Come rimuovere le macchie di gelato dal divano in tessuto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

È consuetudine, molto spesso, prendere il cibo e mangiucchiarlo nei posti più disparati della casa, mentre si cammina da una stanza all'altra, in piedi lontani dal tavolo, oppure sul divano. Sono questi i modi in cui si mangia più frequentemente, soprattutto quando si spizzica e si fa una pasto intermedio. Se non si sta attenti è molto facile sporcare il pavimento e macchiare i tessuti a cui si è vicini. A tal proposito, nella seguente guida, vi illustrerò molto dettagliatamente come rimuovere le macchie di gelato dal divano in tessuto. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • Borotalco
  • Panno morbido
  • Acqua e aceto
  • Borace
  • Prodotti chimici
36

Innanzitutto, la stoffa delle poltrone e dei divani può essere di varie tipologie: colorata, di velluto, di seta, di lino, di cachemire oppure di alcantara. Si tratta di materiali da curare in maniera particolare, proprio perché possono danneggiarsi facilmente e il loro recupero potrebbe essere complicato di fronte a casi estremi. Per questo motivo, quando si verificano delle macchie sulla loro superficie, bisogna essere tempestivi nella loro rimozione e pulizia. Le macchie di gelato possono essere trattate in vari modi. Il primo prevede l'utilizzo semplicemente dell'acqua calda. Essa deve essere messa solo sulla zona interessata, e poi dovrete cospargere dell'aceto lasciandolo in posa per qualche minuto.

46

Successivamente, il tutto deve essere fatto asciugare cercando di utilizzare del borotalco, il quale consentirà un'asciugatura rapida e uniforme. Prendendo una spazzola, potrete eliminare tutta la sostanza con pochi e semplici gesti, potendo notare con grande soddisfazione che ogni tipo di alone è scomparso. Le macchie fresche devono essere lavorate con l'acqua, mentre invece quelle un po' più vecchiotte, è bene ammorbidirle con dell'acqua e del borace. Se il tessuto è particolarmente delicato, dovrete prendere un panno umido imbevuto di solvente anti-grasso oppure di polveri assorbenti.

Continua la lettura
56

In seguito, quando si tratta di una macchia ormai penetrata a fondo nel tessuto, a questo punto non resta che utilizzare dell'ammoniaca umida oppure un prodotto apposito, ammesso che il colore e la delicatezza del divano lo consentano. Grazie alla stragrande varietà di divani sfoderabili, è possibile togliere la stoffa e pulirla al meglio lontana dalla struttura fissa. Nei casi più estremi si può ricorrere alla lavanderia, che sicuramente vi riconsegnerà il tessuto al meglio completamente pulito. Basta seguire questa guida per riuscire a riportare il tutto nel suo stato originale senza particolari sforzi o ulteriori spese.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come arredare una gelateria

Com'è noto oramai da tempo, il gelato è uno dei tanti motivi di vanto dell'Italia. La maestria dei nostri gelatai è motivo d'invidia e di ammirazione in tutto il mondo. Non sono pochi i turisti che hanno tra i loro obiettivi proprio quello di gustare...
Pulizia della Casa

Come pulire i divani in alcantara

Ogni mobile, ogni sedile, divano che si rispetti è realizzato con ottimi materiali che danno ancora più qualità e valore all'oggetto. Ma affinché il mobile abbia lunga vita è bene provvedere alla sua manutenzione periodicamente. Tra i materiali di...
Arredamento

Come scegliere le posate d'argento

Molto spesso fanno parti di veri e propri corredi il cui valore potrebbe essere alto, e che vengono usate solo in determinati casi, come ad esempio le posate in argento. Oggi vedremo insieme come scegliere le posate d'argento, perché si tratta di una...
Economia Domestica

Come congelare le zucchine trifolate

Se in occasione di una cena tra amici abbiamo preparato degli ortaggi come ad esempio delle zucchine, indipendentemente dalla tipologia di cottura, possiamo conservarle adottando alcuni funzionali metodi. In riferimento a ciò, ecco una guida con degli...
Economia Domestica

5 modi per servire il pandoro

Il pandoro è un dolce natalizio che non può mancare. Segna la tradizione, piace ai bambini, è un fine pasto buono e genuino e soprattutto lo si può servire e guarnire in mille modi diversi. Se quindi siete stufi di mangiare sempre il classico pandoro...
Pulizia della Casa

Come pulire un copridivano

Il divano è un arredo amato e desiderato da grandi e piccoli perché su di esso ci si rilassa e si ritrovano le energie fisiche e mentali dopo una lunga giornata di stress ed impegni. Sottoposto ad usura continua in ogni momento della giornata, tutti...
Pulizia della Casa

Come rimuovere le macchie ostinate dai vestiti

Alzi la mano chi non ha mai dovuto togliere una macchia ostinata da un vestito. Indossare un vestito e sporcarsi subito dopo, mangiando magari un gelato o del cibo oleoso, accorgersi che i vestiti dei propri bambini si sono macchiati mentre giocavano...
Economia Domestica

Come conservare il formaggio e i latticini

Il parere scientifico in tema di formaggi e latticini è contrastante. C'è chi bandisce l'uso del latte subito dopo lo svezzamento e chi, invece, consiglia l'assunzione di due o tre porzioni al giorno anche sotto forma di yogurt e di formaggio fresco....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.