Come riciclare una camicia maschile

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Riciclare una camicia maschile ci permetterà di trasformare questo capo semplice e rigoroso in un capo da donna, sexy e glamour. Spesso ci si libera di indumenti che non si usano più senza pensare che molti di questi possono essere riadattati, donando loro una nuova vita. Questa attività, molto creativa e divertente, non solo è un simpatico passatempo, ma è anche un modo che consentirà anche di rinnovare il proprio guardaroba con elementi unici, spendendo solo pochi euro. In questi tempi di crisi economica, questo non è certamente da sottovalutare, anzi! La trasformazione della nostra camicia potrà essere fatta dalla nostra sarta di fiducia, oppure, in maniera molto più soddisfacente, potremmo provvedervi noi stessi. Vediamo come fare.

25

Occorrente

  • Una camicia maschile
  • Tulle o altra stoffa trasparente
  • Nastro di raso
  • Bottoni gioiello o perle
35

Primo passaggio di modifica

Come prima cosa, prendiamo la camicia e tagliamo via il colletto con delle forbici professionali, ben affilate in modo da dare un taglio netto. Con le stesse forbici, procediamo, con molta cautela, a ritagliare, cercando di essere molto precisi, tutta la stoffa all'altezza delle spalle e a metà della schiena. Per rendere più semplice l'operazione teniamo conto di asportare un rettangolo di stoffa nella zona della schiena e due quadrati, di uguale dimensione, nella zona delle spalle.

45

Secondo passaggio di modifica

Dopo di che, procediamo ad eliminare i bottoni, tagliandoli via con le forbici ed eliminando il filo rimanente. A questo punto, misuriamo il nastro che dovremo applicare al posto del colletto. Scegliamo la misura in base alle preferenze, tenendo conto che il nastro dovrà formare un fiocco o un nodo (quindi non dovrà essere troppo corto) e fissiamolo, per rendere l'operazione più veloce, con la macchina da cucire, oppure, se non ne abbiamo la disponibilità, semplicemente con ago e filo. Misuriamo poi il tulle, o altra stoffa trasparente a scelta, da fissare sulla schiena e sulle spalle della camicia e procediamo a cucirla molto delicatamente.

Continua la lettura
55

Terzo passaggio di modifica

Continuando negli spazi lasciati dai vecchi bottoni, fissiamo i nuovi bottoni gioiello o a perla, facendo sempre molta attenzione alla loro misura, perché deve aderire perfettamente a quella dell'asola. Dopo aver cucito tutte le decorazioni, provvediamo, sempre avendo la massima accortezza per le zone più delicate, a stirare la nostra nuova camicia. Non dimenticatevi che la scelta dei materiali da utilizzare, dovrà essere fatta in base alla stoffa, al colore e alla fantasia della camicia da modificare, in modo che lo stile sia più sobrio oppure più ricco e decorato, a seconda delle nostre esigenze e dei vari gusti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come piegare una camicia

Il sogno di ogni donna è avere un'armadio ordinato, funzionale, in modo da trovare tutto con facilità, con abiti posizionati nel modo giusto, per conservarli nelle giuste condizioni. Ogni indumento deve avere il proprio posto, se non lo ha difficilmente...
Economia Domestica

Come riciclare una lavatrice

Oggi si parla spesso di riciclo; chi pratica questa attività ha un risparmio e allo steso tempo un guadagno economico, ma anche la collettività ne ha giovamento. Riciclare è fondamentale in quanto fornisce l’opportunità alle persone di sviluppare...
Economia Domestica

Come riciclare le caramelle

Ogni giorno ci capita di buttare via moltissimi oggetti e cibi di ogni tipo, producendo una gran quantità di rifiuti. Tutto questo potrebbe essere evitato semplicemente imparando a riciclare o riutilizzare i vari oggetti anziché gettarli. Su internet...
Economia Domestica

Riciclare le scarpe vecchie

Spesso ci si ritrova ad avere almeno un paio di scarpe che non si indossano più ormai da anni, ma che non si riescono a gettare via per vari motivi, dagli stivali alle ballerine. È tuttavia possibile regalare loro una seconda vita, trasformandole in...
Economia Domestica

Come riciclare la carta dell'uovo di Pasqua

Durante il periodo di Pasqua vi ritrovate invasi dalla carta dell'uovo di Pasqua? C'è ne sono di mille colori diversi e la consistenza è piuttosto ottima, poiché resiste bene agli strappi. Oggigiorno il tema del riciclo è molto diffuso, per tale ragione...
Economia Domestica

Come Riciclare Il La Chiusura Del Dentifricio

Il riciclo creativo regala una nuova vita agli oggetti di uso quotidiano ed in particolare destinati al cestino della spazzatura. Puoi garantire una o più chance anche ad un semplice tubetto del dentifricio con tappo a vite. Con pochi passaggi otterrai...
Economia Domestica

9 modi creativi per riciclare le vecchie tende con il fai da te

Oggi l'arte del riciclo dei materiali è molto diffusa, poiché consente di evitare sprechi e nel contempo di creare tantissimi altri oggetti utili per la casa. A tale proposito, ecco una guida in cui sono elencati 9 modi creativi per riciclare delle...
Economia Domestica

Come riciclare un frigorifero

Stiamo attraversando un periodo in cui il riciclo di qualsiasi oggetto, di qualsiasi natura e di qualsiasi dimensione è diventata una vera e propria arte. È possibile farsi una idea di quanti oggetti e di come essi vengono riutilizzati, semplicemente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.