Come rimuovere bruciature di sigaretta dal legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Può succedere che le sigarette se non sii presta attenzione possono creare danni ai propri mobili. Bisogna allora svolgere un'operazione di restauro del legno proprio perché le sigarette causano bruciature che vanno rimosse proprio perché antiestetiche. Non bisogna pensare che sia un'operazione complessa da effettuare poiché rimuovere le bruciature è un'operazione che può essere svolta autonomamente, procurandosi i prodotti necessari e un po' di pazienza. Vediamo quindi attraverso questa guida come procedere.

25

Utilizzare il limone

L'ingrediente naturale da usare per rimuovere la macchia, è in questo caso il limone. Quest'ultimo dovrà essere applicato sulla parte del legno bruciata insieme a una piccola quantità di cenere (di carta o preferibilmente di sigaretta). È preferibile non usare prodotti chimici per rimuovere la macchia, per evitare di aggravare ulteriormente il danno. La superficie bruciata dovrà essere bagnata col succo di limone (tramite un cotton fioc), facendo poi in modo di depositare la cenere suddetta sul legno ancora bagnato. Successivamente sarà sufficiente passare sulla parte un dischetto di cotone in modo deciso, effettuando dei movimenti circolari. Potete proseguire l'operazione più volte fino a quando la macchia non scompare del tutto.

35

Restaurare il legno

A questo punto, come si noterà, il colore del legno si sarà schiarito per effetto della bruciatura ormai quasi totalmente rimossa (sarà dunque necessario tentare di ristabilire il colore iniziale del legno attraverso l'applicazione di appositi colori ad olio, reperibili in varie e molteplici tonalità ed acquistabili in una comune ferramenta). Bisogna considerare anche un altro aspetto. Se la bruciatura di sigaretta ha creato un solco profondo allora va prima ricolmata per poter effettuare il restauro. In questo caso bisogna procurarsi un solvente specifico e uno smalto trasparente. Iniziate con un po' di carta a livellare poco la bucature in modo tale da prepararlo per ricevere il riempimento.

Continua la lettura
45

Passare una mano di smalto trasparente

Lo smalto trasparente dovrà essere mischiato al solvente in modo da ottenere un liquido da stendere a mano a mano sul legno danneggiato (tramite un cotton fioc). Tra una passata e l'altra, ovviamente, sarà necessario attendere la completa asciugatura del liquido (avvenuta la quale, si potrà continuare fino al totale riempimento del foro). Quest'ultimo rimedio piuttosto efficace, consente in pratica di riempire lo spazio vuoto provocato dal calore della sigaretta. Procedete anche in questo caso al passaggio del colore ad olio, attendendo poi la perfetta asciugatura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come rimuovere il vecchio pavimento

Col passare del tempo qualsiasi tipo di pavimento tende ovviamente ad usurarsi. Una carenza di adeguata manutenzione, amplifica notevolmente il problema. Se lo stato della superficie e della parte sottostante sono pessimi, è consigliabile rimuovere la...
Ristrutturazione

Come rimuovere i battiscopa in marmo

Se in casa abbiamo delle pavimentazioni rifinite con dei battiscopa in marmo ed intendiamo rimuoverli, possiamo farlo in un modo abbastanza semplice, ed eseguendo il lavoro in tre passi ben definiti. Alla fine la parte bassa della parete è pronta per...
Ristrutturazione

Come rimuovere la vernice dalle superfici in metallo

Molto spesso, con il passare del tempo e con l'utilizzo, i nostri oggetti o mobili possono deteriorarsi e generalmente in questi casi o buttiamo via i nostri vecchi elementi per acquistarne di nuovi o ci rivolgiamo ad operai esperti per sistemarli. In...
Ristrutturazione

Come rimuovere lo stucco epossidico dalle piastrelle

Se avete appena rifinito le piastrelle con dello stucco epossidico ed intendete eliminare quello in eccesso che si è indurito, potere farlo senza danneggiare la superficie e nel contempo in modo semplice e veloce. In riferimento a ciò, nei passi successivi...
Ristrutturazione

Come rimuovere la vernice riflettente

La rimozione di ogni tipo di vernice è senza dubbio tra le operazioni di pulitura di certo più impegnative e difficili da realizzare. Non si sa mai da dove iniziare e, soprattutto, in che modo intervenire. Le cose possono diventare ancora più complesse...
Ristrutturazione

Come rimuovere l'intonaco superficiale ammalorato

L'umidità che affligge le pareti, alla lunga, può ridurre le capacità di un'abitazione di isolare gli interni dal clima esterno e facilitare la formazione di muffa. L'umidità di risalita, in particolar modo, può far emergere attraverso le murature...
Ristrutturazione

Come rimuovere le piastrelle delle pareti

Se in cucina oppure nella stanza da bagno intendiamo sostituire le piastrelle poiché non ci soddisfano più per il loro colore oppure sono visibilmente scheggiate e quindi antiestetiche, per rimuoverle ed evitare di rompere il muro sottostante è necessario...
Ristrutturazione

Come rimuovere le piastrelle della doccia

Se nella stanza da bagno e precisamente nella doccia avete delle piastrelle che non vi soddisfano più per la loro tonalità, oppure appaiono visibilmente consumate, potete rimuoverle senza creare danni strutturali. Successivamente provvedete poi alla...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.