Come riciclare la retina delle patate

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Quante volte avete gettato il sacchetto reticolato che avvolgeva le patate acquistate al supermercato? Innumerevoli volte, forse. Ebbene, sono davvero tantissime le idee da mettere in pratica con una buona dose di fantasia e manualità. Creatività, infatti, è la parola d'ordine per poter riciclare materiali inutilizzati e dar loro nuova vita, realizzando graziose creazioni, semplici e originali. In questa guida, vedremo come riciclare la retina delle patate, mettendo a frutto la nostra fantasia al servizio dell'ambiente e del risparmio.

25

Occorrente

  • retina delle patate
  • spago da cucina
  • nastrini colorati
  • forbici
  • ago e filo
  • un vecchio guanto di stoffa
  • barattoli di vetro
  • spezie e fiori secchi vari
35

Un primo suggerimento veramente semplice, la cui messa in opera non richiede particolari abilità, è senza dubbio quello di decorare i barattoli delle confetture e delle conserve con la retina. Stendete sul piano da lavoro il sacchettino reticolato e, con l'ausilio di un paio di forbici, ricavatene una circonferenza un po' più grande delle dimensioni del tappo del barattolo che intendete decorare. In tale operazione, non occorre essere particolarmente precisi, tenendo presente che il risultato finale sarà decisamente rustico. Rivestite il tappo con la tela reticolata e fermate il tutto con un nastrino colorato. Per una creazione d'effetto, potete sovrapporre più strati di retina, magari facendo ricorso a retine di colore diverso, tenendo conto delle più opportune combinazioni cromatiche.

45

Un'altra idea molto carina ed ecologica è quella di realizzare un sacchettino profumato da riporre nei cassetti o negli armadi o semplicemente per profumare gli ambienti domestici. Iniziate ricavando un rettangolo di retina che andrete poi a piegare in due. Adesso, fissate entrambi i bordi laterali con dello spago da cucina inserendolo alternativamente lungo i fori della rete. A questo punto, inserite dentro le spezie o i fiori secchi profumati che più vi aggradano come cannella, bucce d'arancia, fiori di lavanda e bacche di vaniglia. Fatto ciò, non vi resta che chiudere il vostro sacchettino o con altro spago da cucina oppure con un nastrino colorato in raso. La vostra piccola creazione ben si presta ad essere un gradito regalo per i vostri cari.

Continua la lettura
55

Un'altra possibilità di riciclo potrebbe essere quella di dar vita ad un guanto esfoliante per il corpo, da usare durante la doccia. La realizzazione è piuttosto facile. Basterà munirvi di un semplice guanto di stoffa non più utilizzato e rivestirlo con uno o più strati di retina. Successivamente, unite il tutto con ago e filo. La sovrapposizione di uno o più strati determinerà il grado di esfoliazione del vostro guanto che, passato con movimenti circolari e delicati, lascerà la vostra pelle morbidissima al tatto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare le patate tagliate

Le patate sono un vero jolly della cucina, possono essere fritte, arrostite, bollite, fatte al forno, in padella, al cartoccio e al microonde. Sono la base di purè, crocchette, gnocchi, gateau. A volte però, non abbiamo molto tempo per realizzare le...
Economia Domestica

Come Riciclare I Resti Di Sapone e Risparmiare Sui Regali Di Natale

Quando si utilizza una saponetta per la detersione di mani e viso, essa per il continuo uso prima o poi si consumerà, e ridurrà la sua dimensione fino a diventare come una stecca di ghiacciolo o di una mentina. Invece di gettarla via però, esiste un...
Pulizia della Casa

Come pulire il vetro della stufa a pellet

L'installazione di una stufa a pellet produce molti vantaggi: pratici, economici ed indubbiamente ecologici. Infatti essa, pur possedendo l'efficacia e la funzione delle tipiche strutture a legna per riscaldamento, è meno inquinante. La stufa a pellet...
Pulizia della Casa

5 errori da evitare nella pulizia del forno

Dopo mesi di cottura il forno tende a diventare piuttosto sporco. Grasso e cibo incrostato si accumulano trasformandosi in carbonio, responsabile di quel cattivo odore che ricorda cibo bruciato durante la cottura delle pietanze. Oltre a questo sgradevole...
Pulizia della Casa

Come lucidare il legno

Il legno è un materiale vegetale proveniente dagli alberi e fin dall'antichità viene impiegato dall'uomo come materiale da costruzione e fortemente diffuso nel settore dell'interior design. Essendo un materiale naturale, è sensibile ad un eventuale...
Pulizia della Casa

Come pulire un acquario in plexiglass

Ci troviamo nella condizione di avere u acquario in plexiglass e dobbiamo pulire Ke sue componenti. Avere acquario si sa ha le sue problematiche, per quanto possa essere bello averne in casa. C'è la necessità che periodicamente va cambiata l'acqua e...
Economia Domestica

Come utilizzare le pinze da cucina

In cucina molto spesso si utilizzano tantissimi strumenti molto utili. Per preparare al meglio una pietanza, occorre però avere una certa padronanza in cucina. Infatti sfruttare al meglio gli strumenti ci permette di ottenere un risultato migliore. In...
Arredamento

Lampada a fessura: come funziona

La lampada a fessura è uno strumento indispensabile per ottici e oculisti. Ottima perché permette di effettuare un'accurata valutazione clinica dell'occhio osservando in maniera stereoscopica i tessuti che lo compongono. L'oculista ha la possibilità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.