DonnaModerna

Come restaurare un mobile in arte povera

Tramite: O2O 02/03/2021
Difficoltà: media
18

Introduzione

I mobili in arte povera, durante il processo di restaurazione, devono essere trattati in modo tale da conservare sempre la loro originale finitura. Il modo migliore per preservare tale caratteristica è quello di utilizzare una finitura a cera, in quanto risulta molto facile da applicare. Prima di iniziare, assicuratevi che la superficie del mobile sia pulita e asciutta. In questa guida vogliamo dunque illustrarvi come restaurare un mobile in arte povera. Vediamo come occorre procedere.

28

Occorrente

  • Carta vetrata a grana fine
  • Carta vetrata a grana grossa
  • Bastoncini di cera
  • Aceto bianco
  • Panno morbido
  • Spazzola a setole morbide
38

Eliminate tutte le cerniere e i fregi presenti

La prima cosa da fare quando ci si vuole approssimare ad un lavoro di restauro di un vecchio mobile in arte povera, è quella di disapplicare tutte le cerniere, le serrature e gli eventuali fregi in metallo presenti. Questi elementi, infatti, andranno puliti a parte, utilizzando degli specifici prodotti che si trovano normalmente in commercio. Vi raccomandiamo di utilizzare una particolare cura nell?asportare queste parti, in quanto sarebbe bene conservare anche i chiodini e le viti originali, così da riutilizzarle durante il successivo processo di rimontaggio. Dopo aver eliminato tutti gli elementi sopra indicati, procedete dunque con il restauro del mobile, seguendo le indicazioni contenute nel prossimo paragrafo di questa guida.

48

Applicate i bastoncini di cera

Il più delle volte può accadere che i mobili in arte povera si presentino usurati a causa di alcuni dannosi parassiti (detti tarli), già "tristemente" famosi per la loro azione distruttiva, esercitata sulle superfici dei mobili. Per rimediare ai fori che questi insetti creano, utilizzate dei bastoncini in cera, acquistabili nei più forniti negozi di ferramenta. Prima di applicare il bastoncino in cera, riscaldatelo leggermente ed usate la spatola di plastica in dotazione per applicarlo nel modo più uniforme possibile. Levigate il mobile con una carta vetrata a grana grossa, dopodiché rimuovete la polvere con un panno asciutto o con l'aspirapolvere ed eseguite una leggera pressione con il bastoncino, in modo che questo venga utilizzato come riempitivo del foro o della crepa. Eliminate l?eccesso della cera con un po' di carta vetrata a grana fine.

Continua la lettura
58

Pulite con una spazzola a setole morbide

Pulite poi la superficie con un panno di cotone. Se il mobile è molto sporco, si può usare un panno inumidito con acqua, con l'aggiunta di una piccola quantità di aceto (ma assicuratevi che sia molto diluito). Questo accorgimento vi permetterà di rimuovere qualsiasi traccia di sporco e anche la polvere accumulata nel corso del restauro. Per eliminare la polvere negli angoli, provate ad utilizzare una spazzola a setole morbide o anche uno spazzolino da denti. La cera per mobili agirà come detergente principale, in quanto eliminerà completamente il grasso e lo sporco. L'errore più grande, quando si applica la cera per mobili, consiste nell'utilizzare una dose eccessiva di questo prodotto. Ciò rende difficile la lucidatura finale del mobile, il quale, se non viene lucidato correttamente, attirerà una grande quantità di polvere, lasciando una finitura opaca. Il modo corretto per applicare la cera è quello di utilizzare un cotone morbido e pulito o un panno privo di lanugine. Applicate quindi la cera per mobili immergendo il tessuto nella lattina e strofinando con un piccolo movimento circolare su tutta la superficie del legno.

68

Applicate la soluzione detergente

Una volta applicata la cera, attendete circa 30-60 minuti per assicurarvi che sia completamente asciutta e che abbia impregnato perfettamente la superficie del legno. Per ottenere la finitura desiderata, utilizzate un panno pulito (preferibilmente di spugna) e lucidate la superficie nella direzione in cui sono orientate le fibre. Vi consigliamo di eseguire questo procedimento ogni 3 mesi. Nel caso in cui il mobile presentasse finiture in metallo (come ad esempio ottone, rame o ferro), applicate la soluzione detergente con un batuffolo di cotone o lasciate agire per 30 minuti. Pulite poi con un panno di lana o di cotone.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come restaurare un mobile di legno

Il restauro di un mobile di legno può sembrare a prima vista un'impresa difficile. In realtà questa operazione è abbastanza semplice, e può essere eseguita anche da persone che sono meno esperte con il metodo del fai da te. Leggendo questa guida ed...
Ristrutturazione

Come restaurare un mobile antico

Ognuno di noi possiede in casa almeno un mobile antico, magari ereditato da qualche parente e che si trova in condizioni un po' malconce. Per questo alle volte si deve ricorrere ad un restauro in piena regola per poter portare un pezzo d'antiquariato...
Ristrutturazione

Come restaurare un mobile con gommalacca

La gommalacca non è altro che una finitura versatile, e si tratta fondamentalmente di una resina in scaglie sciolta in un alcool denaturato che può migliorare il colore naturale del legno. La gommalacca è molto popolare grazie alla sua facilità di...
Ristrutturazione

Come restaurare mobili di legno rovinati

I mobili di legno specie di buona qualità nella maggior parte dei casi vengono tramandati da una generazione all'altra. In linea di massima sono semplici e lineari, anche se ce ne sono alcuni come ad esempio quelli antichi che vantano delle modanature...
Ristrutturazione

Come restaurare una madia

Nella guida che seguirà ci occuperemo di mobili e, più specificatamente, di restaurazione di mobili antichi, in quanto andremo a spiegarvi Come restaurare un madia.Molti di voi non conosceranno la madia, ma essa è semplicemente un mobile antico, che...
Ristrutturazione

Come restaurare uno sgabello

Nonostante possa sembrare alquanto difficile, restaurare un vecchio sgabello è un'operazione abbastanza fattibile. È necessario avere un po' di pazienza e, in modo particolare, degli strumenti giusti, per regalare allo sgabello l'originale bellezza...
Ristrutturazione

Come restaurare i mobili in vimini

Se in casa avete dei mobili in vimini che si presentano piuttosto danneggiati e con alcune parti screpolate, potete intervenire con dei restauri appropriati e con dei materiali di facile reperibilità. Il lavoro non è difficile, e richiede soltanto un...
Ristrutturazione

Come restaurare un portone antico

Chiunque abbia mai posseduto o amato un antico portone sa che la sua bellezza e unicità non è paragonabile a quelli moderni. Proprio per la sua unicità nel suo genere, le opzioni a disposizione per poterlo restaurare sono molto poche in quanto molti...