Come ridurre i costi per il riscaldamento della piscina

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi ha un grande giardino lo sa, la tentazione di costruire una piscina a porta di mano nelle giornate più calde è forte, specialmente durante la stagione estiva. Crearla dal nulla però non è così facile come si potrebbe pensare; serve infatti rispettare alcune accortezze, come ad esempio lo spazio, l'illuminazione e il riscaldamento. A tal proposito, per rispettare l'ultimo aspetto, è necessaria una grande quantità di energia. Il gas metano o altri combustibili fossili vengono di solito utilizzati per svolgere questo compito. Per questo motivo è possibile ridurre drasticamente i costi attraverso semplici modifiche alla manutenzione di routine della piscina. Vediamo insieme come fare.

26

Occorrente

  • Piscina
  • Spazio
  • Riscaldamento piscina
36

Il primo metodo è di attivare il riscaldamento della piscina a seconda di come e quanto la utilizzate. È possibile riscaldare l'acqua soltanto quando si prevede di utilizzare la piscina; ad esempio, tendete a fare il bagno solo il sabato e la domenica, non è necessario tenere in funzione il riscaldamento per tutta la settimana. A tal proposito è necessario calcolare il tempo che il sistema di riscaldamento impiega per riscaldare l'acqua, in modo da attivarlo al momento giusto, riducendo così al minimo gli sprechi di energia.

46

Il secondo metodo consiste nell'utilizzare una fonte di calore alternativa come ad esempio una pompa di calore, installata appositamente per riscaldare l'acqua della piscina. Quest'ultima funziona come in un condizionatore d'aria, ad eccezione del fatto che il processo viene invertito e il calore prodotto dall'aria esterna viene utilizzato per riscaldare l'acqua della piscina. Ovviamente per alimentare la pompa di calore è necessario collegarla alla linea elettrica. Ricordate però che la quantità di energia necessaria per mantenere la piscina calda è direttamente proporzionale alla quantità di calore che l'acqua perde. Se vivete in una zona calda e ben soleggiata, l'installazione dei pannelli solari è la scelta migliore.

Continua la lettura
56

È possibile risparmiare energia anche attraverso l'utilizzo di una copertura galleggiante trasparente in grado di isolare la superficie dell'acqua della piscina. La maggior parte del calore che l'acqua rilascia viene perso attraverso la superficie della piscina stessa, e una copertura galleggiante riduce drasticamente la perdita di calore. Inoltre, essendo trasparente, permette ai raggi solari di passare attraverso di essa, fornendo così un riscaldamento giornaliero all'acqua. Di conseguenza vi occorrerà sicuramente meno tempo per riscaldarla e quindi il risultato sarà un notevole risparmio energetico.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' necessario calcolare il tempo che il sistema di riscaldamento impiega per riscaldare l'acqua, in modo da attivarlo al momento giusto, riducendo così al minimo gli sprechi di energia.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come ridurre le spese condominiali

Risparmiare sulle spese condominiali è molto importante per far quadrare i bilanci familiari, infatti esse rappresentano per molti un ulteriore problema a quelli già esistenti nella vita di tutti i giorni. Ridurre le spese condominiali, però, non è...
Economia Domestica

Come installare i pannelli solari per riscaldare una piscina

Se si riscalda una piscina con il solo ausilio della corrente elettrica i costi posso essere molto elevati durante tutto il periodo dell'utilizzo della piscina. Se invece vengono utilizzati dei pannelli fotovoltaici per effettuare la stessa operazione,...
Economia Domestica

Come per regolare il flusso d'acqua di un riscaldamento a battiscopa

Sono moltissime le tipologie di riscaldamento che possono essere installate all'interno di un'abitazione. Il riscaldamento a battiscopa ad esempio, fa parte dei sistemi radianti, proprio come il riscaldamento che viene solitamente installato sulle pareti...
Economia Domestica

Come risparmiare soldi con il riscaldamento elettrico

Il riscaldamento è certamente uno dei bisogni di cui necessitiamo durante l'inverno, ma spesso le bollette che giungono a casa sono salate e proibitive, per questo bisogna trovare un modo per risparmiare sul riscaldamento. In questa guida illustrerò...
Economia Domestica

Come risparmiare con il riscaldamento centralizzato

Se si vive in un condominio quando arriva l'inverno si deve attivare l'impianto di riscaldamento centralizzato. Esso rappresenta un bene comune per cui le spese per la manutenzione ed il funzionamento vanno ripartite tra tutti i condomini, anche tra chi...
Economia Domestica

10 consigli per risparmiare sul riscaldamento

Se nella nostra casa in inverno il freddo è eccessivo, non possiamo fare a meno dei termosifoni e dello scaldabagno. Si tratta infatti di due fondamentali opzioni, per godere di un ambiente riscaldato e di acqua calda. Per questo motivo, i costi energetici...
Economia Domestica

Riscaldamento autonomo o centralizzato: il più conveniente

Il riscaldamento è da sempre uno degli elementi di maggior comfort per la casa. Nessuna delle regioni del nostro paese sfugge alla temperatura rigida dell'inverno ed è quindi una necessità per tutti provvedere a riscaldare l'interno della propria abitazione....
Economia Domestica

Come ridurre i consumi elettrici

Risparmiare sull'economia domestica è possibile: abbattere costi e consumi, di questi tempi, non è più una scelta ma una necessità. Sono molte le strategie che ci consentono di ridurre i consumi: una di queste è eliminare tutti gli sprechi di cui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.