Come riciclare la carte delle uovo di Pasqua

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando nel giorno di Pasqua si riceve un uovo di cioccolata, la prima cosa a cui si pensa è scoprire quale sorpresa contiene. La curiosità è incontenibile, sia se si tratta di bambini che di adulti. Tutto sommato non si pensa però mai a cosa farne delle carte colorate che rivestono le uova; infatti, al massimo ci si interroga su dove gettarla per rispettare la raccolta differenziata. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli su come riciclare le carte dell'uovo di Pasqua.

24

Avvolgere gli avanzi di cibo

Un primo utilizzo può essere quello di avvolgere con la carta gli avanzi del pranzo con lo scopo di distribuirli agli invitati che vorranno portare a casa qualcuna delle prelibatezze avanzate. Quest’uso è reso possibile dal fatto che è già una carta destinata ad uso alimentare. Un secondo utilizzo può essere quello di trasformare la carta dell’uovo di Pasqua in graziose ghirlande o allegri festoni con cui si può decorare la casa nelle vostre feste di compleanno o di anniversario.

34

Realizzare degli spaventapasseri

Con la carta dell’uovo di Pasqua si possono anche realizzare dei piccoli spaventapasseri (o colombi); infatti, si può tagliare a sottili striscioline che si possono poi legare insieme attorno ad un’asticella di legno o sula ringhiera del balcone. Questa asticella può essere di una lunghezza variabile, a seconda se deve essere inserita in un vaso o nel terreno. L'idea è sfruttabile anche per allontanare i piccioni dai prodotti del vostro orto, balcone o giardino. Un’altra possibilità è quella di rilegare i libri di scuola dei vostri bambini per preservarli o ancora di confezionare degli allegri segnalibri o di costruire un aquilone con cui farli giocare nella gita di Pasquetta. La carta delle uova di Pasqua può inoltre servire per rivestire delle scatole di cartone o di legno e creare quindi dei raffinati contenitori per conservare la biancheria, oggetti non di uso comune, oppure i giocatoli dei bambini.

Continua la lettura
44

Usarla come tovaglia per il tavolo

In genere le uova di Pasqua di grosse dimensioni hanno una carta coloratissima e molto grande. Per questo motivo può essere riciclata in modo funzionale, usandola ad esempio come tovaglia per il tavolo. Questa idea serve tra l'altro a proteggere il legno in caso di caduta accidentale di vino, birra, acqua o qualsiasi altro tipo di cibo e bevanda. Infine la carta delle uova pasquali può ritornare utile per confezionare dei simpatici regalini da distribuire agli amichetti del vostro bambino in occasione di una festa indetta per il suo compleanno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Regali di Pasqua: idee alternative all'uovo

La Pasqua, è un periodo di festa meraviglioso amato soprattutto dai bambini.Il simbolo della Pasqua, è sicuramente l'uovo, ma se si vuole un po' cambiare la tradizione sbalordendo i piccoli di casa con dei regali diversi dal solito, eccovi in questi...
Economia Domestica

10 idee per apparecchiare la tavola di Pasqua

La Pasqua significa anche primavera, cioè la rinascita interiore e fisica. In questo periodo sbocciano i primi timidi fiori e l'aria si fa più tiepida. Per una tavola all'insegna dei colori classici pasquali preferire il giallo, il rosa nelle varie...
Economia Domestica

5 decorazioni facili per una Pasqua fiorita

Quando arriva il periodo delle vacanze pasquali, l'aria si rasserena, la primavera è vicina e nasce nel cuore di tutti l'esigenza di vedere colori, fiori e allegria intorno a sè. Ma per far sapere a tutti che anche noi festeggiamo la Pasqua, ci vuole...
Economia Domestica

Come decorare le uova di Pasqua in modo naturale

Come vedremo nel corso di questo tutorial, nonostante possa sembrare difficile, decorare le uova di Pasqua in modo naturale è semplice ed economico, basta infatti un po' di impegno e fantasia per realizzare delle uova pasquali davvero originali e fantasiose,...
Economia Domestica

Come cuocere un uovo sodo al microonde

Le uova sode si possono cuocere anche utilizzando il forno a microonde. Il pericolo che si corre è che esse possono esplodere quando si tenta di mangiarle. Infatti, il forno a microonde riscalda l'interno l'uovo ad una temperatura abbastanza elevata...
Economia Domestica

Giochi a carte da fare a casa con amici

In inverno molti amici si radunano in casa per passare delle ore in compagnia, e per l'occasione non c'è niente di meglio che spegnere una volta tanto il televisore, il computer o la console per i videogiochi, e dedicarsi ad una vecchia passione ovvero...
Economia Domestica

Come eliminare l'odore dell'uovo dalle stoviglie

L'uovo è l'alimento dalle mille risorse, indispensabile in cucina, l'ingrediente perfetto quando non si ha troppa voglia di cucinare e vogliamo fare qualcosa di veloce come le classiche uova al tegamino. Nella maggior parte dei casi costituisce l'ingrediente...
Economia Domestica

Come riciclare il cioccolato avanzato

Durante il periodo di Pasqua non c'è niente di meglio che gustare delle deliziose uova di cioccolato. Tuttavia terminato questo periodo può capitare di ritrovarsi con del cioccolato in eccesso e di non sapere bene che cosa farne. Invece di gettarlo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.