Come rimuovere le bruciature dalle pentole di rame

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le pentole di rame vengono spesso utilizzate come decorazione in alcune cucine in stile rustico e come stoviglie effettive in altre. In quest'ultimo caso, ci sono alcune precauzioni che devono essere prese durante il processo di pulizia. Il rame è un elemento che può essere tossico se viene esposto a determinate sostanze. Per evitare tale esposizione, le pentole sono protette con un rivestimento metallico, generalmente di acciaio o di stagno, che forma una barriera tra il rame e il cibo. È bene, quindi, assicurarsi che i metodi di pulizia non danneggino la superficie, altrimenti la barriera sarà danneggiata e le pentole non saranno più utilizzabili. Premesso questo, scopriamo come rimuovere le bruciature dalle pentole di rame.

26

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio
  • Aceto
  • Ammoniaca pura
  • Tela abrasiva
  • Pomice
  • Limone
36

Per eliminare le bruciature dalle pentole di rame, abbiamo la possibilità di scegliere tra 2 metodi differenti: il primo consiste nell'utilizzo di sostanze abrasive, mentre nel secondo si impiegano dei liquidi in grado di schiarire le superfici, poiché sono a base di acidi. Nel primo caso, possiamo far ricorso alle classiche pagliette di ferro o ad altri sistemi come la pomice, che va versata asciutta sulla pentola e strofinata con una spugna.

46

Un altro metodo abrasivo, è l'uso del bicarbonato di sodio ed il limone, quest'ultimo noto per la sua acidità in grado di rimuovere lo sporco e donare la lucentezza. L'aceto è senza dubbio uno dei migliori antiossidanti naturali: applicato sulla pentola e lasciarlo in posa per un paio d'ore, poi, con una spugna, strofinare fino a quando il rame non appare lucido e senza bruciature. Se la pentola si presenta particolarmente bruciata, con macchie molto ostinate, si può tuttavia utilizzare della tela abrasiva bagnata con l'alcool e possibilmente a grana sottile, la quale svolge l'azione necessaria senza consumare il rame.

Continua la lettura
56

Esiste comunque la possibilità di intervenire anche soltanto con sostanze liquidi, senza quindi utilizzare nessun prodotto abrasivo. In questo caso, la soluzione ideale consiste nel mettere la pentola di rame in un recipiente sommerso da ammoniaca pura. Dopo circa una ventina di minuti in ammollo, strofinare con una spugna sulle zone interessate, dopodiché risciacquare la pentola e procedere con l'asciugatura. In assoluto, questo rappresenta l'unico rimedio efficace per preservare una pentola di rame che presenta delle particolari bruciature, senza necessariamente utilizzare materiali e prodotti chimici abrasivi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire al meglio le pentole di rame

Anche se la presenza di pentole in rame all'interno delle abitazioni è sempre più rara, alcuni continuano ad usarle per la loro buona conducibilità termica; il calore infatti si diffonde in maniera uniforme per tutta la pentola. Molti inoltre pensano...
Pulizia della Casa

Come rimuovere il riso bruciato dalle pentole

Molto spesso in cucina capita che il cibo si attacca sul fondo delle pentole e si brucia, per cui rimuoverlo risulta piuttosto difficile. In tal caso, bisogna prestare attenzione per evitare di creare graffi alle pentole e quindi fargli perdere la patina...
Pulizia della Casa

Come rimuovere le macchie di ossidazione dagli oggetti in rame

Le macchie di ossidazione sugli oggetti in rame, sono una vera sfida per la pulizia, in quanto sono costituite da minuscole particelle di ossido di ferro, che si impostano nell'immediato. Purtroppo nella maggior parte dei casi, sono necessari dei veri...
Pulizia della Casa

Come rimuovere il cibo bruciato dalle pentole in ghisa

Le pentole in ghisa riscaldano gli alimenti in modo rapido e consentono una cottura uniforme. La ghisa, infatti, trattiene bene il calore e si conserva per molte generazioni, se si cura in modo adeguato. Quando il grasso bruciato si accumula sulla pentola,...
Pulizia della Casa

Come lavare una pentola in rame bruciata

In realtà, oggi le pentole in rame vengono poco usate. In genere queste pentole si trovano come ornamenti nei locali dallo stile rustico o nelle cucine che vogliono dare un tocco personale all'ambiente. Qualcuno però, utilizza ancora queste pentole...
Pulizia della Casa

Come pulire le pantole di rame

Chi ha la passione per la cucina conosce le qualità delle pentole in rame. Esse sono più "calde" dell'acciaio, cioè hanno una capacità termica molto più elevata e sono un ottimo conduttore. Nelle pentole di rame il calore si diffonde uniformemente...
Pulizia della Casa

Come Pulire Le Casseruole E Le Pentole

Pentole e casseruole sono indispensabili in cucina. Per far durare e tenere in buono stato le pentole e le casseruole occorre molta dedizione. In questa guida vedremo come pulire le casseruole e le pentole. Citeremo tutti i prodotti da utilizzare. Forniremo...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole in ceramica

Le pentole e le padelle in ceramica sono ormai sempre più diffuse in cucina, dovuto al fatto che il loro rivestimento interno non fa attaccare i cibi e, soprattutto la ceramica è un buon conduttore di calore e, fa sì che il calore si propaghi in maniera...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.