Come riconoscere un mobile antico in stile Luigi XVI

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Esistono diversi stili di mobili che hanno caratterizzato la storia. Per riconoscere un oggetto d'antiquariato e acquistare conseguentemente i complementi di arredo di proprio gusto, è necessario sicuramente seguire alcune piccole e utili indicazioni che vi consentiranno certamente di individuare con molta facilità un mobile antico di un determinato stile. Nella guida che segue, a tal proposito, vi sarà spiegato molto chiaramente come riconoscere un mobile antico in stile Luigi XVI.

26

Occorrente

  • Buon gusto
  • Spirito d'osservazione
36

Individuate il tipo di legno

Innanzitutto è necessario sottolineare che lo stile Luigi XVI si presenta in un periodo storico in cui la moda desiderata a tutti i costi avviare un rinnovamento del suo stile in modo conforme a quello di famosi ebanisti come Adam Weisweiler. Proprio quest'ultimo seguiva modelli francesi ed utilizzava materiali peculiari, impiegando i tipici colori bronzo e dorato. Il legno generalmente usato per la creazione dei modelli di stile Luigi XVI sono soprattutto il noce, il frassino e il rovere. Per rivestire sedie e poltrone invece, vengono generalmente utilizzati tessuti molto raffinati, come ad esempio la seta.

46

Verificate gli ornamenti presenti

Anche i marmi, utilizzati anche per la realizzazione di peculiari tavoli tondeggianti, sono solitamente costituiti da un colore piuttosto chiaro. Lo stesso discorso può essere applicato alle decorazioni e agli ornamenti, che nello stile Luigi XVI appaiono generalmente floreali, accompagnati da festoni e ghirlande che completano disegni variamente realizzati. I toni che predominano sui mobili sono costituiti dal colore bronzo e dorato, che indubbiamente conferiscono alla casa un effetto molto chic ed elegante. Ornamenti di questo genere, appaiono nella quasi totalità dei mobili appartenenti a questo stile, e che dunque contraddistinguono quest'ultimo da diversi stili maggiormente sobri.

Continua la lettura
56

Osservate la loro forma

Per quanto concerne la forma dei mobili, vengono impiegate sinuosità più geometriche e decisamente poco curve, con gambe particolarmente sottili. Anche le sedie e i letti realizzati in questo stile prendono una forma più geometrica e meno morbida. Allo stesso tempo, comunque, acquistano un eleganza particolare grazie al vivo colore dorato e bronzo, di cui sono prevalentemente costituite le sue fibre e le sua struttura. Gli schienali delle sedie risultano essere caratterizzati proprio da una forma sia rettangolare e quadrata e da una curvata decisamente maggiore e piuttosto avvolgente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come datare un mobile antico

Nel mondo dell'antiquariato, la datazione di un mobile antico è un'attività che riveste un fascino molto particolare: riguarda, infatti, l'ambito artistico ed estetico, comporta una preparazione sugli stili, le tecniche di lavorazione ed il legno impiegato,...
Arredamento

Come accostare un mobile antico in un ambiente moderno

L'antico ed il moderno di per se sono di gusti estetici completamente differenti: uno richiama uno stile piuttosto adornato, con caratteri sinuosi dato da linee marcate dai colori, spesso laccati in oro, mentre l'altro presenta linee semplici e minimaliste,...
Arredamento

Come Riconoscere Mobili In Stile Barocchetto O Rococò

Il rococò è uno stilo di ornamento che è nato e si è sviluppato principalmente nella Francia della prima metà del diciottesimo secolo. È da molti considerato un'evoluzione del cosiddetto tardo-barocco. Il Rococò si distingue da altri stili per...
Arredamento

Come arredare casa in stile antico

Arredare casa in stile antico può sembrare facile ma non lo è, in quanto un arredamento del genere deve essere eseguito con degli schemi ben precisi altrimenti, con gli eccessi, si rischia di far sfigurare l’ambiente e soprattutto non valorizzare...
Arredamento

Come riconoscere un mobile di radica di noce

Senza dubbio l'arredamento di una casa rispecchia la personalità della persona che ci vive. Un mobile di radica di noce non è un elemento che si sovente in un comune appartamento. Molto pregiato e raffinato, nella maggior parte dei casi è stato scelto...
Arredamento

Come riconoscere i principali stili dei mobili d'epoca

Se per arredare la vostra casa intendete scegliere dei mobili d'epoca, è molto importante imparare a riconoscere gli stili in modo da inserire quelli giusti ed adeguati al design che vi siete prefissati. La scelta tutto sommato non è difficile, poiché...
Arredamento

Come Riconoscere Lo Stile Biedermeier

Quando si arreda una casa è importante, anzi direi proprio fondamentale, seguire un certo stile, che ci permetterà di dare un tocco personale e di originalità agli ambienti della nostra abitazione. A tal proposito è importante saper riconoscere ogni...
Arredamento

Come riconoscere un mobile di ebano

L'Ebano è quel legno di dura consistenza, pregiatissimo e di colore nero o scuro, usato per creare mobili, sculture ed intagli oltre a stipetteria, impiallacciature e manici di coltello. È composto da una grana finissima che lo rende pesante e il suo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.