Come riparare l'aspirapolvere ricaricabile

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Non sapete come fare per riparare un aspirapolvere ricaricabile? Innanzitutto bisogna sapere che questi strumenti molto utilizzati nelle nostre case contengono anche un accumulatore, che è costituito da una serie di pile fatte di nichel cadmio. Solitamente, gli aspiratori più potenti funzionano a 12 volte e montano un totale di 10 da 1,2, collegate l'una all'altra in serie. Se una o più pile si guastano, l'accumulatore non è più in grado di ricaricarsi. In questo manuale ti illustro cosa bisogna fare per sostituire le pile non più funzionanti.

26

Occorrente

  • Un tester per il controllo tensione
  • Pile nichel cadmio di amperaggio uguale a quelle guaste
  • Saldatore a stagno e stagno a filo
  • Un giravite a croce
36

Per prima cosa, dovete ricordarvi che il motore e l'accumulatore sono raccolti all'interno di un involucro, che è costituito da due piccoli semigusci, che sono uniti tra di loro ad incrastro, e da una serie di viti che bloccano questo contenitore. La prima operazione da compiere è quella di svitare tutte queste viti, prima di poter aprire l'involucro. Tutto questo si può fare a meno che dalla parte del vano batterie non sia presente un coperchio. Verificato questo, ora puoi estrarre senza alcun problema il pacco contenente tutte le batterie, che generalmente è collegato ai due poli grazie a due appositi fastoni, che non devi fare altro che staccare.

46

A questo punto, il prossimo passaggio è controllare la tensione attraverso il tester. Se la tensione è praticamente nulla, devi iniziare a dissaldare le varie batterie a stilo. Una volta che hai staccato la prima batteria, puoi ricontrollare se hai tensione, e se noti che non c'è, devi proseguire nel tuo intento staccando anche la seconda batteria, e via via così anche con le successive. Bisogna continuare fino a quando non ci sarà una perfetta tensione tra il polo positivo e quello negativo. Appena avrai una determinata tensione, anche se questa non è corrispondente alla somma di 1,2 per il numero di pile, è preferibile non procedere per staccare le altre.

Continua la lettura
56

Subito dopo, devi comprare il quantitativo di batterie che equivale a quelle che hai staccato, ricordandoti sempre che esse devono avere la stessa capacità espressa in milliampere, che potrai verificare accuratamente nella dicitura della capacità stampata nella pila stessa. A questo punto, puoi saldare la pila o le più pile nuove, stando sempre attendo alla polarità per completare la serie. In questa, la polarità delle batterie deve essere alternata, così come da schema allegato. In conclusione, puoi finalmente rimontare tutto lo strumento attraverso la procedura inversa allo smontaggio e mettere l'apparecchio sotto carica.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lo schema è indicativo, nel tuo caso è composto da 10 pile da 1,2

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

10 idee per risparmiare tempo nelle pulizie di casa

Fare le pulizie di casa si sa, non è un'attività esattamente piacevole. Ogni donna vorrebbe ridurre al minimo il tempo che occorre per terminare le faccende domestiche e dedicarsi così ad altre attività indubbiamente più entusiasmanti. Se anche voi...
Pulizia della Casa

Come evitare gli acari in casa

Ai nostri giorni sempre più adulti e bambini soffrono di allergie e molte di queste sono causate dagli acari ossia microscopici organismi che prediligono la polvere e l'oscurità di cuscini, materassi, piumini, tessuti di poltrone ed altri "oggetti"...
Esterni

Come costruire una lampada da giardino

Il bricolage, o più comunemente chiamato fai da te, è una delle attività più diffusa negli ultimi tempi. Ormai, quasi tutti quelli che si dilettano con il fai da te sanno che è possibile costruire, creare e realizzare qualsiasi oggetto, anche di...
Pulizia della Casa

Come togliere efficacemente la polvere accumulata nella tastiera del pc

La polvere: di cosa si tratta precisamente? La polvere altro non è che una materia composta da varie particelle di diametro compreso all'incirca tra 1 e 100 micrometri (detti anche micron). La polvere è diffusa nell'atmosfera e sono varie le fonti che...
Economia Domestica

Come riparare un'aspirapolvere

La guida che svilupperemo nei tre passi che andremo a stilare, si occuperà di riparazioni fai da te. Nello specifico, ci occuperemo di spiegare a voi lettori la procedura per riuscire a riparare un aspirapolvere. Cominciamo immediatamente a comprendere...
Economia Domestica

Guida alla scelta del robot aspirapolvere

All'interno di questa guida andremo a occuparci di robot. Entrando più nel dettaglio, ci occuperemo di robot inerenti alla pulizia, ovvero di aspirapolvere. Questa guida avrà come obiettivo quello di fornirvi alcune informazioni utili per guidarvi alla...
Pulizia della Casa

Come pulire l'aspirapolvere correttamente

Pulire un aspirapolvere è un'operazione che svolgiamo quotidianamente, piuttosto elementare, che però potrebbe risultare problematica, soprattutto durante i primi utilizzi. Se prendiamo in considerazione l'aspirapolvere che generalmente è provvista...
Pulizia della Casa

Come pulire l'aspirapolvere

Ogni giorno dobbiamo combattere per eliminare la polvere che si forma nelle nostre case e, per farlo, utilizziamo molto spesso l'aspirapolvere. Questo attrezzo è sicuramente un valido aiuto se tenuto pulito e se vogliamo evitare che perda la sua efficienza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.