Come riconoscere i mobili in stile Liberty

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Conosciuto anche come Jugendstil, Art Nouveau o Stile Floreale, il Liberty è un noto movimento artistico il cui scopo è quello di abbellire e portare migliorie. Nasce tra la fine dell'800 e l'inizio del'900, manifestandosi soprattutto nell'architettura e nelle arti figurative ed applicate. Nell'arredamento, la mobilia è caratterizzata da linee sinuose, ondulate e decisamente eleganti: è ancora oggi apprezzata e ricercata da coloro che scelgono di arredare la propria casa in maniera alternativa. Vi state forse domandando come riconoscere i mobili in stile Liberty? Cercheremo di spiegarvelo nei prossimi passi.

27

Occorrente

  • informazioni e suggerimenti sullo stile Liberty
37

Guardare le forme

I mobili in stile Liberty, spesso in ciliegio o mogano, sono indubbiamente eccentrici e totalmente differenti da quelli realizzati in tutte le precedenti epoche: le loro linee sono caratterizzate da eleganti intarsi e decori e rappresentano l'avvento dell'epoca moderna negli arredi delle case odierne. Le forme appaiono maggiormente geometriche e curve, razionali ma allo stesso tempo squisitamente raffinate. Le gambe delle sedie, delle poltrone e delle credenze ricordano gli steli delle piante oppure i tralci di vite, riferendosi così ai contorni morbidi della natura. Negli armadi e nelle librerie vengono spesso inserite parti in vetro colorato, mentre per tavoli, cassetti e ripiani vengono ampiamente utilizzati elementi in ferro battuto.

47

Guardare gli specchi

Le specchiere, quasi sempre di generose dimensioni, sono generalmente realizzate in noce o in ciliegio massello: le massicce cornici in legno presentano eleganti intagli e incisioni, dando vita a decorativi motivi floreali e creando un effetto in perfetto equilibrio con la natura. Il fascino degli specchi liberty è racchiuso infatti nell'attenzione per gli accurati dettagli: ricercati elementi con forme di ispirazione assolutamente naturalistica che impreziosiscono squisitamente il complemento d’arredo.

Continua la lettura
57

Osservare i colori

Oltre alla presenza di motivi che si ispirano alla natura e che intendono richiamare frutti, fiori e piante, i mobili in stile Liberty si evidenziano anche per i loro eleganti colori. Non passano infatti inosservati i caldi toni del mogano e del ciliegio, ma allo stesso tempo si fanno notare le delicate e tenui tinte pastello: vanno dal nocciola al lilla, dal verde salvia al bianco, dal color senape al blu pavone. Ed è infatti questo il motivo per cui i mobili in stile liberty risultano versatili e polivalenti, piacevolmente capaci di coordinarsi e di integrarsi in altri stili di arredamento con risultati ugualmente positivi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Sul web sono presenti svariate descrizioni e fotografie relative all'arredamento in stile Liberty
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come Riconoscere I Mobili Antichi Autentici In Stile Adam

Gli elementi che compongono l'arredamento di un appartamento deve necessariamente avere una certa coerenza stilistica. Infatti esistono diverse tipologie e stili di arredamento che possiamo utilizzare per dare un certo stile agli ambienti della nostra...
Arredamento

Come riconoscere mobili antichi in stile eclettismo

Nel campo dell'arredamento si possono distinguere vari stili che, differenti tra loro, riescono a rispecchiare, ognuno a modo proprio, le principali caratteristiche legate a concetti di bellezza soggettiva. L'eclettismo si presenta come uno modus dove...
Arredamento

Come Riconoscere E Ambientare I Mobili In Stile Luigi Xv

Il regno di Luigi XV è ben diverso del precedente, meno maestoso, meno cortigiano e formale, reinventa Versailles, dove per anni, sotto la reggenza la corte non aveva più vissuto. Questo con il periodo del trionfo rococò, il classicismo dalle linee...
Arredamento

Come Riconoscere E Scegliere I Mobili In Stile Vittoriano

Il stile vittoriano è cosi definito poiché nato all'epoca in cui regnava la Regina Vittoria, e si articola su mobili di legno lineari, di un colore tendenzialmente scuro ed in particolare con una finitura in radica pregiata come ad esempio di mogano...
Arredamento

Come Riconoscere I Mobili In Stile Restaurazione Inglese

L'epoca della restaurazione in generale, è una di quelle epoche che per anni non è stata presa in considerazione. Lo stile che quest'epoca ha da sempre offerto ai mobili, è stata ritenuta infatti da sempre sin troppo pesante. I mobili restaurati non...
Arredamento

Come arredare la cucina in stile liberty

Lo stile liberty, o Art Nouveau, si sviluppa fra la fine del diciannovesimo secolo e l'inizio del ventesimo. I motivi ricorrenti sui mobili mescolano elementi antichi e moderni al tempo stesso. Conferiscono movimento e vitalità all'arredamento. Nell'insieme...
Arredamento

Come Riconoscere Mobili In Stile Luigi Tredicesimo

Luigi tredicesimo di Borbone, denominato anche "il Giusto", fu re di Francia e di Navarra dal 1610 al 1643, anno della sua morte. Oltre ad essere un importante personaggio storico e a far parte del celebre romanzo di Alexandre Dumas "I tre moschettieri"...
Arredamento

Come arredare la veranda in stile liberty

Lo stile Liberty è tornato: al giorno d'oggi, molto più che in un recente passato, sono davvero numerose le persone che decidono di arredare la propria casa seguendo i canoni della famosa Art Nouveau, tipica della Francia di fine ottocento. Tra gli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.