Come riconoscere i simboli della stiratura

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

In questa guida verrà spiegato come riconoscere i simboli della stiratura stampati nelle etichette situate su tutti gli indumenti. È molto importante riconoscere questi simboli in modo da non incorrere i errori che possono portare a rovinare i capi stessi. Vediamo allora come riconoscere i simboli della stiratura e metterli in pratica nel modo corretto.

27

Occorrente

  • riconoscere i simboli
37

Imparare a riconoscere il materiale

Da alcuni anni vengono applicate sulla biancheria e sull'abbigliamento delle etichette che rappresentano graficamente i simboli del lavaggio e della stiratura dei capi in questione. È molto importante attenersi a questi consigli, al fine di non rovinare i nostri indumenti. Nel caso in cui non sia presente alcuna etichetta e noi non conosciamo il tipo di tessuto, dovremmo provvedere alla sua stiratura con molta cautela procedendo in questo modo. Prendiamo il capo, e giriamolo sul suo rovescio, cerchiamo quindi un angolo abbastanza nascosto e eseguiamo la nostra prova. Se non si presentano particolari problematiche, possiamo proseguire con la stiratura completa in tutta sicurezza. Nel caso invece dovessimo stirare cotone, tela grezza e lino, prima di proseguire dovremmo provvedere ad inumidire con acqua utilizzando il classico spruzzino l'intero capo.

47

Conoscere i simboli con il ferro da stiro

Vediamo ora simbolo per simbolo. Cominciamo con il primo ovvero il simbolo di un ferro da stiro con al suo interno tre punti, quando troviamo questo simbolo significa che il tessuto in questione può essere stirato alla massima temperatura senza alcun problema. Quando invece troviamo il ferro da stiro con due punti al centro, significa che il tessuto in questione può essere stirato solo a temperature medie ovvero al massimo potremmo arrivare a 150°. Se invece ci troviamo davanti ad un ferro da stiro con un unico puntino significa che l'indumento da stirare dovrà essere trattato ad una temperatura bassa ovvero ad un massimo di 110°. L'ultimo simbolo che possiamo incontrare è un ferro da stiro sbarrato, questo significa che il può non può essere stirato.

Continua la lettura
57

Interpretare tutte le nomenclature

Una volta che avremmo imparato a riconoscere i simboli alla perfezione, non dovremmo temere di sbagliare. La cosa importante è quella di controllare l'etichetta di un capo nuovo prima di cominciare la stiratura. Se dobbiamo stirare capi di velluto, potremmo utilizzare un piccolo trucco che consiste nel girare il capo al suo rovescio, prendere uno strofinaccio di cotone e inumidirlo molto bene, prima di posizionarlo sul capo da stirare, per sicurezza, strizziamolo in modo da togliere l'acqua in eccesso. Posizioniamolo sull'indumento e cominciamo la nostra stiratura, posizionandolo il termostato sulla media temperatura. Mai stirare questo tessuto sul davanti e senza aver steso una copertura.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come rimediare agli errori da stiratura

Una delle cose più fastidiose che ognuno deve affrontare nella gestione di una casa è quella della stiratura dei propri capi. C'è chi è abituato e lo fa in maniera impeccabile, e chi invece è appena agli inizi e commette qualche piccolo errore. Durante...
Pulizia della Casa

Come riconoscere un corallo vero da quello falso e come lucidarlo

I coralli sono definiti scientificamente Antozoi, e sono dei piccoli polipi che organizzati in colonie (barriere coralline) producono carbonato di calcio. Questa sostanza permette di dare struttura alla colonia. Tuttavia, gli oggetti di corallo sono molto...
Pulizia della Casa

Consigli per stirare le tende di lino

È risaputo. Il lino è fra i tessuti più complessi durante lo stiraggio poiché ha la tendenza di stropicciarsi anche solo toccandolo. Nonostante sia una fibra 100% naturale e fresca se utilizzata nell'abbigliamento, per le massaie rimane il cruccio...
Pulizia della Casa

Come lavare i filati acrilici

Nell'industria tessile si fa largo uso dei filati acrilici, cioè filati che, per la maggior parte, derivano dalla polimerizzazione dell'acido acrilico. Tali fibre, che sono molto spesso conosciute con il loro nome commerciale (raion, lycra, ecc) vengono...
Pulizia della Casa

Consigli per stirare le tende sintetiche

Le tende sintetiche rientrano tra i capi più difficili da stirare, per via del materiale di cui sono fatte. Il tessuto sintetico infatti, è ad alto rischio di bruciatura durante la fase di stiratura e necessita di più attenzione, anche perché la fibra...
Pulizia della Casa

Come stirare in modo corretto

Tra le varie faccende domestiche che ci troviamo a sbrigare ogni giorno, troviamo la stiratura del bucato. Per alcune di noi questo lavoretto di casa risulta davvero noioso e stressante, perché ci costringe ad eliminare fastidiose pieghe sui tessuti....
Pulizia della Casa

Come imparare a fare il bucato

Fare il bucato è un'operazione che molte persone non riescono a fare correttamente. Spesso trovandosi in situazioni estreme si rischia di causare dei danni ai vestiti. Quando la biancheria è ingrigita, ad esempio, si esagera con le dosi di detersivo...
Pulizia della Casa

Come stirare sfumando il velluto

Il velluto è un tessuto molto bello ma delicato, che presenta uno strato di copertura in pelo sul lato diritto. A seconda del tipo di lavorazione puó avere una finitura a coste, cesellata, millerighe, jacquard, tanto per citarne alcune. Essendo un tessuto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.