Come riparare la carta da parati danneggiata

Tramite: O2O 19/07/2016
Difficoltà: media
18

Introduzione

La carta da parati è una soluzione molto amata e diffusa per dare un tocco artistico ad una o più pareti, conferendo maggiore personalità agli ambienti della casa, con una spesa davvero minima se rapportata al risultato finale d'effetto.
Tuttavia è molto delicata e con il tempo potrebbe presentare problemi: per l'usura e l'esposizione alla luce (che logora disegni stampati e colore); perché risente molto delle condizioni a cui è sottoposta (per esempio di umidità e temperatura); o più comunemente, perché potrebbe essere stata applicata in maniera sbagliata, anche se inizialmente sembrava tutto a posto.
Ma niente paura: sia che si tratti di graffi o di strappi, di colori sbiaditi, di macchie o bolle d'aria, non è affatto necessario rimuoverla e ripetere il lavoro lungo e oneroso sostituendola e applicandola daccapo.
Ecco alcuni consigli semplici ed economici su come riparare la carta da parati danneggiata facendola tornare in poco tempo come nuova e più bella di prima!

28

Occorrente

  • Un panno per pulire
  • Acqua
  • 1 detergente delicato
  • Eventuale porzione della stessa carta da parati
  • Trielina e talco oppure gomma pane (per le macchie di unto e grasso)
  • 1 pennellino
  • Colla vinilica
  • 1 pezza per pulire
  • 1 spugna per rimuovere gli eccessi di colla
  • 1 cutter
38

Tra i problemi più diffusi che possono danneggiare la carta da parati ci sono le bolle d'aria. In genere si formano perché la colla non è stata distribuita in maniera uniforme o se non è stata bene assorbita e la carta è stata applicata sulla parete troppo presto.
Per ovviare a questo inconveniente è bene: praticare delicatamente un taglio a forma di croce sopra ogni bolla; piegare verso l'esterno i 4 lembi di carta formatisi; applicarvi all'interno del materiale adesivo; infine incollarli di nuovo sulla parete premendo bene la carta per una perfetta aderenza, evitando che si formino altre bolle più piccole.
Un'altra tecnica meno invasiva consiste nell'iniettare nella bolla un po' di adesivo liquido avvalendosi di una siringa, eliminando l'eventuale eccesso con una spugna. Anche in questo caso la carta va premuta bene per garantire la massima aderenza alla parete.
Per un risultato perfetto è consigliabile appoggiare sulle bolle incollate un oggetto duro o farvi rotolare un cilindro, in modo da rendere la superficie della carta completamente piatta e liscia, mimetizzando al meglio l'intervento.

48

Per mantenere al meglio la carta da parati è necessario provvedere periodicamente alla sua accurata detersione al fine di rimuovere subito lo sporco, e le macchie quando sono ancora fresche, prima che diventino permanenti.
Se la carta da parati è di tipo ?lavabile? può essere pulita con acqua calda e un detersivo delicato. Onde evitare spiacevoli sorprese, è consigliabile effettuare una prova di smacchiatura con una pezza bagnata su una piccola porzione nascosta o di riserva, per vedere come si comporta il colore.
Se dimostra di essere stabile e non sbiadisce, si può procedere con il lavoro, altrimenti si rischia solo di peggiorare la situazione. Qui conviene coprire la macchia in un altro modo (magari nascondendola con un quadro o con un elemento decorativo da applicarvi sopra) oppure persino sostituire la carta, se è estesa o visibile così tanto da deturparla.

Continua la lettura
58

L'unto e il grasso sono tra i più diffusi nemici della carta da parati, specie se applicata nelle zone di pranzo e cucina, dove il rischio di schizzi è più elevato. Stavolta la sfida è ancora più dura, ma per fortuna vengono in aiuto numerosi prodotti, come gli appositi spray a secco per rimuoverli. In questo caso, va semplicemente spruzzato il liquido sulla zona danneggiata, che a contatto con la macchia si trasforma in polvere, facilmente eliminabile con una spazzola.
Piccole macchie di olio e grasso possono essere rimosse tamponandole con un piccolo straccio imbevuto di trielina oppure con un impasto di trielina e talco, da stendere con una spatola e poi spazzolare via dopo che si è seccato.
Per le macchie più grandi, come è facile immaginare, servono più pazienza e fortuna: si può provare a rimuoverle pian piano con una gomma pane oppure applicarvi sopra della carta assorbente e fare pressione con un ferro da stiro caldo per asciugare il tutto.
Se la carta da parati ha un rivestimento vinilico, è consigliabile ungere la macchia se è secca e vecchia, con un po' di olio di oliva per ammorbidirla; si può quindi provvedere facilmente a rimuoverla con un panno imbevuto di acqua e detergente delicato.

68

Il problema più impegnativo da gestire per una carta da parati sono senza dubbio gli strappi. Per ripararli si può tagliare con il cutter un quadrato corrispondente alla parte danneggiata, e successivamente incollare al di sopra un pezzo più grande con colla vinilica, prestando la massima attenzione a far coincidere gli eventuali disegni. Per un risultato perfettamente omogeneo, mimetizzando l'intervento, è consigliabile fare pressione sull'elemento incollato o farvi rotolare un cilindro per lisciare la superficie. Se invece la carta si è soltanto staccata dalla parete, basta provvedere applicando sulla porzione un po' di colla vinilica con un pennellino sotto la parte interessata. Dopo aver aspettato alcuni secondi, per evitare che sia troppo liquida, si può fissarla alla parete, facendo un po' di pressione affinché aderisca bene.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come dipingere sulla carta da parati

La rimozione della carta da parati, soprattutto se è attaccata al muro ormai da anni, può causare danni imprevisti alle pareti. Ma se è in buone condizioni e non ha segni di insufficiente adesione, non c'è ragione di perdere tempo e fatica per rimuoverlo...
Ristrutturazione

Come staccare la carta da parati dal muro

Con il passare degli anni, la carta da parati invecchia, si rovina o si ingiallisce, e diventa necessario sostituirla con una nuova, o tinteggiare le pareti. Se vuoi rinnovare i muri di casa con una colorazione moderna o delle decorazioni alla moda, ti...
Ristrutturazione

Come applicare la carta da parati sul cartongesso

Un pannello in cartongesso consiste in una particolare lastra di gesso posta tra due pannelli di resistentissimo cartone. È un elemento ignifugo che viene utilizzato sia per creare strutture divisorie e controsoffitti, sia per dotare i locali di elementi...
Ristrutturazione

Come eliminare le bolle dalla carta da parati

La casa rappresenta un luogo dove sentirci a proprio agio. Infatti le varie stanze vengono decorate in base ai propri gusti personali. La prima cosa da fare quando copriamo casa, è la seguente. Cioè dare una rinfrescata alle pareti. Quindi bisogna scegliere...
Ristrutturazione

Come pitturare un muro ad effetto carta da parati

Decorare le pareti di casa con la carta da parati è un bel modo per renderla più accogliente e piacevole. Può servire a rinnovare gli ambienti con un intervento minimo. Mettere la carta da parati ai muri può essere tuttavia un costo non da poco, se...
Ristrutturazione

Come riparare un pavimento in laminato

Quando si desidera pavimentare un ambiente, le soluzioni che si hanno a disposizione e i materiali da scegliere possono essere davvero infiniti. Alcuni rivestimenti sono molto belli ma costosi; altri invece, pur avendo un aspetto gradevole, hanno un prezzo...
Ristrutturazione

Come riparare un soffitto danneggiato

Le vecchie case hanno sicuramente il loro fascino ma anche le loro magagne, che molto spesso sono però ben nascoste. Può capitare, ad esempio, di trovare delle soffittature che sono state realizzate inchiodando dei sottili listelli di legno ai travetti...
Ristrutturazione

Come riparare graffi su mobili in legno

I mobili tradizionalmente si fanno in legno, anche se negli ultimi anni hanno preso piede soluzioni differenti come quelle basate sull'allumino e la plastica. Purtroppo i mobili realizzati in massello o in laminato, seppur belli da vedere, hanno alcuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.