Come rinnovare un vecchio lampadario in cristallo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In molti possiedono nelle proprie case un lampadario in cristallo dal valore decisamente elevato, fino a diventare un vero e proprio pezzo d'antiquariato da mostrare con orgoglio agli ospiti. Ma così come un'opera d'arte, anche un lampadario può rischiare di rovinarsi e perdere tutto il suo pregio, se viene poco curato. A tale riguardo, in questa guida, vi illustrerò come rinnovare un vecchio lampadario in cristallo. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • acqua calda
  • panno
  • spazzola
  • recipiente
37

Come prima cosa, il restauro di un lampadario in cristallo non è un'operazione molto difficile e non bisogna essere esperti in una ditta di pulizie per muoversi al meglio. Per una pulizia completa, lasciate il lampadario appeso, senza smontare i vari pezzi, cercando di proteggere dalla polvere e dall'umidità il pavimento che si trova sotto. Il primo passaggio da compiere consiste nel staccare immediatamente la corrente elettrica, evitando tassativamente di far girare il lampadario e spostando ogni tanto la scala per cambiare la vostra posizione. Se state utilizzando detersivi senza limone, cercate di adoperare solo l'acqua calda. L'alcool e gli spray adatti per la pulizia dei lampadari in cristallo sono altamente sconsigliabili.

47

Per proseguire nel vostro lavoro, potete utilizzare un panno che non lascia alcun residuo sul cristallo e una spazzola per continuare a pulire il pezzo. Prendete quindi la spazzola per togliere la polvere e immergetela all'interno di un recipiente di acqua, lasciandola gocciolare e lavando i pezzi meno puliti. Fatto ciò, prendete il panno ed eliminate le eventuali gocce d'acqua, prima di poter finalmente usare il panno bagnato con lo scopo di lavare le tazzine e i vari cristalli di tutte le dimensioni. Basterebbe anche spolverare il lampadario in cristallo di tanto in tanto, facendo in modo che possa essere necessario un lavaggio con l'acqua ogni tre o sei mesi.

Continua la lettura
57

Nei precedenti passi, è stato descritto il metodo di pulizia per rinnovare il lampadario in cristallo. Ma un'altra strada è costituita dalla possibile opportunità di sostituire alcuni pezzi usurati con altri più efficienti, e dalla capacità di poter durare più a lungo, anche dal punto di vista puramente stilistico. Per fare questa operazione, è comunque sempre necessario stare attenti all'impianto elettrico, che può sempre costituire un pericolo. Se proprio non riuscite a rinnovare un lampadario in cristallo con il vostro lavoro, potete sempre affidarvi all'aiuto di un professionista. Buona fortuna!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non avete molta dimestichezza con questa tipologia di lavori, chiamate un esperto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come scegliere il lampadario

Quando ci accingiamo ad arredare casa l'ultima cosa a cui pensiamo è il lampadario. Scegliamo i mobili, il tavolo, e a seconda dell'ambiente, armadi e sedie. Gli accessori per l'illuminazione sono le ultime cose a cui si pensa, eppure hanno una grande...
Arredamento

Come valutare un lampadario antico

Uno degli elementi che compongono l'arredamento, molto spesso sottovalutato, è senza ombra di dubbio il lampadario. Di stili e tipologie di questo complemento d'arredo ne esistono tantissimi varianti. Considerando il lampadario soltanto da un punto di...
Arredamento

Come scegliere il lampadario della camera da letto

In questa guida ci occuperemo di dare alcuni consigli molto utili a tutti coloro che sono alle prese con la scelta del lampadario più adatto alla propria camera da letto. Si tratta di un argomento molto gradito a tutti quelli che si trovano nel l'imbarazzo...
Arredamento

Idee low cost per rinnovare una cameretta

Se si ha la solita cameretta anonima, si hanno pochi soldi a disposizione e non si accetta l'idea che essa sia poco sfruttata e un po' datata si può rinnovare. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette informazioni...
Arredamento

Come rinnovare le tende di casa

Le tende sono uno degli elementi più usati e utili per l'arredamento della propria abitazione. In commercio ne esistono tante, ma nessuno ci vieta di rinnovare quelle che gia' abbiamo. Bastera' avere un po' di fantasia e voglia di fare.E’ provato che...
Arredamento

Come decorare un vecchio armadio con la tecnica del decapè

Il recupero di un vecchio armadio, riportandolo al colore originale del suo legno, è un lavoro realizzabile anche in casa, che prende il nome di decapè. Con la tecnica del decapè riusciremo a rinnovare e a decorare un mobile con molta semplicità....
Arredamento

Come rinnovare i mobili della cucina

I mobili della cucina definiscono lo stile di uno spazio fondamentale della casa. Il tempo come l'usura ne compromettono sensibilmente l'estetica. Pertanto, molti ricorrono ad un mobilio più moderno, funzionale e personalizzato magari dai prezzi contenuti....
Arredamento

Come rinnovare la casa con la carta da parati ecologica

La carta da parati ecologica è presente in commercio in fantasie e modelli differenti; questo tipo di carta può essere utilizzato anche per arredare un mobile, le porte, il soffitto oltre che le pareti. La carta ecologica viene realizzata con fibre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.