Come riciclare le bucce di frutta e verdura per la pulizia della casa

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Quando mangiate la frutta oppure delle verdure, non vi conviene buttare le bucce; infatti, è importante sapere che entrambe si possono riciclare per la pulizia della casa. Se l'argomento vi interessa, allora il consiglio è di leggere i passi successivi di questa guida in cui vi spieghiamo come ottimizzare il risultato.

24

Pulire posate e stoviglie con la buccia di limone

Il limone è il frutto più pulente che in natura possa esistere; infatti persino le sue bucce sono utilissime per pulire le posate, le stoviglie, i fornelli, e qualsiasi ripiano in acciaio inox. Inoltre, queste sono adatte anche per eliminare il calcare, per esempio dal bollitore dell'acqua, dai tappi dei lavandini e dagli erogatori della doccia. Basta semplicemente immergerli per circa un'ora in acqua bollente insieme alle bucce di limone tritate. Se poi volete pulire a fondo la caffettiera, allora immergetela in una ciotola con dell'acqua, del sale grosso e delle bucce di questo frutto, lasciate poi il tutto in ammollo per alcune ore e successivamente risciacquate sotto al rubinetto.

34

Strofinare la buccia di patata sul vetro

Le bucce di patata sono utilizzate per togliere le macchie scure delle posate: è sufficiente passarle su questi utensili e poi asciugarli con del cotone. Il succo delle patate, ricavabile sempre dalle bucce, è utile per detergere anche i coltelli in acciaio, mentre divagando un attimino, possiamo restituire la propria brillantezza a un oggetto in vetro, strofinandole sulla sua superficie. Per far tornare invece a splendere le stoviglie di casa, è sufficiente far bollire le bucce della mela per una trentina di minuti: il sidro liberato agirà sulle macchie e ripristinerà la brillantezza originale. L'arancia e il mandarino possono essere utilizzati per la profumazione della casa, ma soprattutto di alcuni elettrodomestici solitamente soggetti alla produzione di odori a volte sgradevoli, come lavastoviglie, forni e frigoriferi. In questo caso basta bollirle, e il succo ricavato inserirlo in uno spruzzino dopo averlo filtrato con un colino.

Continua la lettura
44

Creare un detergente per pavimenti con la buccia del cetriolo

Anche il cetriolo può rivelarsi utile per pulire, disinfettare e sgrassare delle pavimentazioni. In questo caso potete creare un detergente, utilizzando la sua buccia, che fate bollire e poi il liquido ottenuto lo versate in un secchio di acqua calda con alcool e del sapone neutro (poche gocce). In tal modo otterrete un eccellente detergente, che potete anche ottimizzare dal punto di vista dell'odore, versando nel secchio alcune gocce di olio essenziale, come ad esempio quello di lavanda, che tra l'altro è un ottimo antibatterico naturale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

5 consigli per rimuovere i pesticidi da frutta e verdura

La frutta e la verdura sono degli elementi indispensabili per una dieta equilibrata. I supermercati odierni sono fornitissimi e, senza dubbio, è possibile avere l'imbarazzo della scelta, Inoltre, si ha a disposizione frutta e verdura proveniente da ogni...
Economia Domestica

Come riutilizzare gli scarti di frutta e verdura

Il mondo soffre di un grave problema di spreco alimentare. Infatti, pensiamo agli Stati Uniti, dove gli americani buttano ogni giorno il 40% del cibo che hanno comprato, per un valore di 165 miliardi di dollari. La colpa di questo enorme spreco alimentare...
Economia Domestica

Come conservare frutta e verdura fresca in frigo

Se diamo una rapida occhiata ai tempi trascorsi, considerando quanto fosse complicato conservare gli alimenti in mancanza della moderna tecnologia, ci rendiamo conto di vivere attualmente in un periodo sicuramente vantaggioso per l'uomo, scevro da molte...
Economia Domestica

Come lavare frutta e verdura

Al giorno d’oggi non si può più essere sicuri di quello che si mangia, è per questo che risulta molto importante l’igiene quando si tratta alimenti, soprattutto per quanto riguarda la frutta e la verdura. Non di rado infatti succede che i vari...
Economia Domestica

Come conservare frutta e verdura

Frutta e verdura sono alimenti che non devono mai mancare nella nostra alimentazione. Esse sono fonte primaria di vitamine e sali minerali e contengono proteine e fibre, nutrienti vitali ed essenziali per il nostro organismo. Per capire come conservare...
Economia Domestica

Come risparmiare su frutta e verdura

Un'alimentazione equilibrata non può fare a meno della frutta e della verdura. Non solo contengono la più alta quantità di sostanze utili per l'organismo, ma l'altissima percentuale d'acqua presente al loro interno supplisce alle possibili carenze...
Economia Domestica

Come congelare frutta e verdura

Il congelamento è un valido sistema che permette di conservare più a lungo gli alimenti, conservando tutte, o quasi tutte, le proprietà nutritive ed organolettiche. Attraverso questo tutorial, vi illustreremo, in modo particolare, il corretto metodo...
Economia Domestica

Come conservare al meglio frutta e verdura in estate

I vantaggi che porta l'arrivo dell'estate possono essere davvero tanti, ma va anche detto allo stesso tempo che ci possono essere dei lati negativi. Infatti per la frutta e la verdura, in questo periodo dell'anno ne risentono un po' di più, tale stagione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.