongesso sul soffitto. Al contrario di quello che si possa pensare, questa procedura non è affatto complicata....
Ristrutturazione

Come realizzare un soffitto a cassettoni in legno

Un soffitto a cassettoni in legno è senza dubbio una valida alternativa ai comuni controsoffitti, dando quel tocco di raffinatezza ed eleganza che solo il legno è capace di donare, ed inoltre ci da la possibilità di cambiare l'impatto visivo dell'arredo...
Ristrutturazione

Come tinteggiare il soffitto

Se dopo aver ristrutturato la casa come ad esempio con la posa di pavimenti ed altri grandi interventi murari, non ci resta che concludere i lavori con la tinteggiatura delle pareti. Tuttavia questa fase deve essere preceduta dalla finitura del soffitto,...
Ristrutturazione

Come rendere un soffitto più alto

Ultimamente i nuovi appartamenti hanno quasi sempre i soffitti talmente bassi che possono creare negli abitanti della casa un fastidioso senso di claustrofobia. Per fortuna bastano alcuni piccoli accorgimenti e il giusto arredamento per rendere visivamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.