Come restaurare una porta in legno spendendo poco

Tramite: O2O 15/09/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

Se nella vostra casa avete una porta che si presenta particolarmente graffiata e con antiestetiche scheggiature oppure con delle parti mancanti, potete intervenire con un restauro professionale ed utilizzando prodotti di facile reperibilità oltre che economici. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni utili consigli su come restaurare una porta in legno spendendo poco.

28

Occorrente

  • Impregnante
  • Pennello
  • Carta vetrata
  • Sostegni in legno o metallo
  • Pennellino sottile
  • Cera d'api naturale
  • Aceto
38

Usare della carta vetrata

Prima di iniziare recatevi presso un negozio di ferramenta e acquistate tutto l'occorrente per il lavoro. Innanzitutto smontate la porta svitando le cerniere oppure sganciate (con un punteruolo e un martello) i cardini. Fatto ciò, tenetela in piedi e fermatela ponendo ai lati due sostegni, dopodiché usate la carta vetrata a grana spessa dividendo il foglio in due pezzi ed agendo con dei movimenti circolari. Una volta terminata questa fase di sgrossatura della vecchia vernice, utilizzate la carta a grana sottile per levigare la superficie e dopo con un panno umido asportate il pulviscolo generato dalle abrasioni. In alternativa alla carta vetrata specie se la vernice preesistente è di un certo spessore, potete optare per un cannello a gas per bruciarla e rimuoverla man mano con una spatola. In questo caso, munitevi di una mascherina per proteggervi dalle esalazioni emanate dalla sostanza acrilica ed anche dei guanti per le mani.

48

Applicare la vernice

Una volta che la porta si presenta con il legno perfettamente privo della vecchia vernice e dall'aspetto liscio e setoso, aprite la lattina di impregnante che avete acquistato precedentemente e con il pennello stendete il prodotto sulla superficie, lasciandolo poi asciugare per almeno due ore. Trascorso tale tempo, ripetete l'operazione con movimenti alternati dall'alto verso il basso e viceversa, ed attendete anche in questo caso che l'impregnante si asciughi del tutto. A questo punto potete applicate la vernice, cercando di passare il pennello sempre nello stesso verso (per evitare delle antiestetiche striature) e di essere molto accurati nella stesura. Ripetete questa operazione per almeno altre due volte, dopodiché attendete che la vernice si essicchi (almeno 2 ore se acrilica) prima di procedere con la finitura.

Continua la lettura
58

Proteggere il colore con la cera

Se preferite una finitura dall'effetto particolare, potete applicare della paraffina in alcuni punti della porta come ad esempio sugli angoli e sulle venature. Successivamente procedete con la posa della vernice e poi una volta asciutta, con della carta vetrata strofinate sulla superficie facendo affiorare il colore grezzo del legno. Alla fine per completare il lavoro di restauro della vostra porta, proteggete il colore con della cera neutra. In alternativa a questo metodo di finitura, potete anche optare per un altro che vi consente di ottenerla lucida e con le classiche venature del legno nodi compresi. Nel passo successivo troverete le istruzioni su come procedere.

68

Bagnare un pennellino nell'aceto

La tipologia di finitura di una porta appena restaurata ed accennata nel passo precedente è molto semplice, e nello specifico consiste nell'intervenire quando la vernice è ancora fresca. Infatti in questa condizione, prendete un pennellino piccolo del tipo che si usa per i quadri e largo circa un centimetro e bagnatelo nell'aceto, dopodiché passatelo sul legno a strisce parallele e di diverse altezze, creando in tal modo delle striature tipiche del legno grazie alla dissolvenza della vernice a contatto con l'aceto. Per creare i nodi, vi basta invece premere il pennellino leggermente su uno o più punti della struttura lignea.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come restaurare una porta impiallacciata

Quando si pensa alla ristrutturazione di una casa o all'arredamento di un'abitazione, è indispensabile pensare alle cose basilari che possono dare uno ostile ad una casa ovvero i pavimenti, le pareti e le porte. Questi tre elementi già da soli, riescono...
Ristrutturazione

Come restaurare un mobile di legno

Il restauro di un mobile di legno può sembrare a prima vista un'impresa difficile. In realtà questa operazione è abbastanza semplice, e può essere eseguita anche da persone che sono meno esperte con il metodo del fai da te. Leggendo questa guida ed...
Ristrutturazione

Come restaurare una porta laccata

Spesso quando si compiono lavori di ristrutturazione nella propria abitazione, ci si sofferma sulla modifica degli ambienti e sulla disposizione dei mobili, prestando poca attenzione alle porte. In realtà queste hanno una grande importanza a livello...
Ristrutturazione

Come restaurare mobili di legno rovinati

Non importa se la casa sia arredata con oggetti moderni o etnici in genere qualche pezzo di antiquariato deve esserci. Di fatto questi oggetti hanno valore inestimabile sia per quanto riguarda l'effettivo valore in denaro sia per quanto riguarda il valore...
Ristrutturazione

Come restaurare un pavimento in legno

I pavimenti in legno (materiale pregiato e durevole che si mantiene nel tempo), hanno un aspetto caldo, intimo e tradizionale. Se quindi avete un pavimento in legno già installato, specialmente se abitate in un casale rustico, piuttosto che rimuoverlo...
Ristrutturazione

Come restaurare una vecchia finestra in legno

Le finestre in legno sono gli infissi che rendono le case esteticamente più belle, ma a differenza di quelli in alluminio hanno bisogno di molta cura. Generalmente si deve intervenire quando sono abbastanza malandate; ciò si verifica perché sono troppo...
Ristrutturazione

Come decorare una vecchia scrivania in legno spendendo poco

Con il trascorrere del tempo i mobili che possediamo in casa purtroppo si rovinano o si consumano, e acquistarne di nuovi non sempre viene bene per le nostre finanze. L' ideale è, quindi, provare a recuperarli decorandoli a nostro piacimento e, magari,...
Ristrutturazione

Come restaurare le persiane in legno

Le persiane in legno, oltre a fornire un adeguata protezione alle finestre, rappresentano degli infissi che aggiungono valore estetico alla facciata di un'abitazione. Tuttavia, a causa dei raggi solari e delle escursioni termiche, le persiane tendono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.