Come rimuovere la muffa dai mobili da giardino

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Mobili da giardino con la muffa? Purtroppo capita spesso. Invece di buttare via i nostri mobili da giardino, decidendo di affrontare anche una spesa importante per acquista dei mobili nuovi, possiamo provare a rimuovere la muffa in maniera efficace con ottimi risultati e far tornare i nostri mobili praticamente nuovi. Vediamo insieme come rimuovere la muffa dai mobili da giardino per poterli riutilizzare ogni anno durante la bella stagione.

24

Prevenire la muffa

Quando si acquistano i mobili da giardino, la prima cosa da fare è quella di prevenire la muffa, questo per poter continuare a godere del perfetto relax del proprio giardino, sia da soli che insieme agli amici. Per evitare che la muffa danneggi i nostri mobili da giardino, durante l'inverno, quindi durante il non utilizzo, non dobbiamo sistemarli in un luogo caldo, umido e buio, questo perché la muffa è un fungo che si sviluppa proprio in queste condizioni. La muffa è anche pericolosissima per la salute e quando puliamo i mobili dobbiamo asciugarli accuratamente per evitare che il nostro lavoro risulti vano.

34

Rimuove la muffa dai mobili da giardino in legno

La maggior parte delle persone si affidano ai detersivi per rimuovere la muffa dai mobili da giardino in legno. In realtà questo è un gravissimo errore perché il detersivo aggredisce il legno. Un detersivo inadatto può anche rovinare i mobili, deteriorarli e scolorirli. Occorre invece ricorrere ad un prodotto naturale realizzato con mezza tazza di ammoniaca, una tazza di aceto bianco e mezza tazza di bicarbonato di sodio, il tutto diluito in 1 litro e mezzo di acqua. Il prodotto va applicato con un panno morbido o con una spugna non abrasiva sui mobili. Se dopo il lavaggio risultano anche delle parti con la muffa, occorre ripassare le parti ammuffite solo con l'aceto bianco.

Continua la lettura
44

Rimuove la muffa dai mobili da giardino in vimini

Il procedimento è lo stesso a quello utilizzato per rimuovere la muffa dai mobili da giardino in legno, ma potrebbe risultare più difficile a causa degli angoli e delle parti che non si possono raggiungere con la spugna. Pertanto ci possiamo aiutare con una canna dell'acqua dal getto potente.
Se invece i mobili presentano delle superfici in metallo, possiamo utilizzare un detergente neutro. Dobbiamo anche fare molta attenzione a pulire bene i cuscini che potrebbero essere stati rovinati dalla muffa. Per la nostra salute sarebbe opportuno sostituire i cuscini acquistandone dei nuovi per non correre nessun rischio. Se invece vogliamo provare a pulirli, dobbiamo usare la candeggina: 1 tazza in 1 litro d'acqua.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come rimuovere la muffa dai cuscini da seduta per esterni

Con l'arrivo della bella stagione passare delle calde serate all'esterno su un comodo divano, o magari su un dondolo, in compagnia di amici e parenti è davvero qualcosa di meraviglioso. Può però capitare che i morbidi cuscini da seduta, che avete lasciato...
Esterni

Come proteggere i mobili da giardino

Come vedremo nel corso di questo tutorial, i mobili da giardino sono degli ottimi complementi di arredo, capaci di conferire al vostro spazio esterno un valore estetico decisamente aggiuntivo, oltre che funzionale (ecco perché è importante prestare...
Esterni

Come pulire e conservare i mobili da giardino in legno e fibre

Non di rado chi possiede una casa con giardino è solito adornare quest'ultimo con mobili generalmente in legno oppure in fibre. Questo tipo di arredamento però richiede numerose cure ed attenzioni affinché possa risultare sempre bello ed in ordine....
Esterni

Come proteggere i mobili da giardino in rattan

Il rattan è il materiale attualmente più usato per la costruzione di svariati mobili da giardino: tavoli, sedie, divani, lettini prendisole, sedute sospese, chaise longue e molti altri. Si tratta di una fibra naturale, ricavata da specifiche palme,...
Esterni

Mobili in legno da giardino: come trattarli e progetterli

I tavoli, le sedie e qualsiasi tipo di mobile costruito in legno donano un tocco pittoresco al nostro giardino, tuttavia la natura piuttosto delicata di tale materiale, le intemperie, l'usura e la nostra stessa incuria, possono arrecare gravi danni alla...
Esterni

Come scegliere i mobili da giardino in ferro battuto

Avere un giardino in casa, è sicuramente una grande fortuna, perché si ha la possibilità di poter trascorrere parecchio tempo all'aria aperta restando in casa. Ogni giardino però, necessità di un arredamento specifico, in grado di resistere a tutte...
Esterni

Come verniciare i mobili da giardino

Il giardino è un luogo splendido in cui potersi godere un bel po' d'aria fresca nella propria abitazione. Molti giardini sono talmente ampi, che è possibile arredarli con mobili adatti e specifici per l'aria aperta. Mobili in legno, in vimini e in ferro,...
Esterni

Il modo migliore per riporre i mobili del giardino in inverno

Se possedete un giardino sapete bene quanto sia confortevole e divertente passare delle serate estive seduti su una sdraio a parlare con degli amici o semplicemente organizzare una cenetta all'aperto. Tuttavia con l'arrivo dell'inverno e delle prime piogge...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.