Come riparare il pavimento

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Forse non tutti sanno che un pavimento vecchio, sciupato o con piastrelle che si muovono, può essere riparato e fatto tornare come nuovo, specie se si tratta di quello pregiato in cotto o ancora meglio in marmo. Gli interventi di riparazione possono essere fatti comodamente in casa con l’utilizzo di alcuni materiali per l’edilizia e attrezzature specifiche. Vediamo allora a tale proposito come riparare il pavimento.

26

Occorrente

  • Pasta epossidica
  • Polvere rossa
  • Tela smeriglio
  • Spatola
  • Straccio
  • Pasta di marmo ipossilica
  • Cera per pavimenti
  • Lucidatrice con spazzole
  • Trapano con cuffietta di peluche
36

Applicare una specifica pasta

Se il pavimento da riparare è di marmo uniforme o a singole piastrelle, l’intervento di riparazione su crepe, screpolature o scheggiature anche profonde, avviene utilizzando della pasta vendibile in un normale colorificio che opportunamente miscelata ad un barattolino catalizzatore in dotazione nella confezione permette di riparare il danno. Una volta essiccato si ottiene una superficie compatta trattandosi di un prodotto a base di marmo in polvere. L’applicazione va fatta con una spatola, e per la levigatura si può utilizzare una comune lucidatrice con spazzole rotanti abrasive in feltro per spianarla e lucidarla. In questo modo il risparmio è notevole tenendo conto che se chiamiamo un tecnico specializzato con un’attrezzatura di tipo industriale, una semplice lucidatura di una stanza di 20 metri quadrati si aggira intorno ai 250 euro.

46

Creare una miscela

Se il pavimento che intendiamo riparare è in cotto, e presenta delle screpolature o anche materiale usurato all’interno delle fughe, possiamo in entrambi i casi intervenire. Se l’usura riguarda la parte piana allora è sufficiente acquistare della pasta epossidica di colore bianco che va mescolata con polvere rossa tipico dei mattoni, e gradatamente si raggiunge il colore simile a quello delle parti da riparare.

Continua la lettura
56

Procedere con l'applicazione

L’applicazione va fatta con una spatola e subito levigata con uno straccetto umido, dopodiché basta attendere l’essiccazione che in genere avviene dopo circa 15 minuti. Trascorso tale tempo, con della tela smeriglio a grana media si provvede ad una ulteriore levigatura, dopodiché si passa una cuffietta di peluche abbinata ad un trapano elettrico che provvede a lucidare di nuovo la pavimentazione in cotto. Tuttavia c’è da precisare che se il pavimento in questione non è lucido, allora dopo l’intervento di restauro, si può uniformarlo con della cera specifica per pavimentazioni in cotto. Se invece sono le fughe a dover essere riparate, in questo caso è sufficiente acquistare della pasta specifica (anch’essa epossidica), che va applicata ed immediatamente rifinita con un panno umido prima che avvenga l’essiccazione. Quest’ultima è disponibile in diversi colori anche se in genere quello più indicato è il nero.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come riparare un pavimento di cemento

Il pavimento il cemento è sicuramente una soluzione comoda e duratura, che permette di ottenere un'estrema solidità e promette di durare nel tempo. Si possono però verificare dei danni anche utilizzando questo genere di supporto e possono essere causati...
Ristrutturazione

Come riparare le incrinature in un pavimento di piastrelle di ceramica

La piastrella (denominata anche "mattonella" o "pianella") è un elemento architettonico usato per rivestire le superfici di pavimento e muri come rifinitura e anche con fini artistici. La figura professionale che si occupa della sua installazione è...
Ristrutturazione

Come posare un pavimento in resina su un pavimento esistente

La resina è una soluzione piuttosto gettonata non solo tra gli gli architetti, ma anche da coloro che amano gli spazi omogenei. L'assenza di fughe, l'idea di robustezza ed il concetto profondità la rendono piuttosto gradevole anche a tutti coloro che...
Ristrutturazione

5 consigli per riparare i graffi del parquet

Il pavimento in parquet è bello, elegante, ma piuttosto delicato. La sua superficie in legno si graffia facilmente e perde il suo naturale splendore. Questo può accadere anche per un semplice sassolino o per lo spostamento dei mobili. Avete questo tipo...
Ristrutturazione

Come dipingere un pavimento in calcestruzzo

Se avete bisogno di dare un tocco più personalizzato al pavimento di qualsiasi ambiente, come per esempio il garage, sappiate che è possibile scegliere tra differenti tipologie di lavorazioni da poter apportare. Tra queste c'è quella che comprende...
Ristrutturazione

Come installare il pavimento in laminato sulle piastrelle di marmo

Il pavimento laminato è ideale per qualsiasi tipo di ambiente: la casa, l'ufficio di lavoro, un'industria o una palestra. Insomma, può essere abbinato a ogni luogo. Questo tipo di pavimento, è prevalentemente composto da fibre di legno e resina, Per...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un vecchio pavimento in legno

Il pavimento in legno è un materiale duraturo, di alta qualità, a basso costo e crea un ambiente caldo e accogliente nella vostra casa, poiché è un buon conduttore termico. Da un punto di vista sia estetico (data l'eleganza che dona alla vostra casa),...
Ristrutturazione

Come cambiare il pavimento di casa

Cambiare il pavimento di casa è uno dei lavori che richiedono una manutenzione continua. Tuttavia sono diversi i motivi che conducono a questa scelta. Il primo motivo, quello più banale, ed è di carattere estetico. Col passare degli anni cambiano le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.