Come rimuovere i battiscopa in marmo

Tramite: O2O 01/04/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se in casa abbiamo delle pavimentazioni rifinite con dei battiscopa in marmo ed intendiamo rimuoverli, possiamo farlo in un modo abbastanza semplice, ed eseguendo il lavoro in tre passi ben definiti. Alla fine la parte bassa della parete è pronta per la posa di un altro tipo di battiscopa, che maggiormente soddisfa i nostri gusti e le esigenze di arredo. A tale proposito, ecco una guida con le istruzioni su come rimuovere i battiscopa di marmo.

26

Occorrente

  • Scalpello e martello
  • Cutter
  • Carta abrasiva
  • Stucco murale
36

Rimuovere lo stucco tra le fughe

Il primo passo prevede la rimozione dello stucco che si trova nelle fughe tra un battiscopa e l'altro, e quello che combacia con la parete e il pavimento. Per eseguire correttamente l'operazione senza danneggiare nessuna delle superfici interessate, possiamo prendere un cutter e delicatamente rimuovere lo stucco tra le fughe, aiutandoci magari con uno scalpello e con un martello dove si presenta particolarmente duro.

46

Asportare i battiscopa

A questo punto procediamo asportando i battiscopa definitivamente dalla parete, e dalla parte che combacia in perpendicolare con il pavimento. Il lavoro va tuttavia eseguito con precisione per non scheggiare le piastrelle e soprattutto la parete, in modo da evitare di riempire dei grossi buchi che si creano a seguito dell'intonaco che rimane attaccato al collante sul lato posteriore del battiscopa. Il lavoro lo eseguiamo quindi picchiettando leggermente con un scalpello in più punti, fino a rimuovere agevolmente il primo battiscopa. Su questa falsa riga, procediamo poi su tutto il perimetro della stanza, fino a liberarla completamente dai battiscopa in marmo. Fatto ciò, non ci resta che applicare i nuovi, seguendo in base a quanto descritto nel terzo ed ultimo passo di questa guida.

Continua la lettura
56

Eliminare il collante dalla parete

Avendo adesso la parete completamente libera dai battiscopa, prendiamo di nuovo lo scalpello ed eliminiamo il collante residuo che è rimasto attaccato, aiutandoci magari con una spatola, e con la stessa rimuoviamo dell'altro eventualmente rimasto attaccato sulle piastrelle. A lavoro ultimato prendiamo della carta abrasiva a grana sottile e levighiamo perfettamente la superficie, intervenendo eventualmente con dello stucco murale se ci sono pezzi di intonaco mancanti oppure eventuali buchi. Dopo l'essiccazione dello stucco, possiamo poi procedere con la posa di un'altra tipologia di battiscopa come ad esempio quelli in gres porcellanato, in legno oppure in PVC, e questi ultimi da fissare poi con del collante acrilico oppure con il silicone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Battiscopa: applicare il silicone in pochi step

Il silicone serve per sigillare tutte le fessure, incluso lo spazio fra battiscopa e parete. Valida alternativa ai classici chiodini, consente di dare una finitura piú elegante e prevenire infiltrazioni di umiditá e sporcizia. Per applicare in pochi...
Ristrutturazione

Come scegliere il colore dei battiscopa

Il battiscopa è un rivestimento che serve a rivestire ambienti già esistenti da urti e rischio di infiltrazioni di umidità. L'assenza di queste mattonelle comporta la ricerca di un rivestimento più adeguato, con una lunghezza sino a 5 centrini. È...
Ristrutturazione

Come riparare un battiscopa in legno

Nel momento in cui si decide di acquistare una casa, si devono mettere in conto varie spese e, tra queste, una delle più importanti è rappresentata dal suo eventuale restauro. Con la crisi economica degli ultimi anni diventa essenziale il fai da te...
Ristrutturazione

Come eliminare i graffi dal marmo

Il marmo è una superficie che ha origine dal calcare. La lavorazione a cui è sottoposto il marmo gli permette di passare dal poco conosciuto stato grezzo, a quello più noto, lavorato e molto lucido. La lucidità e la capacità di splendere del marmo...
Ristrutturazione

Come fare un pavimento in marmo

Tutti i pavimenti con piastrelle tendono nel tempo a scheggiarsi o ad opacizzarsi con la conseguenza di dover effettuare degli interventi di manutenzione. Se la superficie è in gres o pietra di solito non presenta grossi problemi, se invece si parla...
Ristrutturazione

Come riparare una crepa nel marmo

Il marmo è molto utilizzato come materiale per l'architettura, perché resistente e particolarmente bello. Ne esistono tantissime varietà e sono state usate per decorare i più begli edifici di tutto il mondo. Tuttavia la continua esposizione agli agenti...
Ristrutturazione

Come installare il pavimento in laminato sulle piastrelle di marmo

Il pavimento laminato è ideale per qualsiasi tipo di ambiente: la casa, l'ufficio di lavoro, un'industria o una palestra. Insomma, può essere abbinato a ogni luogo. Questo tipo di pavimento, è prevalentemente composto da fibre di legno e resina, Per...
Ristrutturazione

Come antichizzare il marmo

Abbiamo la passione per l'arte e la possibilità di realizzare delle belle sculture in marmo. Ma prima di metterle dove abbiamo stabilito ci accorgiamo di una cosa. Il colore troppo bianco del marmo stona con l'ambiente circostante, mentre apparirebbe...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.