Come rimuovere il ghiaccio dai pluviali

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Durante la stagione fredda le forti nevicate e i venti gelidi sono all'ordine del giorno. Ciò è vero in particolare per le regioni più a nord. Per affrontare l'inverno è molto importante che la nostra casa abbia il giusto "equipaggiamento". Garantire il migliore isolamento è un modo efficiente per mantenere la temperatura. Ma le minacce possono giungere anche dall'esterno. In circostanze di freddo estremo, il ghiaccio può compromettere grondaie e pluviali. Sono due elementi fondamentali per la raccolta e il reindirizzamento dell'acqua piovana. Un accumulo di ghiaccio può naturalmente compromettere il processo. Per questo motivo vi diremo come rimuovere il ghiaccio da questi dispositivi, in particolare i pluviali.

27

Occorrente

  • Sale grosso.
  • Calze velate.
  • Serpentine di riscaldamento.
37

Di metodi per rimuovere il ghiaccio ne esistono diversi. Ognuno di loro può essere più o meno efficace in base alla circostanza. Ma da sempre conosciamo una soluzione non impattante, poiché del tutto naturale. Parliamo del sale, l'elemento sciogli ghiaccio per eccellenza. Il sale si può usare anche per rimuovere il ghiaccio presente su grondaie e pluviali. Nel primo caso l'operazione è molto semplice. Possiamo cospargere di sale grosso l'intera area della grondaia coperta di ghiaccio. Col passare dei minuti il ghiaccio si scioglierà, defluendo attraverso i pluviali. Ma che fare se questi ultimi presentano lo stesso problema?

47

Se troviamo un'ostruzione da ghiaccio possiamo ancora usare il sale. Ci servirà un piccolo stratagemma per mantenere il sale ben a contatto con le pareti di ghiaccio. Possiamo calare all'interno dei pluviali delle calze velate piene di sale grosso. Il sottile strato di materiale sintetico non impedirà al sale di agire. Possiamo infilare una o più calze in base alla dimensione del pertugio. Potremo appenderle ad una semplice asta che poseremo sull'apertura superiore del pluviale. Anche in questo caso il ghiaccio si scioglierà lentamente, defluendo verso il basso. Se fosse presente del ghiaccio nella parte esterna potremo rimuoverlo manualmente.

Continua la lettura
57

Un metodo ben più tecnologico è quello delle serpentine di riscaldamento. Possiamo utilizzarle per grondaie e pluviali; sono capaci di autoregolarsi senza surriscaldarsi. Questa soluzione è certamente meno economica ma molto efficace. Ci consente di non preoccuparci più del problema del ghiaccio, anche per lunghi periodi. Questi cavi autoscaldanti possono avere lunghezze variabili in base alle varie esigenze del consumatore.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il cloruro di calcio rappresenta una buona alternativa al sale, poiché possiede lo stesso principio di funzionamento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come pulire i pluviali in cotto

Una corretta manutenzione e un'adeguata pulizia delle grondaie e dei pluviali della vostra casa, mantiene l'esterno più ordinato e inoltre può evitare danni interni a causa delle inondazioni attraverso la fondazione e le pareti; oppure tramite le perdite...
Esterni

Come pulire i pluviali di rame

I pluviali sono quei tubi esterni in rame, acciaio, alluminio zincato o PVC, che percorrono l'altezza di un fabbricato ed hanno come scopo principale quello di raccogliere le acque meteoriche. Essi sono fissati perpendicolarmente alle grondaie, una sorta...
Esterni

Come collegare i pluviali a gomito

I tubi pluviali insieme alle grondaie sono utilizzati per la raccolta delle acque e per convogliarle negli scarichi della fognatura bianca o altro pozzo di raccolta. I più diffusi sono in rame o in PVC ma si possono trovare anche in alluminio, e acciaio...
Esterni

Come scollegare i pluviali a gomito

I pluviali sono utilizzati, unitamente alle grondaie, per la racconta dell'acqua piovana. Sono importanti per far sì che l'acqua decadente dai tetti scenda al suolo attraverso una guida. Solitamente sono in pvc ma talvolta si trovano dei pluviali anche...
Esterni

Come Togliere Il Ghiaccio Dai Vialetti

L'inverno se da un lato ci regala dei paesaggi suggestivi, da un altro ci crea non pochi problemi, specie quando si forma il ghiaccio sulle strade oppure nel vialetto di casa o del giardino. La condizione si rivela in tutti i casi pericolosa poiché sono...
Esterni

Come rimuovere la muffa dai mobili da giardino

Mobili da giardino con la muffa? Purtroppo capita spesso. Invece di buttare via i nostri mobili da giardino, decidendo di affrontare anche una spesa importante per acquista dei mobili nuovi, possiamo provare a rimuovere la muffa in maniera efficace con...
Esterni

Come rimuovere un prato sintetico

Cambiare idea è una cosa che vi succede spessissimo? E magari anche su grandi opere casalinghe? Non vi preoccupate, ci sono rimedi per qualsiasi cosa! Oggi abbiamo deciso di spiegarvi come rimuovere un prato sintetico, una faccenda che preoccupa molti,...
Esterni

Come rimuovere la ruggine dai mobili da giardino

A causa dell'umidità eccessiva nell'aria, sulla superficie dei mobili (soprattutto quelli da esterno), si forma la ruggine. Tuttavia, la rimozione della ruggine dal metallo non è così difficile come si potrebbe pensare; è possibile infatti, utilizzare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.