Come rimuovere l'odore di naftalina dai tappeti

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tutte le fibre tessili, così come il legno, sono soggetti ad usura e deterioramento. Il tempo non è amico né dei mobili, né dei tessuti. Oltre all'invecchiamento naturale della materia, infatti, concorrono nelle operazioni di danneggiamento, sia i tarli che le tarme, fastidiosi insetti capaci di forare le strutture, rovinandole irrimediabilmente. I prodotti antitarmici ed antitarlo, sono molti ma, per gli abiti ed i tessuti in genere, si ha l'abitudine di utilizzare la naftalina. La naftalina è sicuramente un prodotto molto efficace ma, nonostante ciò, è solita lasciare davvero un cattivo odore, che talvolta, si ha la necessità di rimuovere. A tal proposito, nella seguente guida, vi illustrerò alcuni validi rimedi su come rimuovere l'odore di naftalina dai tappeti. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • Esposizione all'aria e al sole
  • Bicarbonato di sodio
  • Apparecchio a vapore
  • Aceto di vino bianco (4/5 cucchiai per litro d'acqua)
37

Innanzitutto, il primo intervento da operare consiste nell'aprire il tappeto e porlo all'aria: il vento ed il sole, attenueranno l'odore sgradevole della naftalina. È consigliabile, inoltre, tenere il tappeto all'aria per diversi giorni. Fatto ciò, procedete come segue, assicurandovi però del tipo di filato con cui è stato tessuto il tappeto: cotone, lana, seta, quest'ultima, è la fibra più brillante, ma anche la più delicata, ed è preferibile lavarla con un tampone imbevuto in acqua, aceto e detersivo. Qualora il tappeto si possa lavare, procedete al suo lavaggio a mano, utilizzando detersivi delicati con aggiunta di aceto di vino bianco all'acqua di risciacquo.

47

Infine, ultimate il lavaggio con dell'ammorbidente profumato e terminate con degli ulteriori risciacqui. Purtroppo, per motivi di dimensioni, filato o pregio, non è consigliabile procedere al lavaggio di tutti i tappeti. Per rimuovere l'odore di naftalina da tappeti non lavabili, procedete esponendoli all'aria e al sole, per almeno una settimana. Ogni due giorni, cospargeteli di bicarbonato che lascerete agire per circa un'ora, per poi rimuoverlo completamente con un'aspirapolvere. Nella caldaia degli apparecchi citati, dovrete inserire, oltre all'acqua distillata, qualche cucchiaio di aceto bianco.

Continua la lettura
57

Successivamente, passate il getto di vapore su tutta la superficie del tappeto almeno un paio di volte. Infine, lasciate asciugare ed areare al sole, ancora per un giorno o due. Prima di riporre il tappeto, od allestirlo in casa, spruzzatelo con un buon deodorante per gli ambienti: il tappeto tornerà a brillare e a profumare gradevolmente. Nei giorni seguenti, attuate la normale pulizia con l'aspirapolvere e una volta al mese, rinvigoritene il colore e la pulizia strofinandovi uno straccio umido intriso di acqua ed aceto, insieme ad una piccola quantità di detergente.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di fumo dai tappeti

Quando il fumo penetra nelle fibre di un tappeto, è molto difficile rimuovere il suo cattivo odore, indipendentemente dalla natura di provenienza (sigaretta, cibo bruciato o incendio). Gli odori di fumo causati dal fuoco, sono particolarmente difficili...
Pulizia della Casa

Un modo facile per sbarazzarsi dell' odore del cane dai tappeti

Se in casa avete degli animali domestici come ad esempio un cane, sapete benissimo che di continuo bisogna provvedere ad igienizzare gli ambienti e rimuovere i suoi peli. Tuttavia spesso risulta difficile sbarazzarsi dell 'odore che si impregna sui...
Pulizia della Casa

Come rimuovere la plastilina secca dai tappeti

Quante volte è successo di ritrovare della fastidiosa plastilina attaccata nei tappeti e nella moquette, l'eliminazione di questo prodotto rappresenta una problematica che accade spesso di dover affrontare, soprattutto quando si hanno bambini in casa....
Pulizia della Casa

Come rimuovere la vernice secca dai tappeti

I tappeti costituiscono un ottimo complemento d'arredo, abbelliscono ogni ambiente con eleganza e conferiscono una nota di colore e calore, sia nei soggiorni, che nella camere da letto. I tappeti necessitano di pulizia ordinaria attraverso l'ausilio quotidiano...
Pulizia della Casa

Come rimuovere le macchie di trucco dai tappeti

All'interno di questo articolo, andremo a parlare di pulizie. Nello specifico, andremo a rispondere a questa frequente domanda: come rimuovere le macchie di trucco dai tappeti? Quante volte ci è capitato a noi donne di macchiare il tappeto specialmente...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di fumo

I danni che sono causati dal fumo possono derivare da diverse fonti: incendi, fumo di sigaretta, sigaro, pipa, cibi carbonizzati, etc. Dopo che sono state riparate e sostituite le superfici degli oggetti danneggiati spesso resta l'odore del fumo che rende...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di aglio dal frigorifero

In casa capita spesso di dimenticarci qualche spicchio di aglio andato a male, che comporta la presenza di un cattivo odore all'interno del frigo, e spesso intacca anche altri cibi non ermeticamente chiusi, come ad esempio una busta di latte o della frutta....
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di urina

Chi possiede animali domestici sa che a volte possono orinare in vari ambienti della casa, come il tappeto, il divano o le soglie delle porte. È difficile liberarsi dei cattivi odori e dell'alone che lasciano, soprattutto se l'urina viene lasciata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.