Come Riparare Le Gambe Di Un Tavolo Con Stelo Centrale Tornito A Treppiede

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Le gambe di un tavolo, al fine di garantirne la corretta stabilità e consentirne un ottimale impiego, devono essere rigide e solide. Col passare del tempo e con l'usura, però, le gambe del tavolo possono presentare vari danni fra i quali i più diffusi sono: deterioramento dell'ultimo tratto che appoggia al suolo e mancanza di solidarietà con il telaio o con la colonna centrale per tavoli rotondi. Nella guida che segue, a questo proposito, vedremo come riparare le gambe di un tavolo con stelo centrale tornito a treppiede in modo semplice ed intuitivo, ottimizzando al massimo il tempo disponibile. In questo modo anche i neofiti del bricolage potranno svolgere il lavoro in maniera ottimale. Seguitemi passo passo e procediamo!

26

Occorrente

  • Grossa spina di faggio
  • Colla
  • Placca metallica
36

La riparazione delle gambe di un tavolo con stelo centrale tornito a treppiede di appoggio al suolo riguarda il troncone terminale dove si incastrano le gambe in quanto è il pezzo maggiormente sollecitato. L'immagine allegata al presente passo illustra chiaramente gli interventi da eseguire.
Nel caso in cui il legno non manifesti profonde crepe basterà consolidare le unioni tipo mortasa (cave) e tenone spessorando gli incastri e incollandoli nuovamente sotto pressione.

46

Nei casi in cui il troncone manifesta crepe marcate e tarli conviene invece ricostruire il pezzo tornendolo a nuovo. Per montarlo sullo stelo bisognerà usare una grossa spina di faggio assieme ad una buona dose di colla. Se i tenoni non tengono più e non ritenete opportuno ricostruire falsi tenoni, potrete applicare un rinforzo metallico come quello illustrato nell'immagine allegata al passo precedente. Le placche metalliche si rivelano indispensabili e vanno applicate al al tavolo antico solo se intenderete ancora utilizzarlo come vera e propria base d'appoggio. Qualora invece pensiate ad una soluzione puramente "estetica" ossia tenerlo "per bellezza" tali accorgimenti non saranno affatto necessari.

Continua la lettura
56

In questo senso, infatti, è da considerare, per tavoli molto antichi e di particolare pregio la possibilità di esposizione magari anche all'interno di un museo ed in tal caso sarà da evitare categoricamente qualunque applicazione metallica. Se deciderete comunque di proseguire con l'applicazione metallica fatelo in maniera armoniosa ed il meno appariscente possibile. Ammaccate i ferri scaldandoli, batteteli ed infine sagomateli un poco per ingentilirne i perimetri; da ultimo bruniteli immergendoli ancora roventi nell'olio. In questo modo, una volta inseriti, otterrete un effetto naturale e "vintage".

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate attenzione alle modifiche in caso di tavoli antichi da esposizione

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come restaurare un tavolo di vetro

I tavoli di vetro sono in genere molto resistenti, oltre che belli. Il vetro utilizzato per costruire un tavolo è temperato, il che significa che viene trattato chimicamente per sopportare una maggior quantità di peso rispetto al vetro ordinario. Controllato...
Ristrutturazione

trasformare un vecchio tavolo in un sottolavello

Se si ha a disposizione un vecchio tavolo che è davvero irrecuperabile si può trasformare con l'utilizzo di un seghetto, viti da legno e con l'aggiunta di pannelli di multistrato. Con un po' di impegno e tanta fantasia si riesce ad ottenere un sottolavello...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un vecchio tavolo con delle piastrelle

Se troviamo giù in cantina un vecchio tavolo dimenticato nel tempo, ma che verte ancora in buone condizioni, potremmo trovare una buona soluzione creando qualcosa di utile e allo stesso tempo creativo. Basta che si tratti di un tavolo semplice, senza...
Ristrutturazione

Come costruire un tavolo da cucina

Il nostro Paese è conosciuto in tutto il mondo come possessore di un'ottima inventiva e creatività nell'arte del fai da te. Basta avere a disposizione i giusti strumenti ed è possibile cimentarsi in varie realizzazioni. La caratteristica di saper dar...
Ristrutturazione

Come restaurare un tavolo in vetro

Un tavolo in vetro rappresenta un oggetto sempre meraviglioso, elegante e raffinato. Qualora volessimo farlo durare a lungo mantenendo inalterata la propria bellezza, dobbiamo trattare questo complemento d'arredo nel migliore dei modi. A tal proposito...
Ristrutturazione

Come riparare una sedia in formica

Come vedremo nel corso di questa guida, con un po' di impegno e una minima dose di dimestichezza con i lavori manuali di ristrutturazione, è possibile effettuare autonomamente la ristrutturazione di certi oggetti apparentemente difficili da restaurare,...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un tavolo in marmo

Con il passare del tempo può capitare che diversi oggetti vanno deteriorandosi e quindi hanno bisogno di una manutenzione accurata. Anche i tavoli di marmo rientrano in questa categoria, infatti è facile poter trovare delle righe o delle scheggiature...
Ristrutturazione

Come riparare i fori nel cartongesso

Il cartongesso è un materiale molto resistente, ma non è raro che per via dell'usura o per esigenze d'arredamento compaiano dei buchi nel corpo del pannello. In questi casi non è necessario allarmarsi, poiché non è molto difficile riparare questi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.