Come riconoscere un mobile di radica di noce

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Senza dubbio l'arredamento di una casa rispecchia la personalità della persona che ci vive. Un mobile di radica di noce non è un elemento che si sovente in un comune appartamento. Molto pregiato e raffinato, nella maggior parte dei casi è stato scelto da una persona che ama l'arte dell'antiquariato, oppure apparteneva ai nonni, poiché questo materiale è stato da sempre in voga ma, si è particolarmente diffuso negli anni '50, in cui ha raggiunto l'apice. Ancora oggi è molto apprezzato e richiesto da chi ama il tradizionale classico. Per saperne di più su come riconoscere un mobile di radica di noce, leggete la guida che segue.

26

Un mobile di radica di noce si riconosce prima di tutto per il fatto che non ha mai una cromatura omogenea, Infatti è costituito dal legno di olmo, pianta ricca di colori e sfumature caratteristica per i suoi cerchi continui, Certamente, un foglio di radica non avrà mai una completa uniformità, per quanto lo si lavori. Le forme sono sempre tondeggianti e caratterizzate da perimetri leggermente più scuri, i colori variano sempre nelle tonalità della tinta ocra, dalla più chiara alla più scura.

36

Generalmente un mobile in radica di noce presenta tanti piccoli cerchi concentrici detti "occhiolini" A volte potrebbero essere più ampi o intermedi, ad ogni modo ci sarà sempre in un mobile di radica di noce un particolare (spesso più di uno) a forma di cerchio o ellisse. Se non notate nessuna di questa caratteristiche, certamente non si può trattare di un mobile di radica di noce. A differenza dei cerchi derivanti dall'olivo che hanno solo il perimetro, quelli in radica di noce hanno dei continui puntini, tutti riempitivi, quindi è assolutamente impossibile confonderli.

Continua la lettura
46

Una delle caratteristiche da riconoscere nella radica di noce è la lucidità. Poiché un foglio di radica è composto in natura di sostanze chimiche e naturali che gli permettono una durata lunghissima, difficilmente troverete un mobile di radica di noce che non ha luminosità e lucidità. Anche gli oggetti più antichi mantengono vive queste proprietà e, per quanto magari velati da una leggera opacità, questa non sarà mai evidente in un mobile di radica di noce.

56

Per concludere, qualche consiglio finale: se state per acquistare un mobile di radica di noce e non siete sicuri su come riconoscerlo, chiedete al venditore se si tratta di un elemento d'arredo realizzato con radica di noce o radica di noce persia. Il primo caso si riconosce dagli "occhiolini" più grandi mentre il secondo da "occhiolini" più piccoli e soprattutto fitti. Ricordatevi sempre, infine, di pulire un mobile di radica di noce con adeguati prodotti, soprattutto non aggressivi, meglio ancora se naturali.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I tipici "occhiolini" del foglio di radica sono inconfondibili, se non sono presenti non può essere un mobile di radica di noce.
  • La lucidatura è fondamentale, difficilmente si trovano mobili di radica di noce opachi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come riconoscere un mobile antico in stile Luigi XVI

Esistono diversi stili di mobili che hanno caratterizzato la storia. Per riconoscere un oggetto d'antiquariato e acquistare conseguentemente i complementi di arredo di proprio gusto, è necessario sicuramente seguire alcune piccole e utili indicazioni...
Arredamento

Come riconoscere una falsificazione del mobile antico cabinet

Il mondo dell'antiquariato è avvolto dal fascino che pervade i tempi perduti. Un viaggio capace di portarci indietro nel tempo, quasi a toccare con mano i fasti di epoche ormai sepolte sotto la polvere degli anni. Eppure è molto facile cadere prede...
Arredamento

Come riconoscere un mobile antico in stile neoclassico

Per riconoscere lo stile di un mobile sono necessarie alcune conoscenze di base, soprattutto per quello neoclassico antico. Come ogni movimento culturale, anche lo stile neoclassico si contraddistingue dagli altri per caratteristiche chiare ed evidenti....
Arredamento

Come riconoscere un mobile di ebano

L'Ebano è quel legno di dura consistenza, pregiatissimo e di colore nero o scuro, usato per creare mobili, sculture ed intagli oltre a stipetteria, impiallacciature e manici di coltello. È composto da una grana finissima che lo rende pesante e il suo...
Arredamento

Arredare con il noce

Se per arredare la vostra casa avete scelto lo stile classico, il noce è sicuramente il legno che più si presta a questo tipo di arredamento ed è l'ideale per assecondare i vostri gusti. Nella guida che segue, spiegheremo brevemente, ma in modo esauriente,...
Arredamento

Come Riconoscere E Scegliere I Mobili In Stile Vittoriano

Il stile vittoriano è cosi definito poiché nato all'epoca in cui regnava la Regina Vittoria, e si articola su mobili di legno lineari, di un colore tendenzialmente scuro ed in particolare con una finitura in radica pregiata come ad esempio di mogano...
Arredamento

Come giudicare la qualità di un mobile in legno

Se dovete acquistare un mobile ed intendete sapere con assoluta certezza se il legno è di ottima qualità, vi basta seguire alcune semplici e professionali linee guida che attraverso particolari trucchi, vi consentono di ottimizzare la scelta. In riferimento...
Arredamento

Come valutare un mobile d'epoca

Sempre più spesso, all'interno delle case moderne, troviamo dei complementi d'arredo appartenenti ad epoche passate. A volte, si tratta di mobili ereditati da parenti lontani, arrivati nei saloni di famiglia e messi in bella mostra, insieme ad altri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.