Come rimuovere le piastralle da una parete

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando si acquista una nuova casa, succede il più delle volte di trovare le pareti della cucina interamente foderate da piastrelle vecchie e di pessimo gusto. Anche se oggi nelle case moderne si preferisce piastrellare solo l'angolo cottura e, dipingere con la pittura a smalto lavabile le rimanenti pareti, c'è chi invece per una questione personale preferisce la cucina completamente piastrellata. A tal proposito se si vogliono sostituire le piastrelle di un'intera parete perché rotte o bucate si dovranno adottare dei precisi accorgimenti. Come rimuovere le piastralle da una parete ce lo spiegheranno in maniera esaustiva i passi a seguire.

27

Occorrente

  • scalpello
  • mazzuolo (o martello)
  • cemento
  • stucco
  • cazzuola
  • colla per piastrelle
37

Accertarsi se le piastrelle sono state fissate col cemento

Innanzitutto cerchiamo di capire la data di costruzione dell'abitazione e se è necessario anche la data, successiva, dell'applicazione delle mattonelle. Questo perché da un anno all'altro saranno cambiante le tecniche di fissione delle piastrelle, e quindi potrebbe succedere che la rimozione non si presenti così semplice. Se la stanza risulta piastrellata intorno gli anni settanta e novanta, sicuramente le piastrelle saranno state fissate su di uno strato di cemento spesso all'incirca due o tre centimetri.

47

Rimuovere le piastrelle con uno scalpellatore elettrico

Adesso preoccupiamoci di controllate se le mattonelle sono state affisse con la tecnica degli anni ottanta, cioè con la calce. Facendo attenzione se vi sia la presenza di una sorta di rilievo nel bordo finale dell'ultima fila di piastrelle. Nel caso in cui sarà evidente questa situazione non preoccupiamoci. Infatti dovremmo solo tenere in considerazione il fatto che, per eseguire la rimozione delle piastrelle, potremmo avere bisogno di uno scalpellatore o scrostatore elettrico.

Continua la lettura
57

Incollare le piastrelle con la colla specifica

Nel caso in cui la tecnica di fissaggio delle piastrelle si presentasse diversa, allora procediamo con l'incollare le piastrelle al muro per mezzo di una colla adatta per piastrelle, questa renderà il lavoro più pulito, meno anti estetico e più facile. Per rimuovere questo tipo di piastrelle dovremmo munirci di scalpello e di mazzuolo. Impugnati i nostri strumenti decidiamo prima di tutto se incominciare dall'alto o dal basso. Scelto il punto da cui incominciare, possiamo porre lo scalpello nella fessura della mattonella. Successivamente con il mazzuolo, incominciamo a colpirlo. Una volta staccate le piastrelle sarà preferibile passare uno strato di cemento, e poi lo stucco. Lasciamo asciugare per due giorni, e finalmente potremo personalizzate i muri secondo i nostri gusti personali.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come impermeabilizzare una parete in cemento

Il cemento è il materiale ideale per costruire una parete robusta. Il problema è che il calcestruzzo può permettere all'umidità di penetrare attraverso di esso, dando origine alle crepe. Ad esempio, una perdita d'acqua in un muro di cemento in cantina...
Ristrutturazione

Come ristrutturare una parete esterna

La parete è una struttura verticale generalmente solida che definisce e protegge un'area; più comunemente delinea un edificio e sostiene la sovrastruttura separandola dalle diverse costruzioni. Esistono tre principali tipologie di pareti strutturali:...
Ristrutturazione

Come carteggiare e stuccare una parete di gesso

Se dobbiamo rifinire una parete di gesso appena innalzata, sono necessarie almeno due importanti operazioni prima di procedere con la tinteggiatura. Nello specifico si tratta di stuccare e carteggiare la superficie, in modo da renderla liscia e setosa....
Ristrutturazione

Come costruire una parete in legno

Se abbiamo una stanza molto grande ed intendiamo dividerla in due, possiamo costruire una parete in legno rendendola quindi leggera e nel contempo facile da rimuovere. Il lavoro è piuttosto semplice, e richiede soltanto un minimo di pratica nell'arte...
Ristrutturazione

Come ristrutturare una parete in mattoncini

Una parete in mattoncini è costituita soprattutto da malta, che separa i singoli elementi di muratura (siano essi mattoni, pietre, calcestruzzo o vetro-mattone). Durante i processi di ristrutturazione, solitamente il lavoro viene iniziato dalla parte...
Ristrutturazione

Come sistemare una parete ricoperta di muffa

Se la vostra casa è particolarmente umida ed è rimasta chiusa per molto tempo, può succedere che la muffa ricopra completamente intere pareti. Se ciò dovesse accadere, non non c'è bisogno di disperarsi perché la si rimuovere senza troppe difficoltà....
Ristrutturazione

Consigli su come rivestire una parete

Sono sempre tanti i lavori da fare in casa ma ciò non significa dover chiamare necessariamente qualcuno del mestiere a meno che, non si tratti di lavori specifici che richiedono la mano di un esperto. Inoltre, possedere gli attrezzi giusti e un po' di...
Ristrutturazione

Come abbattere una parete in legno

Spesso, durante dei lavori di ristrutturazione o in occasione di un "makeover" all'interno di una casa, vi è la necessità di abbattere uno o più muri. Solitamente questa scelta nasce dall'occorrenza dell'ampliamento di uno spazio già esistente, motivo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.