Come riconoscere i principali stili dei mobili d'epoca

Tramite: O2O 07/02/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se per arredare la vostra casa intendete scegliere dei mobili d'epoca, è molto importante imparare a riconoscere gli stili in modo da inserire quelli giusti ed adeguati al design che vi siete prefissati. La scelta tutto sommato non è difficile, poiché ogni epoca fornisce delle precise indicazioni in base al tipo di legno, ai fregi e alla finitura. A tale proposito, ecco una guida su come riconoscere i principali stili dei mobili d'epoca.

26

Controllare la natura del legno

Tra i tanti stili quelli che vanno per la maggiore sono sicuramente l'Impero ossia il periodo che ha interessato la Francia dal 1805 al 1814, poi il Luigi Filippo sempre di impronta francese ma di epoca successiva (1830-1848) e lo stile Regency meglio conosciuto come vittoriano. Una prima caratteristica che serve a restringere il cerchio e a facilitare il riconoscimento di uno stile di mobile d'epoca, è il legno di noce che veniva utilizzato in Francia, mentre quello di rovere rivestito con piume di mogano e di ciliegio era invece tipico dell'Inghilterra. Controllare la natura del legno, è dunque un primo utile indizio per riconoscere un mobile d'epoca.

36

Analizzare i fregi del mobile

Nello stile Impero i mobili presentano in genere delle tipiche decorazioni che omaggiano Napoleone come ad esempio la lettera N. Tuttavia non si tratta del solo indizio utile per analizzare lo stile del mobile; infatti, su quasi tutti i modelli di quest'epoca compare la classica corona d?alloro oltre che l?aquila imperiale. Anche delle foglie d'acanto, dei puttini e alcune tipiche fiaccole di epoca romana, forniscono inequivocabili informazioni sullo stile Impero. Per quanto riguarda invece l'epoca post-napoleonica la cosiddetta Luigi Filippo è pressochè simile, ma da notare sono i fregi che appaiono meno raffinati e più massicci anzichè filiformi. Tra l'altro va sottolineato che anche la qualità dell'oro è decisamente scarna, tenendo conto che in quest'epoca si usavano di più le foglie d'oro anziché quelle a mercurio dal tipico colore giallastro, e molto più pregiato in quanto ricco di oro zecchino.

Continua la lettura
46

Soffermarsi sulla finitura del legno

Lo stile Regency viene dopo quello francese, ed è il più apprezzato nel mondo dell'antiquariato poiché presenta delle decorazioni semplici e lineari quindi con pochi fregi a rilevo. Tuttavia per riconoscere questo tipico stile inglese, basta soffermarsi sula finitura del legno di cui il mobile si compone. Per fare un esempio tutti hanno di base qualche mobile con una lucidatura a tampone e quindi dal classico colore del mogano o del ciliegio (ed in qualche caso del palissandro), e per la maggior parte si tratta di bookcase, tavolinetti e cassettoni per la camera da letto. Uno dei mobili d'epoca inglesi più apprezzati è tuttavia il classico tavolo per 12 persone con tanto di manovella che serve per allungarlo quando si presenta l'occasione giusta, ovvero in presenza di un numero considerevoli di persone che si invitano a cena o a pranzo.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come riconoscere i mobili in stile Liberty

Conosciuto anche come Jugendstil, Art Nouveau o Stile Floreale, il Liberty è un noto movimento artistico il cui scopo è quello di abbellire e portare migliorie. Nasce tra la fine dell'800 e l'inizio del'900, manifestandosi soprattutto nell'architettura...
Arredamento

Come abbinare gli stili nell'arredamento

Generalmente si tende ad arredare gli ambienti nello stile che più si avvicina alle proprie aspettative: moderno generalmente ricercato da giovani o classico per le persone più mature; provenzale od il romantico shabby chic un po amato da tutti. Tuttavia,...
Arredamento

Come decorare la casa con pezzi d'epoca

Non è necessario avere una casa d'epoca per arredarla con pezzi d'antiquariato. Semplicemente basta avere buon gusto. Le opportunità possono essere: o mixare arredo moderno con antico o rendere l'arredamento d'epoca il vero protagonista della casa.La...
Arredamento

Come arredare una mansarda d'epoca

Se avete appena acquistato una mansarda d'epoca ed intendete arredarla mantenendo intatto lo stile originale, è importante intervenire con mobili e suppellettili adeguati e rifinire pavimenti e pareti con il legno oppure ripristinare quello già presente....
Arredamento

Come abbinare mobili antichi e moderni

Arredare la propria casa è, allo stesso tempo, un compito divertente e complesso. Gli interni di un'abitazione devono garantire un'atmosfera di familiarità e relax. Oltre a ciò, mobili e decorazioni devono rispecchiare il gusto personale del proprietario....
Arredamento

Come arredare con il parquet d'epoca

Arredare una casa o villa con il parquet d'epoca potrebbe sembrare apparentemente difficile. Il colore del pavimento e il materiale di cui è costituito richiedono particolari attenzioni. In commercio però esistono soluzioni di vario tipo che rendono...
Arredamento

Come Riconoscere Un Mobile In Stile Maggiolini

I mobili sono un pezzo di arredamento importante per le nostre case; alcuni di noi li considerano delle vere opere d'arte, per questo diventa importante saper riconoscere a che corrente appartengono, le differenze e i punti di incontro che questi mobili...
Arredamento

Come riconoscere un mobile antico in stile Luigi XVI

Esistono diversi stili di mobili che hanno caratterizzato la storia. Per riconoscere un oggetto d'antiquariato e acquistare conseguentemente i complementi di arredo di proprio gusto, è necessario sicuramente seguire alcune piccole e utili indicazioni...