Come restaurare un mobile di legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il restauro di un mobile di legno può sembrare, a prima vista, un'impresa difficile. In realtà questa operazione è abbastanza semplice e può essere eseguita anche da quelle persone che sono meno esperte con il metodo fai da te. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come è possibile restaurare un mobile in legno, sfruttando al meglio materiali e tecniche adeguate.

25

Occorrente

  • decapante
  • impregnante
  • gommalacca
  • cera d'api colorata
  • carta vetrata fine e finissima
  • stucco per legno
35

Togliere la vernice

La prima cosa da fare per restaurare un vecchio mobile è quella di togliere tutte le vernici ed i coloranti che sono presenti sulla superficie dello stesso. Per effettuare questa operazione bisogna utilizzare un prodotto chiamato decapante. Sulla confezione del prodotto si possono trovare tutte le informazioni per un corretto utilizzo. In questo modo si possono eliminare tutte le vecchie vernici sfruttando un semplice panno di cotone imbevuto di prodotto decapante. Alla fine di questa fase del lavoro bisogna pulire il mobile con un po' di acquaragia. In alternativa si possono eliminare tutti i residui di prodotti presenti sulla sua superficie con un solvente.

45

Chiudere eventuali tarli

A questo punto si deve osservare il mobile in legno per verificare se ci sono dei tarli. In caso affermativo bisogna eseguire un trattamento specifico per eliminarli. Il prodotto adatto può essere comprato in qualsiasi ferramenta ben fornita. Se ci sono delle screpolature oppure dei buchi bisogna chiuderli utilizzando dello stucco per legno. Per applicare al meglio lo stucco per legno si deve utilizzare una spatola in plastica e lasciare asciugare per circa 2/3 ore. Quando lo stucco è secco bisogna passare la carta vetrata per poter livellare la superficie ed eliminare eventuali sbavature ed imperfezioni che si sono create con l'applicazione dello stucco.

Continua la lettura
55

Applicare impregnante

Adesso è il momento di passare l'impregnante del colore preferito. Per l'applicazione di quest'ultimo si deve utilizzare un pennello di medie dimensioni. È consigliabile dipingere sempre nel senso del legno per non creare delle sbavature o dei segni. Quando la verniciatura è ben asciutta si deve passare un'altra mano di colore per avere un ottimo risultato. Dopo circa 2/3 ore l'impregnante colorato è asciutto ed a questo punto si deve passare la gommalacca sul mobile. Essa permette di fissare il colore, renderlo lucido e proteggerlo. Successivamente si stende un velo di cera e dopo circa due giorni si lucida il mobile con un panno di lana e l'olio di gomito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come restaurare superfici in pietra e in cemento

Alcuni oggetti nel corso del tempo possono subire dei piccoli danneggiamenti che sono per certi versi inesorabili e inevitabili. Possiamo a tal proposito adottare delle tecniche che ci possono consentire di ripristinare, seppur anche in parte, lo stato...
Esterni

Come restaurare i mobili da giardino

I mobili da giardino sono soggetti a pioggia, sole, caldo, umidità e forti cambi di temperatura ed è per questo motivo che possono fare in fretta a rovinarsi. Oltre a prestare attenzione alle intemperie (portandoli magari in garage nei periodi di disuso...
Ristrutturazione

Come restaurare il parquet

Un pavimento in parquet ben curato dura per generazioni e può fare la differenza per quanto riguarda l'aspetto estetico dell'intera casa. Dunque, se il parquet sembra avere un aspetto opaco, oppure se recentemente sono stati spostati i mobili e la superficie...
Arredamento

Come restaurare un tavolo in legno

In qualsiasi abitazione, al giorno d'oggi, vi è quasi sicuramente, almeno un mobile antico fatto di legno. Quindi che sia stato lasciato dalla nonna in eredità, o dalla propria famiglia, non ha importanza, poiché voi siete in possesso di un arredamento...
Ristrutturazione

Come restaurare le porte di casa

Tra i vari lavori che periodicamente devono essere svolti all'interno di una casa, uno dei più temuti e, probabilmente, quello più rimandato, è la manutenzione delle porte di casa. Queste ultime, dopo anni di intenso utilizzo, finiscono per essere...
Ristrutturazione

Come restaurare un mobile antico

Ognuno di noi possiede in casa almeno un mobile antiche, magari ereditato da qualche parente, e che si trova in condizioni un po' malconce. Per questo alle volte si necessita di un restauro per poter portare il suddetto mobile ad uno stato decente. Molto...
Ristrutturazione

Come restaurare i vecchi infissi

Quando sentiamo la necessità di dover restaurare la nostra casa, non possiamo tener conto di parti importanti come gli infissi, costituiti da porte e finestre. Essi infatti, contribuiscono in maniera significativa l'effetto e la qualità finale dell'intervento...
Ristrutturazione

Come restaurare un pavimento antico

Per questo intervento ci sono diversi materiali, che opportunamente maneggiati, ci consentono di effettuare un ottimo lavoro. Se nella nostra casa abbiamo un pavimento antico e non intendiamo sostituirlo, possiamo invece intervenire con piccoli restauri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.